Crea sito

crostata

Crostata ricotta e visciole

Crostata ricotta e visciole
Crostata ricotta e visciole

Crostata ricotta e visciole

La Crostata ricotta e visciole è un dolce tipico della cucina romana ebraica: se siete in giro per il ghetto ebraico di Roma, concedetevi una dolce sosta, entrate in uno dei forni storici e deliziate le vostre papille gustative.

Un dolce semplice, preparato con ingredienti freschi e genuini, amato da grandi e piccini.

L’abbinamento ricotta e visciole è semplicemente sublime ma, se riscontrate problemi nel reperimento della confettura di visciole, sostituitela con quella di ciliegie o di amarene, rigorosamente bio e senza zucchero.

 

 

Ingredienti:

per la pasta frolla:

250 gr di farina 00

1 panetto di burro a temperatura ambiente

125 gr di zucchero di canna (o semolato, come preferite)

2 uova

1 limone

1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci

per la farcitura:

400 gr di ricotta di pecora

1 confezione di confettura di visciole bio

140 gr di zucchero di canna

2 uova

un bicchierino di sambuca (o di rum, come preferite)

 

 

Procedimento:

Iniziare con la preparazione della pasta frolla.

Grattugiare la scorza di un limone.

Disporre la farina a fontana su una spianatoia e praticarvi un buco al centro.

Tagliare il burro a cubetti e versarli nel buco al centro della farina.

Aggiungere anche lo zucchero di canna, le uova, la scorza di limone e il lievito in polvere, quindi cominciare a impastare con le mani leggermente umide.

L’obiettivo è ottenere un panetto morbido, elastico e privo di grumi.

Impastare per una decina di minuti poi avvolgere il panetto ottenuto nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo, passare la ricotta al setaccio e versarla in una ciotola capiente.

Aggiungere le uova, lo zucchero di canna e la sambuca, quindi amalgamare bene con una forchetta o una frusta da cucina.

Trascorso il tempo di riposo, privare il panetto di pasta frolla dalla pellicola trasparente e stenderlo su una spianatoia infarinata con l’aiuto di un matterello.

Mettere da parte 1/3 della sfoglia ottenuta per farne poi le strisce per decorare la crostata.

Imburrare e infarinare una teglia da crostata.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Stendere la pasta frolla all’interno della teglia e bucherellare il fondo con una forchetta, per evitare che si gonfi durante la cottura.

Versare all’interno del guscio di pasta frolla il ripieno di ricotta, quindi livellare bene con il dorso di un cucchiaio.

Spalmare la marmellata di visciole sulla base di ricotta, fino a coprire completamente la superficie.

Con la pasta frolla messa da parte, formare delle striscioline e applicarle sopra la crostata per formare il motivo incrociato.

Cuocere la crostata in forno caldo a 180 gradi per 30-40 minuti.

Una volta sfornata, lasciare raffreddare la crostata a temperatura ambiente.

Servire la Crostata ricotta e visciole fredda, con una leggera spolverata di zucchero a velo in superficie.

Torta amaretti e pesche

Torta amaretti e pesche
Torta amaretti e pesche

TORTA AMARETTI E PESCHE

Una torta morbida e ricca di gusto, arricchita dalla presenza degli amaretti, i famosi biscotti a base di pasta di mandorle tipici della tradizione pasticcera italiana, diffusi nella nostra penisola sin dall’epoca rinascimentale. In particolare, per questa ricetta, io ho usato gli amaretti di Saronno che sono leggermente più croccanti rispetto a quelli di Sassello (che sono più umidi e spugnosi), ma voi potete usare indifferentemente quelli che più preferite.

Un dolce soffice, profumato, privo di olio e burro, quindi adatto a chi è attento alla linea ma non vuole rinunciare a una leccornia da fine pasto o una deliziosa merenda abbinata ad una tazza di the.

Vi consiglio di non eccedere nel tempo di cottura, per far sì che la torta rimanga umida e spugnosa all’interno.

 

 

Ingredienti:

100 gr di farina di mandorle

100 gr di amaretti

3 pesche (io ho usato le pesche noci)

100 gr di zucchero di canna (o di dolcificante Stevia o di zucchero semolato, in base alle vostre peferenze)

3 uova

1 bustina di vanillina

1 bustina di lievito per dolci

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una tortiera di carta forno.
In una ciotola, sbattere i tuorli con lo zucchero di canna (aiutatevi con una frusta).
Aggiungere la farina di mandorle setacciata, la bustina di vanillina e il lievito in polvere per dolci, mescolando bene.
In un mixer, tritare gli amaretti e poi unirli all’impasto nella ciotola.
Con l’ausilio di uno sbattitore, montare gli albumi a neve ben ferma e poi aggiungerli all’impasto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per evitare di smontarli.
Versare l’impasto nella tortiera rivestita di carta forno.
Sbucciare e tagliare le pesche a fettine.
Distribuire le fette di pesca sulla superficie della torta.
Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 45 minuti.
Sfornare e far raffreddare la Torta amaretti e pesche prima di servire.

Torta Sacher

Torta Sacher
Torta Sacher

Torta Sacher

La Torta Sacher è uno dei miei dolci preferiti della cucina austriaca: una soffice torta al cioccolato farcita con marmellata di albicocche e ricoperta con glassa al cioccolato, mmm una vera bontà!!! Due famose pasticcerie viennesi si contendono la “paternità” della sacher: il famoso Caffé Sacher e la Pasticceria Demel. Fortunatamente, durante una vacanza nella capitale austriaca, ho avuto l’opportunità di assaggiare ambedue le versioni, entrambe accompagnate da ciuffi di panna fresca e una tazza di the e, posso sentenziare che la migliore è quella del Caffè Sacher, più soffice e dal retrogusto meno amaro.

La ricetta di seguito vi permetterà di ottenere una torta soffice, spumosa, che al primo assaggio vi riporterà ai fasti dell’impero austro-ungarico, facendovi immaginare di essere l’Imperatrice Sissi durante il the pomeridiano.

 

Ingredienti:

63 gr di farina 00

63 gr di burro

3 uova

75 gr di zucchero (di canna o semolato, come preferite)

75 gr di cioccolato fondente (io ho usato il fondente al 75%)

100 gr di marmellata di albicocche

20 gr di zucchero a velo

Per la glassa:

1 tavoletta di cioccolato fondente

100 gr di zucchero

3 cucchiai di acqua

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 160° e rivestire una tortiera di carta forno.

In una ciotola, unire il burro con lo zucchero, aiutandovi con una frusta elettrica o manuale.

Separare i tuorli dagli albumi.

Aggiungere i tuorli e continuare a mescolare per amalgamare gli ingredienti.

Tagliare il cioccolato fondente a quadrotti e scioglierlo in un pentolino a bagnomaria.

Aggiungere il cioccolato fuso nella ciotola con i tuorli e mescolare bene con una frusta da cucina.

Aggiungere anche la farina setacciata e mescolare bene per ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

Montare gli albumi a neve ben ferma con uno sbattitore elettrico e aggiungerli al composto con il cioccolato, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola, per non rischiare di smontare gli albumi.

Versare il composto ottenuto nella tortiera rivestita e cuocere in forno caldo a 160° per 45-55 minuti.

Sfornare la torta e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente.

Una volta fredda, rimuovere la parte superiore della superficie della torta, poi tagliarla a metà ottenendo due strati della stessa altezza.

Distribuire la marmellata di albicocche sul primo strato della torta, poi richiuderla come fosse un sandwich.

Distribuire uno strato di marmellata anche sulla superficie del secondo strato della torta.

Ora preparare la glassa al cioccolato.

Tagliare il cioccolato a cubotti e scioglierlo in un pentolino a bagnomaria, insieme allo zucchero e a tre cucchiai di acqua.

Mescolare di continuo con un cucchiaio di legno, per ottenere uno sciroppo denso.

Quando la salsa sarà sufficientemente densa, spegnere il fuoco e versarla a filo sulla superficie della torta, cercando di ricoprirla tutta (senza lasciare buchi). La salsa dovrà essere versata dall’esterno verso l’interno, forando onde concentriche.

Lasciare raffreddare la torta ricoperta di salsa al cioccolato in frigorifero per 3-4 ore, in modo che la salsa si solidifichi.

Servire la Torta Sacher intera o tagliata a fette, magari accompagnata da qualche ciuffo di panna montata.

 

Linzertorte

Linzertorte
Linzertorte

Linzertorte

La Linzerorte è una delle torte più antiche al mondo, creata in Austria, nella città di Linz per l’esattezza, e famosa già nel XVII secolo. Una ricetta semplice, a base di farina, burro, uova, cannella, nocciole e marmellata (preferibilmente scura), una sorta di crostata italiana ma con la base più alta e con le nocciole nell’impasto.
Una torta adatta da mangiare a colazione, a merenda, accompagnata da una tazza di the o come dessert al termine di una cena.

 


Ingredienti
:
350 gr di farina integrale
250 gr di nocciole
1 bustina di lievito per dolci
150 gr di burro
2 uova
150 gr di marmellata di fragole (o di ciliegie)
50 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di miele millefiori
1 cucchiaio di cannella in polvere

 


Preparazione
:
Versare le nocciole nel bicchiere del mixer e frullarle per ridurle in polvere.
In una ciotola, unire le nocciole in polvere, la farina integrale, il lievito per dolci, il burro a temperatura ambiente e tagliato a pezzettini, un cucchiaio di cannella in polvere e lo zucchero di canna.
Mescolare il tutto con le mani, per ottenere un composto “sbricioloso”.
Aggiungere ora le uova e il miele, continuare a impastare per ottenere una palla elastica e soda.
Avvolgere la palla di impasto nella pellicola e farla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, rivestire una tortiera di carta forno e preriscaldare il forno a 180 gradi.
Stendere l’impasto su una spianatoia infarinata con l’aiuto di un matterello (non create una sfoglia troppo sottile ma cercate di farle rimanere i bordi alti) e poi adagiarlo all’interno della tortiera, lasciandone un po da parte per formare le “strisce” della torta.
Spalmare la marmellata di fragole al centro della torta.
Con l’impasto tenuto da parte, realizzare delle strisce da mettere sulla marmellata per formare una griglia.
Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti.
Sfornare e far raffreddare prima di servire.