Crea sito

christmas

Pancake al grano saraceno

PANCAKE AL GRANO SARACENO

Golose frittelle preparate con uova e farina di grano saraceno, guarnite con banane, noci e sciroppo d’acero.

L’arrivo del week-end per me è sempre una vittoria, sia sotto l’aspetto lavorativo sia “culinario” perché la cosa che più mi piace fare il sabato mattina è coccolarmi con una colazione “speciale” fette biscottate con una marmellata mai provata prima, biscotti croccanti, toast, ciambelloni e plumcake, yogurt e cereali (o frutta) ecc..

Stamattina è il turno dei famosi pancake americani, preparati con farina di grano saraceno e guarniti con banana, frutta secca e sciroppo d’acero.

Che bontà!! Non si può cominciare male il fine settimana con una colazione simile 😉😉

 

 

Ingredienti:
1 banana
50 gr di farina di grano saraceno
1 uovo
1 cucchiaio di zucchero di canna
1/2 bustina di lievito per dolci
50 ml di latte (io io usato latte di soia ma va bene anche quello intero/parzialmente scremato)
20 gr di noci sgusciate (o mandorle, nocciole, insomma, la frutta secca che avete a disposizione)
Sciroppo d’acero q.b. (oppure miele liquido, in base ai vostri gusti)

 

 

Procedimento:

In una ciotola, sbattere l’uovo con lo zucchero di canna.

Aggiungere la farina di grano saraceno e il lievito per dolci e mescolare.

Aggiungere anche il latte e mescolare bene fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi.

Coprire la ciotola con la pellicola e riporla in frigorifero a riposare per 30 minuti.

Nel frattempo, sbucciare la banana e tagliarla a rondelle.

Trascorsa mezz’ora, ungere una padella con un filo di olio e, quando sarà calda, versare il composto con un mestolo nella padella e cuocere per circa 2-3 minuti a fuoco basso.

Girare il pancake sull’altro lato con l’aiuto di una paletta e ultimare la cottura.

Adagiare il pancake cotto su un piatto e proseguire con la cottura degli altri pancake, fino a finire il composto.

Servire i pancake impilandoli l’uno sull’altro, guarniti con le rondelle di banana, le noci sgusciate e una generosa colata di sciroppo d’acero.

Pandofrutta

Pandofrutta
Pandofrutta

Pandofrutta

Questo dolce l’ho realizzato come dessert a un pranzo di Natale (si veda la torta rossa 🙂 ) con un pandoro, crema pasticcera, tanta frutta fresca e zucchero a velo. Se non avete a disposizione il pandoro, potete usare anche il panettone, magari preferendo quello “semplice” o, al massimo, con i canditi e l’uvetta (evitate i panettoni ricoperti e farciti con salse). Per il ripieno, ho preparato la crema pasticciera ma, se preferite, potete optare per la crema chantilly.

 

 

Ingredienti:

1 pandoro

zucchero a velo q.b.

1 tazza di succo di frutta (o di latte)

frutta fresca q.b. (io ho usato banane, ananas, ribes, mandarini)

per la crema pasticcera: 4 tuorli, 1 bustina di vanillina, 50 gr di farina, 100 gr di dolcificante (o zucchero di canna o bianco), 250 ml di latte, 100 ml di panna fresca da montare

 

 

Procedimento:

Per la crema pasticcera, versare in un pentolino il latte, la panna, la bustina di vanillina (o la scorza di un limone, in alternativa) e portare a ebollizione, poi spegnere il fuoco.

Nel frattempo, separare i tuorli dagli albumi.

Unire i tuorli con il dolcificante e mescolare fino ad ottenere una crema omogenea.

Aggiungere la farina ai tuorli e continuare a mescolare.

Unire ora il composto ottenuto con il latte e la panna precedentemente cotti; mescolare bene poi riversare nel pentolino, accendere il gas e mescolare.

Quando la crema sarà ben densa, spegnere il fuoco, versarla in una ciotola capiente e lasciarla intiepidire.

Nel frattempo, tagliare il pandoro in fette orizzontali (e non verticali, come al solito).

Tagliare la frutta a pezzi.

Bagnare ogni fetta di pandoro con del succo di frutta (o latte), guarnire con la crema e dei pezzettini di frutta, e assemblare in pandoro.

Una volta “ricostruito” il pandoro nella sua forma originaria, decorare con la frutta rimasta, cospargere di zucchero a velo e servire.

Buon dessert!