bonci roma

Dove acquistare le colombe artigianali a Roma

Dove acquistare le colombe artigianali a Roma

Si avvicina il giorno di Pasqua e nelle vetrine delle pasticcerie spuntano le colombe artigianali, ricoperte di golosa glassa di zucchero e mandorle, avvolte in eleganti confezioni regalo.

Dal sapore simile a quello del panettone, la colomba è un tipico dolce italiano immancabile sulla tavola di ogni famiglia.

Come per il dolce natalizio, anche le colombe sono disponibili nelle versioni tradizionale, con gocce di cioccolato fondente, con canditi, e, talvolta, farcite con golosa crema al pistacchio o alla nocciola.

Dunque, siete alla ricerca delle migliori colombe sulla piazza romana??

Ecco a voi Dove acquistare le colombe artigianali a Roma!

 

 

 

Pasticceria Marinari (CORSO TRIESTE E VIALE ERITREA)

Un’istituzione nel Quartiere Africano, un piccolo paradiso dove fare ogni giorno un pit stop per assaggiare cornetti burrosi, biscottini da the (i biscotti al burro sono spaziali), mignon e maritozzi farciti con panna fresca.

Nel periodo pasquale, qui potrete trovare colombe artigianali al profumo d’arancia e amaretto, con un interno soffice e alveolato, glassate in superficie.

Tra le versioni disponibili potete scegliere la classica (con canditi), con scorze d’arancia o gocce di cioccolato.

Prezzo: 18€ al kg

 

 

Pasticceria LE LEVAIN (TRASTEVERE)

Una pasticceria dal nome e sapore francese dove, tra un macaron e l’altro, potrete assaggiare una delle colombe artigianali più buone al mondo.

Prodotte con farina del Molino della Giovanna e burro francese Elle & Vire, le colombe subiscono una doppia lievitazione e il risultato è un dolce soffice e alveolato, come la regola prescrive.

Le versioni proposte sono classica, con canditi e con gocce di cioccolato, tutte rigorosamente coperte di glassa, zuccherini e mandorle pelate.

Prezzo: 30€ al kg.

 

 

Antico forno Roscioli (TRASTEVERE)

Chi pensa a Roscioli come un semplice “forno di quartiere” si sbaglia di grosso: è tutto meno che un forno!

Qui, oltre a pizze e pani, potrete trovare biscotti, dolci da forno, pasticcini e sfizioserie tutte da gustare, dolci e salate!

Nel periodo pasquale vengono sfornate colombe dal colore ambrato, arricchite con miele di castagno Thun che contribuisce a scurire il colore dell’impasto e migliorarne il sapore.

Senza aromi naturali nè conservanti, le colombe sono fatte lievitare per 1 giorno intero e arricchite con scorze di arance candite a mano.

Ulteriormente, per i golosi sono disponibili la versione classica, con pere e cioccolato Valrhona, con albicocche e cioccolato al caramello.

Prezzi: da 25€ al kg.

 

 

DE SANTIS SANTACROCE (VIA DI SANTA CROCE IN GERUSALEMME 17)

Una pasticceria aperta sin dalle prime luci del mattino per deliziare i clienti con proposte sfiziose per la colazione, pranzo, brunch e aperitivo.

Il vanto di questa pasticceria sono le materie prime utilizzate, rigorosamente genuine, la lievitazione naturale di oltre 30 ore e la lavorazione artigianale di altissima qualità.

Le colombe pasquali sono preparate in 5 versioni: classica (con glassa di mandorle e canditi), all’albicocca, arancia e cioccolato, fragola e cioccolato, solo cioccolato.

Inoltre, da De Santis Santacroce troverete anche le specialità pasquali come la pastiera, la pizza di Pasqua e il casatiello.

Prezzi: da 18€ al kg.

 

 

Panificio Bonci (trionfale)

E’ impossibile passare davanti il Panificio Bonci e rimanere immuni da quel profumino di pizze e lievitati che fuoriesce dalla porta.

Le colombe sono spettacolari, burrose e profumate, preparate con ingredienti freschi e selezionati, come il burro Pamplie e uova fresche provenienti da fattorie italiane, con una lievitazione dell’impasto madre al 100% naturale.

Le versioni proposte sono classica, glassata alle mandorle e al cioccolato.

Per gli amanti del glamour, quest’anno le confezioni sono firmate da Lucamaleonte, Davide Sarti, Genevieve COco e Irene Mattacchioni.

Inoltre, per i più golosi, qui potrete trovare anche la famosa pizza dolce pasquale, al profumo di anice stellato e cannella.

Prezzi: 30€ al kg.

 

 

Pasticceria De Bellis (campo de’ fiori)

Le colombe di Andrea De Bellis si distinguono per la morbidezza e il profumo. Il segreto?

Certamente l’impasto, preparato con farina 00 del Molino Quaglia, uova fresche, canditi di agrumi di Sicilia, lievitazione a doppio impasto, vaniglia in bacche di Tahiti.

Due sono le versioni proposte: tradizionale e con scaglie di cioccolato fondente, entrambe elegantemente avvolte in una confezione raffinata e super chic.

Infine, per i più golosi sono disponibili anche uova al cioccolato e dolci pasquali come la pastiera.

Prezzo: 32€ al kg.

 

 

 

 

 

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

La città eterna non è famosa solo per la Carbonara e l’Amatriciana, e no!

Come si può non citare il mitico maritozzo?!?

La morbida brioche ripiena di panna montata, arricchita di uvetta e scorze d’arancia… Semplicemente irresistibile!

Il nome maritozzo si deve al fatto che la tradizione vuole che i fidanzati regalassero questa brioche alla loro fidanzata il primo venerdì di marzo, l’odierno San Valentino.

Il momento migliore per divorare un maritozzo? A colazione o a fine serata, proprio prima di rientrare a casa.

Ma un maritozzo vale l’altro? Assolutamente no!

Ecco a voi la mia classifica dei migliori maritozzi di Roma, in versione “diurna” e “notturna”..

 

 

Cristalli di zucchero, in via Valtellina (Monteverde) e in zona Circo Massimo

Un indirizzo da segnare assolutamente nella vostra agenda, perfetta per una colazione domenicale in zona Circo Massimo.
Il maritozzo è realizzato con olio extravergine di oliva e a lunga lievitazione (ben 72 ore!), morbido e non eccessivamente dolce.
Ultimata la cottura, il maritozzo viene ricoperto con una leggera glassa all’arancia oppure lasciato nella sua versione originale, da gustare vuoto o farcito con panna montata o crema pasticcera.
Oltre al maritozzo, la pasticceria è una vera leader nella produzione di tutti i lieviti: cornetti (il migliore? Farcito con crema e marmellata), fagottini al cioccolato o alla crema, danesi, girelle, parigine, ventagli.

 

 

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

 

 

Forno Mosca, in Via Candia (zona San Pietro)

Un forno storico, famoso per la pizza bianca da farcire con la mortazza, la pizza romana preparata con un impasto a lunga lievitazione, ma anche dolci, tra cui bigné, crostatine e i mitici maritozzi.

Questi ultimi sono prodotti con ingredienti pregiati: lievito naturale, farina semintegrale, burro di alta qualità.

I maritozzi hanno il sapore di una volta, sono freschi, morbidi, gustosi, ottimamente lievitati, serviti alla papalina  (senza panna ma con zucchero e uvetta) assolutamente degni di nota.

 

 

Pasticceria Romoli, in Viale Eritrea (quartiere africano)

La pasticceria più famosa del Quartiere Africano, dove faticherete a entrare il sabato e la domenica mattina.

La pasticceria Romoli è famosa per due prodotti: il profiteroles e i maritozzi.

Il maritozzo viene servito in tre varianti (vuoto, con panna, con cioccolato) ma, quello con la panna (fresca e rigorosamente montata a mano) è considerato, da molti, il migliore di Roma.

Tra i fan del maritozzo firmato Romoli, ci sono celebrities come Sergio Castellitto, Nanni Moretti e Liza Minnelli.

 

 

 

Pasticceria Regoli, in via dello Statuto 60 (zona Esquilino)

Pasticceria storica del quartiere Esquilino, aperta dal 1916 da Umberto Regoli e sua moglie, e oggi gestita dalla terza generazione.

Al bancone regnano i grandi classici: crostate, millefoglie, genovese con cioccolato o crema pasticcera, torte con la frutta, bignè e, infine, i maritozzi.

Qui il maritozzo è celestiale, morbido, ben lievitato, servito semplice (vuoto, con uvetta e pinoli) oppure spaccato a metà e farcito con panna montata fresca, una vera delizia!

 

 

 

Pasticceria Andreotti (Ostiense)

Una delle pasticcerie storiche di Roma, aperta dal 1931 e premiata dal Comune di Roma come “Negozio di Interesse Storico”, famosa per le torte e i lieviti.

A colazione l’offerta è ampia e c’è solo l’imbarazzo della scelta: cornetti (farciti o meno), maritozzi con panna normali o mignon, bombe alla crema o al cioccolato, crostatine, biscotti, ciambelle, brioche, fagottini, danesi, veneziane e ventagli, ma anche fette di ciambellone  e tortine di pasta frolla ripiene di crema o di marmellata.

I maritozzi sono semplicemente fantastici, morbidi, digeribili e ripieni di panna montata fresca di ottima qualità.

 

 

Panificio Bonci

Il Dio dei lievitati, Gabriele Bonci, famoso per il pane e la pizza, prepara con le sue sapienti mani maritozzi strepitosi, digeribili, arricchiti con canditi e pinoli, e farciti al momento con panna montata fresca.

I maritozzi sono davvero buoni, dolci al punto giusto, soffici e, chiaramente, altamente digeribili.

 

 

 

E se avete voglia di maritozzo a fine serata?

Correte da “Il maritozzaro” a Trastevere, dove i fratelli Agostini preparano leccornie dal 1960.

Il maritozzo qui è una piccola opera d’arte, realizzata in vari formati: piccolo, maxi, vuoto, farcito con panna montata o altre creme a scelta.

L’impasto è soffice, ben lievitato, fragrante, dolce al punto giusto.

La panna (rigorosamente fresca) viene montata al momento e il maritozzo farcito espresso…

Cosa si può volere di più??

 

 

 

Se siete in zona Colosseo, fate un breve pit stop da “L’Antica Cornetteria“, aperta 24 ore su 24, molto frequentata di notte e con un’ampia offerta di dolci (cannoli, bombe, maritozzi, cornetti) e salati (buone le pizze, le focacce e i supplì).

I maritozzi sono morbidi, profumati, preparati con margarina vegetale al posto del burro, serviti vuoti o ripieni di panna fresca.

A Ponte Milvio trovate “Cornetto Imperiale“, dove il maritozzo è preparato senza burro (sostituito da margarina vegetale naturale), senza lattosio (e quindi perfetto anche per gli intolleranti), altamente digeribile e a ridotto contenuto di grassi: quest’ultima affermazione è vera, chiaramente, solo nel caso in cui scegliate il maritozzo vuoto.

Ma come potete rinunciare alle mille varianti di ripieno offerte? Panna montata, panna allo zabaione, crema di pistacchio, nutella… mmm…

 

 

Le migliori pizze al taglio di Roma

Le migliori pizze al taglio di Roma
Le migliori pizze al taglio di Roma

Le migliori pizze al taglio di Roma

A chi non è mai capitato di andare in giro per strada e fermarsi ad annusare il profumino che proviene dalle pizzerie al taglio?

E quanti di voi, dopo essersi fermati per entrare, ci hanno ripensato dicendo “Sarà tutto fumo e niente arrosto?… Sarà la solita pizza gommosa? … Sarà digeribile?”.

Ecco allora una piccola guida per andare “a colpo sicuro” quando sentirete l’irresistibile profumo di pizza invadere le vostre narici..

Ecco a voi Le migliori pizze al taglio di Roma, quegli angoli di paradiso in cui vale veramente la pena entrare e fare una bella scorpacciata di carboidrati…

 

 

Alice Pizza

Un franchising presente in tutta Roma, il cui primo punto vendita ha aperto nel 1990 in Via delle Grazie, zona San Pietro.

Da allora, la pizza di Alice ha visto un crescente successo grazie alla bontà delle materie prime usate, tutte a km 0.

L’impasto è a preparato con farina del Molino IMO, priva di additivi, pochissimo lievito (1 cubetto da 25 gr viene usato per 25 kg di farina!) e sale.

Una volta lavorato, l’impasto viene lasciato lievitare per almeno 24 ore, per poi essere steso in teglia, farcito e cotto in forno.

Il risultato? Una pizza croccante, fragrante, saporita e altamente digeribile.

I prezzi sono leggermente alti, ma comunque giustificati dalla bontà del prodotto.

Le pizze vanno al kg: 13,50€ al kg la Marinara e la Margherita, 12€ al kg la rossa, 16€ al kg le bianche farcite.

 

 

 

Da Agostino (Corso Trieste)

Una storica pizzeria su Corso Trieste, sempre piena di studenti universitari, liceali e avventori occasionali che si lasciano tentare dal profumino di pizza calda che arriva fino in strada.

Una pietra miliare del quartiere Trieste, conosciuto da nonni, genitori e figli.. un vero pezzo di storia!

Le pizze sono basse, friabili, digeribili e super saporite. La migliore? La Margherita, ma anche i calzoni sono assolutamente degni di nota.

Le pizze vanno al kg: 8€ la bianca, 10€ la rossa, 14€ la margherita e le farcite. I calzoni costano 2,50€.

 

 

 

Pizzarium Bonci (Via della Meloria, Vaticano)

Una delle migliori pizze al taglio di Roma, preparate da Gabriele Bonci, con un impasto a base di farine biologiche macinate a pietra e lievito madre.

La lunga lievitazione garantisce una pizza croccante, digeribile, condita con ingredienti freschi e di qualità, con abbinamenti molto fantasiosi.

Alcuni esempi? Stracchino e prosciutto cotto, nduja e gorgonzola, provola e pancetta, broccoletti e taleggio.

Le pizze di Bonci sono delle vere opere d’arte e di sapore.. Manca solo la firma dell’autore!

I prezzi sono medio-alti, ma comunque rapportati alla qualità e alla bontà del prodotto servito.
 

Pane e tempesta (Via Giovanni de Calvi, Monteverde)

Un forno gourmet  aperto da poco ma diventato subito famoso per la bontà dei prodotti sfornati.
Il locale è piccolo ma ben arredato, in stile vintage, con un lungo bancone in legno che mette in bella mostra pizze, pani e dolci squisiti, come crostate, plumcake, ciambelloni, ecc.
Gli ingredienti usati sono tutti di prima qualità (lievito naturale e farine biologiche macinate a pietra), e gli impasti seguono tutti una lunga lievitazione, il che incrementa la digeribilità sia di pani che delle pizze.
Le pizze sono croccanti, friabili e saporite, proposte in migliaia di condimenti che variano in base alla fantasia del pizzaiolo.
Alcuni esempi? Le “pizze tempesta” con ricotta, mele speziate e melanzane, oppure guacamole, sedano e mandarino.
Il tocco in più? Le pizze vegane, come la pizza al tarassaco bio o quella con crema di carciofi.
Prezzi: 8€/kg la pizza bianca, 16/20€ al kg le pizze farcite e vegane.

Trieste (Via Urbana 112, Monti)

Una storica pizzeria pescarese che, da qualche anno, ha deciso di portare la bontà del suo unico prodotto anche nella capitale.
A Pescara, tutti conoscono “Pizzeria Trieste” e in tanto hanno cercato di imitarla ma nessuno c’è mai riuscito.
Le pizze servite sono proprio quelle di una volta: tonde, basse ma soffici, ben lievitate, cotte a puntino e condite con ingredienti freschi e genuini.
Il menu propone molteplici varianti: margherita, bianca con la mozzarella, con i funghi, con i frutti di mare, con friarielli piccanti e salsiccia, baccalà e peperoni, alici e pomodorini, ecc.
Le mie preferite? La Margherita e la Bianca con la mozzarella, senza alcun dubbio!
Prezzi: 2,50€ la margherita, 2,20€ la bianca con mozzarella, da 2,80€ a 3,90€ le farcite.

Angelo e Simonetta (Via Nomentana, 581 – Montesacro)

Una delle pizze al taglio più amate della capitale, dove Angelo e Simonetta preparano, sin dagli anni ’90, una pizza in teglia a lunga lievitazione ed estremamente digeribile.
Oggi la pizzeria è gestita dai fratelli di Angelo, che continuano a usare materie prime eccellenti e ad applicare la tecnica dell’impasto a lunga lievitazione (fino a 96 ore!).
Il menu propone, accanto alle pizze tradizionali (margherita, capricciosa, quattro stagioni, ecc.), pizze più stravaganti, come quella con crema di zucca gialla, stracchino, pepe bianco, pancetta e provola affumicata.
Un vero tripudio di sapori che vi conquisterà sin dal primo assaggio.
Il locale propone pizze al taglio e pizze alla pala, a prezzi molto competitivi.
Prezzi: 13,50€ la pizza alla pala con fiori di zucca.

Minipizza (varie sedi)

Il paradiso di chi vuole farsi una scorpacciata di pizza senza svuotare il portafoglio, perfetta da asporto o con consegna a domicilio.
Le pizze sono tonde (hanno lo stesso diametro di un piatto piano), sottili, croccanti e digeribili.
Oltre ai gusti classici (margherita, marinara, patate e salsiccia, quattro stagioni, ecc.), sono disponibili “pizze speciali” come la “Pecorita” (patate lesse, mozzarella, pancetta e pecorino) e la “Fiorita” (zucchine, pachino e fiordilatte).
Le mie preferite? La Cacio e pepe e la Boscaiola, senza dubbio!
I prezzi: da 2€ a 3,50€ per pizza, in base al condimento