Pinzimonio di verdure

Se volete imparare come fare il pinzimonio di verdure siete nel posto giusto, in questo post troverete alcuni conigli per presentare delle verdure fresche e croccanti e alcuni suggerimenti di salse per accompagnare il vostro pinzimonio di verdure.

Questa preparazione è uno dei modi migliori per gustare le verdure crude si presta bene per un aperitivo estivo o per aprire in leggerezza un pranzo o una cena.

Pinzimonio
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
192,48 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 192,48 (Kcal)
  • Carboidrati 18,20 (g) di cui Zuccheri 10,78 (g)
  • Proteine 3,34 (g)
  • Grassi 12,26 (g) di cui saturi 1,74 (g)di cui insaturi 0,24 (g)
  • Fibre 7,63 (g)
  • Sodio 290,82 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 150 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti:

  • 2carote
  • 1finocchio
  • 2 costesedano
  • 1peperone dolce (rosso)
  • olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe bianco in grani

Strumenti:

  • 1 pelapatate
  • 1 coltello affilato
  • 1 tagliere
  • 1 bicchiere grande
  • 1 bicchiere piccolo

Preparazione:

Le verdure per un perfetto pinzimonio devono essere fresche, anzi freschissime perché verranno consumate fresche e senza cottura, i consiglio quindi di prenderle dal vostro fruttivendolo di fiducia e porre molta attenzione alla provenienza. Inoltre utilizzate verdure di stagione, utilizzare verdure non di stagione è un controsenso perché le verdure coltivate in serra hanno meno sapore e meno profumo.
  1. Per avere un buon pinzimonio è importante il modo in cui si tagliano le verdure, vi consiglio di tagliarle a bastoncini abbastanza spessi così che sotto i denti si possano sentire e vi permettano di assaporarne il gusto.

  2. Tagliate a bastoncino il sedano e le carote, i finocchi invece possono essere sfogliati così che la parte concava venga utilizzata quasi come se fosse un cucchiaio. Io se ho dei finocchi molto grandi e con i gambi li taglio ugualmente a bastoncino come le altre verdure.

  3. Vi consiglio di lasciare i rapanelli interi, se vi piace il sapore delle cipolle utilizzate quelle rosse di tropea tagliatele a spicchi. Per i peperoni invece utilizzate quelli rossi maturi tagliati a striscioline uniformi.

    Le verdure tagliate tendono ad annerirsi e a deteriorarsi velocemente, per lasciarle croccanti e di bell’aspetto vi consiglio, una volta tagliate di immergerle in acqua fresca e lasciarle riposare in frigorifero fino a quando non le servirete in tavola.

  4. Per servire il pinzimonio avrete bisogno di una salsa d’accompagnamento, la classica si realizza con dell’olio extra vergine d’oliva, sale e pepe. Vi consiglio di utilizzare un olio molto fruttato ed aromatico, un fior di sale e di non tritare il pepe con il macinino ma di schiacciarlo con la parte piatta della lama così che sia più aromatico e intenso il suo profumo.

    Se volete una salsa originale potete utilizzare la classica salsa verde del bollito (leggi qui la ricetta completa) una maionese allo zenzero (leggi qui la ricetta completa o una senapette (leggi qui la ricetta completa.

    Il vostro pinzimonio di verdure è pronto!

  5. Pinzimonio di verdure

Consigli per l’impiattamento:

Disponete le verdure in un bicchiere profondo e capiente che possa contenerle tutte, in contenitori più piccoli mettete il sale, il pepe e l’olio extra vergine d’oliva. Ogni commensale potrà aromatizzare l’olio a piacimento creando la sua salsa.

Quale vino abbinare:

E’ molto difficile abbinare un vino al pinzimonio per via del sapore molto persistente di alcune di esse che potrebbe influenzare nettamente il sapore del vino. Per questo motivo vi consiglio un vino leggere e aromatico che ne possa esaltare il sapore senza andare in conflitto, ad esempio potete servire un Gewürztraminer del Trentino Alto Adige.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento