Crea sito

Chiacchiere ricetta classica di Carnevale

Le chiacchiere ricetta classica di carnevale, ecco alcuni suggerimenti e consigli se volete provare a prepararle a casa. La preparazione non è difficile e richiede solo piccole accortezze. Le altre ricette classiche di carnevale, oltre alle chiacchiere sono le castagnole, le chiacchiere al forno e gli gnocchi dolci. Se volete in alternativa alle chiacchiere ricetta classica potete realizzare anche della chiacchiere al forno o delle chiacchiere senza lievito.

chiacchiere

Ecco cosa vi serve:

  • 1 pentola da 3-4 lt
  • 1 ciotola
  • 1 sbattitore (o una planetaria/impastatrice)
  • 1 sfogliatrice (o mattarello)

Ingredienti  per 20 frappe:

  • 330 gr di farina 00
  • 2 uova intere
  • 33 gr di burro
  • 1 cucchiaio di zucchero abbondante
  • La scorza di un limone non trattato
  • 2 gr di lievito
  • Un pizzico di sale
  • Zucchero a velo per spolverare (a piacere)
  • 1,5 lt olio per friggere

Quale vino abbinare: vi suggerisco un vino liquoroso aromatico come ad esempio del Marsala o del vinsanto toscano per servire le chiacchiere ricetta fritta.

Procedimento

Partiamo dall’olio da utilizzare per la frittura, potete usare vari tipi di olio, per i dolci di carnevale io utilizzo l’olio di girasole. Di solito quest’olio non viene sconsigliato per friggere perché ha un punto di fumo abbastanza basso 160° che lo rende inadatto alla cottura di carne e pesce (180-170°). I dolci di carnevale però sono spesso impasti con lievito, la cottura quindi a 150-160° è più che sufficiente, l’olio di girasole non ha un gusto troppo presente e il fritto è molto asciutto.

Consiglio l’olio di girasole anche perché prodotti economici per friggere sono a base di olio di girasole con l’aggiunta di olio di palma per alzare il punto di fumo… quindi meglio l’originale puro che quello tagliato per i fritti dolci.

Mettete gli ingredienti nella ciotola e iniziate ad amalgamarli tra di loro, se avete un’impastatrice il procedimento è molto rapido, bastano 5-6 minuti per ottenere una palla di impasto base.

20140223_122025

Se non avete l’impastatrice potete creare la fontana, aggiungere il burro, l’uovo, lo zucchero e tirare la pasta fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico molto simile alla pasta fresca fatta in casa.

20140223_121550

Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti (non serve in frigorifero) in una ciotola ricoperta da carta per alimenti.

Trascorso il tempo iniziate a stendere l’impasto. Io per semplificare ho utilizzato una sfogliatrice con spessore 3, serve che l’impasto sia sottile e ben steso. A seconda delle ricette e dei gusti potete trovare spessori differenti che vanno dai 2 ai 3 mm. Sappiate che 2 mm la chiacchiera risulterà croccante e sottile, mentre 3 mm avrà più consistenza sotto i denti e l’impasto sarà più presente.

Data l’elasticità dell’impasto potete stenderlo tutto e poi iniziare a friggerlo, state solo attenti che la pasta tende a restringersi e quindi alzarsi un pochino diventando più cicciotto. Vi consiglio di friggere le frappe quasi istantaneamente così l’effetto risalita è minimo.

Stendete la pasta in fogli rettangolari e con l’aiuto di una rotella dentata date la forma classica.

20140223_130032

Tagliate i bordi e create dei rettangoli da 15cm x 8cm, al centro praticate uno o due tagli, così che in cottura le chiacchiere si possano aprire e permettere all’impasto di crescere.

20140223_130111

Mettete l’olio sul fuoco e provate la temperatura con delle palline di pasta.

20140223_130807

Quando l’olio è in temperatura iniziate a friggere. Per evitare di scottarmi io utilizzo la schiumarola per immergere le frappe nell’olio bollente.

20140223_132410

Non mettete tutte le chiacchiere nell’olio assieme e in un’unica soluzione o abbasserete la temperatura dell’olio rovinando il risultato finale. Io friggo 3-4 massimo 5 frappe alla volta e appena una è pronta ne inserisco un’altra.

Tenete d’occhio le chiacchiere, tendono a colorirsi abbastanza velocemente nel lato immerso nell’olio, mentre il lato superiore rimane molto bianco. Per girare le chiacchiere sull’altro lato mi aiuto con la schiumarola facendo pressione su un lato e facendola ruotare.

20140223_132848

Le chiacchiere ricetta classica sono pronte quando sono gonfie e dorate in modo uniforme su entrambe i lati. Il fritto deve essere asciutto e le chiacchiere non devono essere intrise di olio. Per questo appena le estraete dalla pentola mettetele ad asciugare su un foglio di carta assorbente.

Le vostre chiacchiere ricetta classica sono pronte!

chiacchiere ricetta

Consigli per l’impiattamento: vi suggerisco una spolverata di zucchero a velo sulle chiacchiere fritte e il gioco è fatto, non serve altro per presentare questo piatto in tavola.

Cosa ne pensi di questa ricetta? Hai altri consigli o suggerimenti d’aggiungere? Non ti resta che cucinarla e farmi sapere tutti i tuoi commenti!

Se questa ricetta vi è piaciuta non dimenticate di leggere le altre ricette  e mettete “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook per ricevere le ricette che pubblichiamo giornalmente!