Cenci toscani, ricetta classica

Oggi vediamo la ricetta dei cenci toscani un dolce tipico di carnevale preparato in toscana. L’aspetto è molto simile alle chiacchiere o alle frappe ma con alcune modifiche nell’impasto, la preparazione non è difficile e richiede solo piccole accortezze. Ecco i miei consigli per preparare dei cenci croccanti e friabili che faranno impazzire i vostri ospiti e i vostri commensali.

Cenci toscani

clock  

Tempo: 40 min.

tempo  

Porzioni: 2

difficolta  

Difficoltà: bassa

porzioni  

Costo: 2 euro persona

Ecco cosa vi serve:

  • 1 pentola da 3-4 lt
  • 1 ciotola
  • 1 sbattitore (o una planetaria/impastatrice)
  • 1 sfogliatrice (o mattarello)

Ingredienti  per 20 frappe:

  • 250 gr di farina 00
  • 2 uova intere
  • 100 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 1/2 bicchiere di vin santo
  • zucchero a velo per la decorazione

Quale vino abbinare: vi consiglio un vin santo del chianti classico, un abbinamento classico e tradizionale, se cercare un abbinamento particolare potete provare le frappe con un passito da meditazione.

Procedimento

Mettete gli ingredienti nella ciotola dell’impastatrice e iniziate ad amalgamarli tra di loro, se avete un’impastatrice il procedimento è molto rapido, bastano 5-6 minuti per ottenere una palla di impasto base. Se non avete l’impastatrice potete creare la fontana, aggiungere il burro, l’uovo, lo zucchero e tirare la pasta fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico molto simile alla pasta fresca fatta in casa.

Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti (non serve in frigorifero) in una ciotola ricoperta da carta per alimenti.

Trascorso il tempo iniziate a stendere l’impasto, potete utilizzare la sfogliatrice dell’impastatrice o a mano con il mattarello, io per semplificare ho utilizzato una sfogliatrice con uno spessore di  3-4 mm. Stendete la pasta in fogli rettangolari e con l’aiuto di una rotella dentata date la forma classica.

Tagliate i bordi e create dei rettangoli da 15cm x 8cm, al centro praticate uno o due tagli, così che in cottura le frappe si possano aprire e permettere all’impasto di crescere.

Potete usare vari tipi di olio, per i dolci di carnevale io utilizzo l’olio di girasole. Di solito quest’olio non viene sconsigliato per friggere perché ha un punto di fumo abbastanza basso 160° che lo rende inadatto alla cottura di carne e pesce (180-170°). La cottura dei dolci invece avviene a circa 150-160°

Mettete l’olio sul fuoco e provate la temperatura con delle palline di pasta, quando l’olio è in temperatura iniziate a friggere. Per evitare di scottarmi io utilizzo la schiumarola per immergere i cenci toscani nell’olio bollente.

Friggete i cenci poco alla volta 3-4 massimo o rischiate di abbassare troppo la temperatura dell’olio e non ottener un risultato molliccio. I cenci sono pronti quando hanno un colore omogeneo su entrambe i lati, appena le estraete dalla pentola mettetele ad asciugare su un foglio di carta assorbente.

I vostri cenci toscani sono pronti!

Cenci toscani

Consigli per l’impiattamento: zucchero a velo, o zucchero a velo vanigliato come se fosse un giorno di neve a Natale!

Cosa ne pensi di questa ricetta? Hai altri consigli o suggerimenti d’aggiungere? Non ti resta che cucinarla e farmi sapere tutti i tuoi commenti!

Se questa ricetta vi è piaciuta non dimenticate di leggere le altre ricette  e mettete “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook per ricevere le ricette che pubblichiamo giornalmente!