Pasta e fagiolini in bianco

La pasta e fagiolini in bianco, è una ricetta semplice che fa parte della nostra cultura e tradizione meridionale, della cucina povera di un tempo quando si coltivava la terra e poi si aspettava con pazienza e speranza il raccolto. Si cucinava questa pietanza semplice e genuina nella stagione estiva in cui abbondavano  i fagiolini verdi teneri. Avendo avuto la possibilità di acquistare già ora che siamo addirittura in inverno, i fagiolini naturalmente coltivati in serra (ci accontentiamo :)) ho anticipato questa ricetta di mia preferenza. La pasta e fagiolini in bianco è una ricetta sbrigativa e fresca, semplice da preparare e gustosa.


  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gPasta (Formato ditali)
  • 200 gFagiolini
  • 1Patata
  • 2Cipolle
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • 6Pomodorini
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Pentola
  • Padella

Preparazione

  1. Mondare i fagiolini eliminando quindi le punte spezzettare e lavare. Pelare la patata, tagliarla a dadini e sciacquare sotto acqua corrente.        

  2. Mettere i pezzi di patata nella pentola con acqua fredda abbondante sul fornello e aggiungere la pasta e i fagiolini quando l’acqua è in ebollizione. Cuocere per circa una decina minuti.

  3. Nel frattempo in una padella con olio extravergine di oliva a fuoco basso, dorare la cipolla tagliata a listarelle e far appassire dentro i pomodorini.

  4. Scolare la pasta al dente e condire infine ogni piatto con l’olio extravergine di oliva cipolla e pomodorini.

Pasta e fagiolini in bianco

Consigli per la pasta e fagiolini in bianco I fagiolini devono essere tuttavia freschi per la buona riuscita della ricetta semplice e genuina. Vanno consumati al massimo dopo tre giorni dall’acquisto e la loro corteccia deve essere liscia. E’ una ricetta pratica che si può mangiare anche fredda. Si può preparare in anticipo facendo attenzione alla cottura della pasta (bastano cinque minuti dall’ebollizione) e la si può portare ai picnic o anche al mare. E’ digeribile e stuzzica quando a causa del troppo caldo viene a mancare l’appetito.

Una ricetta finalmente alla portata veloce e pratica.

Vieni inoltre a sbirciare sui miei social pinterest instagram twitter facebook

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da specialit

La cuoca che recupera nasce dalla riconoscenza che mia mamma esprimeva riguardo alla mia cucina, creativa e gustosa con quello che c’era in casa. Aprire il frigorifero e inventare ricette con gli ingredienti a disposizione è una soddisfazione, si risparmia, si svuota il frigo e si mangia anche bene :) ve lo la cuoca che recupera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.