Crea sito

Gelatina di mele cotogne preparata con le cortecce

Non la mangiavo da un po’ la gelatina di mele cotogne. Nei miei ricordi che risalgono a quando ero bambina, mi è rimasta molto impressa quando un amica un amica della Svizzera feancese ce la fece assaggiare per la prima volta.
Aveva conservato le cortecce delle mele cotogne e poi capii perché lo aveva fatto.
Anche se sembrava una cosa strana a vedersi il risultato fu poi eccellente.
Ne uscì una morbida e golosa gelatina dolce ma di un dolce delicato assai piacevole che mai scorderò.
Ho riprovato finalmente la stessa emozione con il profumo della gelatina di mele cotogne che emanava durante la cottura.
Questa naturalmente è una ricetta da preparare in un secondo tempo. Dopo aver fatto la marmellata per adoperare le cortecce di mele cotogne indispensabili.

GELATINA DI MELE COTOGNE
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaFrancese

Ingredienti

  • 300 gMele Cotogne (Utilizzare solo le cortecce)
  • 170 gZucchero
  • 100 mlVino bianco (Secco)
  • 100 mlAcqua
  • 2 cucchiaiSucco di limone
  • q.b.Cannella in polvere
  • 4Chiodi di garofano
  • Gelatina in fogli (1 confezione)

Strumenti

  • Pentola a pressione
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Nella pentola a pressione portare a ebollizione vino, zucchero, acqua, cannella e quattro chiodi di garofano.
    Aiutare a sciogliere lo zucchero rimestando con un cucchiaio di legno.

  2. Unire le cortecce cotogne, chiudere la pentola con coperchio e calcolare dieci minuti sin da quando raggiunge il massimo vapore e si abbassa la fiamma.
    Togliere le scorze di mele cotogne cotte.

  3. Passarle al passino e versare nella pentola e continuare la cottura per due/tre minuti senza coperchio.
    Far raffreddare.

  4. Nel frattempo preparare la gelatina facendo ammorbidire i fogli ricoperti di acqua per una decina di minuti.
    Strizzarli un po’ e scioglierli sulla fiamma senza far bollire.

  5. Unire la gelatina nella pentola cucinata e miscelare bene.

    Versare nei barattoli sterili e fare e praticare il sottovuoto. Servire volendo anche con qualche scorzetta di mele cotogne cotte per decorare.

Gelatina di mele cotogne preparata con le cortecce

Questa gelatina di mele cotogne è una ricetta ritrovata, attuabile in questa stagione in cui Dio ci regala questo frutto che cucinato è buonissimo in tutti i modi.

Una ricetta un pò impegnativa ma vale la pena provare.

Anticamente tuttavia si usava esporli aspettando la maturazione e nello stesso tempo profumavano la casa.

Vieni inoltre a sbirciare sui miei social pinterest instagram twitter facebook

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da specialit

La cuoca che recupera nasce dalla riconoscenza che mia mamma esprimeva riguardo alla mia cucina, creativa e gustosa con quello che c’era in casa. Aprire il frigorifero e inventare ricette con gli ingredienti a disposizione è una soddisfazione, si risparmia, si svuota il frigo e si mangia anche bene :) ve lo la cuoca che recupera.

4 Risposte a “Gelatina di mele cotogne preparata con le cortecce”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons