POLPETTE DI TONNO E CECI

POLPETTE DI TONNO E CECI – Ricetta di Piero Benigni – Delicate, profumate e buonissime, queste polpette che ripropongono il perfetto abbinamento tonno e ceci piacciono proprio a tutti. Sono adatte come antipasto, specialmente prima di piatti di mare, ma anche come pietanza o spuntino a tutte le ore, sia in casa che in ufficio, a scuola, in viaggio o in vacanza. Si preparano facilmente in circa un’ora con tonno sott’olio e ceci già lessati. Le vedete fatte in forno per una maggior leggerezza, ma metto anche le indicazioni per friggerle. In fondo alla ricetta trovate i link per altre polpette semplici e buone.

Polpette con tonno e ceci
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per circa 25 polpette

  • 200 gtonno sott’olio (peso sgocciolato)
  • 230 gceci in scatola (peso sgocciolato)
  • 200 gpatate
  • 1uovo (grande)
  • 1 cucchiaiocapperi sotto sale (o sotto aceto)
  • 1acciuga sott’olio (2 filetti)
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • q.b.pangrattato
  • q.b.sale
  • q.b.pepe (aggiunta a piacere)

Per le polpette di tonno e ceci vi servono

  • Forno
  • Pentolino x le patate
  • Schiacciapatate
  • Colino
  • Ciotola
  • Tagliere
  • Coltello
  • carta da forno
  • Teglia
  • Bilancia
  • Frullatore a immersione

Preparazione

  1. Polpette di tonno e ceci

    Per prima cosa lavate e mettete a lessare 200 g di patate in acqua fredda salata come quella della pasta. Aprite la confezione di ceci, sgocciolateli e metteteli nella ciotola ma conservate un po’ della loro acqua di cottura nel caso dovesse servire. Frullateli col pimer a immersione fino a che non avete una crema uniforme. Mettete il tonno in un colino, apritelo con una forchetta, bagnatelo con un cicchetto di vino bianco secco e lasciatelo a scolare l’olio fino a che la patata non sarà cotta.

  2. Polpette di tonno e ceci

    Mentre la patata cuoce lavate bene i capperi, che possono essere sia sotto sale che sotto aceto, poi asciugateli e metteteli sul tagliere. Aggiungete i due filetti di un’acciuga sott’olio dopo averli asciugati con carta da cucina e tritateli finemente con i capperi. Tritate un ciuffo di prezzemolo. Quando le patate si faranno infilzare bene dalla forchetta pelatele e passatele da calde con lo schiacciapatate direttamente nella ciotola. Aggiungete il tonno ben sfatto con la forchetta, il trito di prezzemolo, i capperi, le acciughe e se volete anche del pepe, che ci sta molto bene. Mischiate bene, assaggiate e mettete a punto di sale. Aggiungete l’uovo e mischiate di nuovo bene. L’impasto sarà poco denso, quindi dovete aggiungere pangrattato e mischiare fino a che non sarà abbastanza sodo e non attaccherà più alle dita: ce ne vorranno probabilmente 7-8 cucchiai colmi.

  3. COTTURA IN FORNO

    Accendete il forno a 180 °C senza ventilazione con calore sopra e sotto. Spargete su di un piatto 2 cucchiai di pangrattato. Prendete l’impasto con un cucchiaio – io uso una pinza da gelati con la coppa molto piccola – e con le palme delle mani appena unte di olio fateci delle palline pressando bene, poi rotolatele sopra il pangrattato in modo che lo prendano. Le polpette crude dovrebbero essere sui 25-30 g l’una, ma soprattutto è importante che siano per quanto possibile dello stesso peso per avere una cottura uniforme. Man mano che le fate mettetele sulla teglia su cui avrete steso un foglio di carta da forno. Disponetele con ordine distanziate fra loro. Se volete spennellatele con un po’ d’olio di oliva, che renderà la superficie più morbida una volta cotte.

    Mettetele in forno a metà in altezza e cuocetele per 30 minuti o comunque fino a quando non saranno leggermente dorate, con la superficie crettata e morbide dentro se si schiacciano. Induriranno quanto necessario freddandosi ma devono restare sempre soffici dentro, non cuocetele troppo. Potete servirle calde, tiepide e fredde. Se avanzano, sono ottime ripassate in padella con una salsina di pomodoro

    FRITTURA

    Per friggerle usate l’olio di arachidi, che dovrà essere abbondante e attorno ai 150,° in modo che le polpette impieghino 3 o 4 minuti a cuocersi diventando dorate all’esterno. In questo modo si cuociono bene anche dentro. Se invece l’olio è troppo caldo, si avvampano subito e in un minuto sono già scure e da togliere, ma con l’interno ancora crudo.

    Usate un fornello non piccolo e un recipiente pesante. Non mettetene troppe tutte assieme, meglio due o tre alla volta ogni minuto che passa, così le seguite bene e senza problemi. Quando le togliete, scolatele bene e appoggiatele su carta da cucina.

    Si conservano un paio di giorni in frigo dentro un contenitore a chiusura ermetica e si possono congelare, con una durata di tre mesi nel freezer. Si possono congelare anche da crude e allora si metteranno in forno (o nell’olio bollente se le friggete) da congelate, come escono dal freezer.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.