Crea sito

POLPETTE DI MORTADELLA

POLPETTE DI MORTADELLA – Ricetta di Piero Benigni – Queste polpette, che vedete in parte fritte e in parte cotte in forno, sono delicate, facili da fare e buonissime. Sono adatte come pietanza, come contorno o ancora come stuzzichino o antipasto. Si possono portare al lavoro, a scuola, in viaggio o in vacanza.

Polpette di mortadella
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 200 gmortadella
  • 2uova
  • 150 gpangrattato (circa)
  • 60 gmollica (di pane)
  • 60 golive verdi (denocciolate e tritate)
  • 200 gpatate (1 patata media)
  • 60 gformaggio (parmigiano o pecorino)
  • 1 bicchierelatte
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • q.b.noce moscata
  • 2 fogliesalvia (o qualche fogliolina di timo)
  • q.b.sale

Per le polpette di mortadella vi serviranno

  • Fornello oppure forno
  • 2 Ciotole
  • Tagliere
  • Coltello
  • Ciotola
  • Padella per friggere o teglia da forno
  • Cucchiaio di legno o fruste elettriche
  • Bilancia

Preparazione

RICETTA DI PIERO BENIGNI

Queste polpette sono facili da fare e con risultato garantito. Iniziate mettendo a lessare in acqua fredda poco salata la patata. Fate a pezzetti la mollica di pane, mettetela in una ciotola e bagnatela col latte in modo che si inzuppi bene. Tritate minutamente la mortadella facendola a quadrucci e tritate le olive verdi, il prezzemolo e la salvia. Grattate il formaggio. Mettete tutti questi ingredienti nella ciotola e mischiateli sommariamente col cucchiaio di legno.

Quando la patata sarà cotta schiacciatela e aggiungetela nella ciotola insieme alla mollica ben strizzata dal latte. Mischiate ancora e assaggiate per mettere a punto di sale: ne dovrebbe servire poco, un pizzico o due, perché la mortadella è saporita di suo. Aggiungete le uova e grattate un’ombra di noce moscata, poi mischiate bene e intimamente a mano oppure con le fruste, il che è sicuramente più veloce e comodo. Valutate se l’impasto è giustamente sodo.

Probabilmente sarà poco denso e dovrete aggiungere qualche cucchiaio di pangrattato. Mischiate bene e quando sarà a punto cominciate a fare le polpette, prima prendendolo col cucchiaio e rotolandolo fra le palme delle mani unte con qualche goccia di olio di oliva, poi rotolando le polpette sul tagliere dove avrete sparso 2 cucchiai di pangrattato. Fatele delle dimensioni di una noce grande oppure, se volete servirle come antipasto o stuzzichini, fatele più piccole, come una ciliegia grande.

Friggetele in abbondante olio di arachidi tenuto alla giusta temperatura, attorno ai 150-160°. Ci dovrebbero mettere un paio di minuti a colorarsi di un bel colore beige scuro: se impiegano meno, l’olio è troppo caldo e non cuociono bene nell’interno. Se le fate piccole ci metteranno meno. Toglietele, scolatele bene e mettetele sopra carta da cucina per far assorbire l’olio residuo.

In alternativa potete cuocerle in forno e saranno sicuramente più leggere e salutari: con un pennello ungetele leggermente di olio di oliva, schiacciatele un po’ e mettetele sulla teglia sopra un foglio di carta da forno. Cuocetele in forno statico a 180°, con calore sopra e sotto e nella posizione di metà in altezza. Dopo 10 minuti giratele. Saranno pronte in 15-20 minuti, quando apparirà qualche incrinatura e avranno preso un bel colorino beige chiaro.

Servitele calde, tiepide o fredde. Si accompagnano bene con insalata verde o mista con pomodori, con verdure sottaceto o sott’olio, con salse come la maionese o lo tzatziki. Buon appetito!

VARIANTI ALLA RICETTA

In queste polpette sono possibili alcune varianti tra gli ingredienti. Si possono sostituire le patate lesse con egual peso di zucchine lessate, oppure farlo solo in parte sempre mantenendo il peso totale attorno ai 2 etti. Si possono aggiungere alcuni cucchiai di ricotta o di formaggio spalmabile come lo stracchino o simili. Si possono aggiungere 2 o 3 cucchiai di granella di pistacchi, che legano molto bene con la mortadella.

  1. Si taglia a quadrucci minuti la mortadella

  2. Si mischiano tutti gli ingredienti con le fruste o a mano

  3. Polpette di mortadella

    Si fanno le polpette, prima fra le mani leggermente unte di olio, poi rotolandole sul pangrattato

  4. Polpette di mortadella

    Le polpette fritte in olio di arachidi

  5. Polpette di ceci

    Oppure cotte in forno dopo averle leggermente unte di olio di oliva

Queste polpette di mortadella si conservano 3 giorni in frigorifero tenute in un recipiente chiuso o protette con pellicola alimentare. Si possono congelare sia da crude che da cotte: nel primo caso friggetele o cuocetele in forno come escono dal freezer, nel secondo fatele scongelare per un giorno nel frigorifero oppure col microonde.

Se la ricetta ti piace, clicca QUI e metti il tuo MI PIACE sulla homepage di Facebook :
per me è molto importante e tu riceverai le nuove ricette. Grazie!
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.