Succo di arancia, vari abbinamenti

Succo di arancia - Estratto d'arancia

Il succo di arancia fatto in casa è il migliore estratto per la stagione invernale – primaverile. Quest’inverno ho sperimentato diversi abbinamenti con altra frutta e/o verdura di stagione utilizzando l’estrattore.


E’ sempre meglio sbucciare gli agrumi: arance, mandarini, pompelmi… prima di utilizzarli nell’estrattore. Il loro contenuto di oli essenziali nella buccia può dare un sapore amaro e poco gradevole all’estratto. La buccia del limone, invece, se biologica si può utilizzare poiché se ne usa poca.


STAGIONALITA’
#arance – in base alla varietà: da novembre a giugno
#clementine – da settembre a marzo
#mandarini – da novembre a marzo

#carote – tutto l’anno
#limoni – tutto l’anno
#kiwi – autunno e inverno
#sedano – tutto l’anno
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni1 bicchiere grande
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaSalutare

SUCCO DI ARANCIA – vari abbinamenti

Arance (ml 250)

  • 2Arance (circa 350 g)

Arancia, banana e carota (ml 300)

  • 1arancia (circa 150 g)
  • 1banana (circa 150 g)
  • 1carota bio (circa 100 g)

Arancia e mela (ml 250)

  • 1arancia (circa 170 g)
  • 1mela (circa 170 g)
  • carota (circa 50 g)
  • Zenzero (facoltativo)

Arancia, kiwi e … (ml 300)

  • 2Arance (circa 350 g)
  • 1Kiwi (circa 100 g)
  • 10mandorle sgusciate (facoltativo)
  • 4foglie basilico (facoltativo)

Arancia e cavolo nero (ml 250)

  • 2Arance (circa 350 g)
  • 4 foglieCavolo nero (o riccio)
  • 1fettina zenzero

Arancia, limone e sedano (200 ml)

  • 1arancia (circa 180 g)
  • limone bio (circa 60 g)
  • Sedano (15 – 20 g)

Strumenti

  • Estrattore

SUCCO DI ARANCIA – vari abbinamenti

prima di azionare l’estrattore controllare sempre che il tappo dosatore sia chiuso
  1. SOLO ARANCE (circa ml 250)

    Sbucciare le due arance e tagliarle a pezzi delle dimensioni adeguate (due spicchi).

    Finita l’estrazione, aprire il tappo dosatore e versare il succo ottenuto nel bicchiere.

    Arancia, banana e carota (circa ml 300)

    Prima di tutto lavare bene la carota biologica e toglierle solo gli estremi, poi tagliarla a rondelle o a barrette sottili. Sbucciare l’arancia e dividerla a pezzi di due spicchi. Sbucciare la banana e tagliarla a rondelle. Introdurre tutti gli ingredienti in modo alternato nell’estrattore e lasciarlo andare fino a che il succo è perfettamente miscelato.

    Arancia e mela (circa ml 250)

    Lavare bene mezza carota biologica e tagliarla a rondelle, tagliare una fettina sottile di zenzero e lavarla. Questi due ingredienti si possono omettere.

    Sbucciare l’arancia e dividerla a pezzi di due spicchi. Lavare e sbucciare la mela solo se non biologica (se biologica tenere la buccia), poi toglierle il torsolo e tagliarla in quattro o sei fette grosse. Introdurre gli ingredienti alternati nell’estrattore e lasciarlo andare fino a che il succo è perfettamente miscelato.

    Arancia, kiwi e … (circa ml 300)

    Prima di tutto, in poca acqua tiepida mettere in ammollo 10 mandorle (si possono lasciare da mezzora a 4 – 5 ore).

    Sbucciare le due arance e dividerle a pezzi di due spicchi. Lavare il kiwi (non sbucciare se biologico) e tagliarlo a pezzi.  Introdurre gli ingredienti nell’estrattore in questo ordine: arance, kiwi, mandorle scolate e 4 foglie di basilico; lasciarlo andare fino a che tutto è ben miscelato.

    Arancia e cavolo nero (circa ml 250) Sbucciare le due arance e dividerle a pezzi di due spicchi. Lavare le foglie di cavolo (nero e/o riccio) e arrotolarle su se stesse nella parte corta. Introdurre nell’estrattore gli ingredienti  a turno e lasciarlo andare fino a che il tutto è completamente spremuto.

    Arancia, limone e sedano (circa 200 ml) Sbucciare l’arancia e dividerla a pezzi di due spicchi. Lavare il limone biologico e usarne metà con la buccia e a pezzi. Lavare il gambo di sedano e tagliarlo a pezzi corti. Cominciare l’estrazione inserendo per prima il sedano. Una volta che tutti gli ingredienti sono ben miscelati aprire il tappo dosatore e versare l’estratto in una tazza.  

I suggerimenti di Sara

Se il succo è troppo denso, allungare con dell’acqua.

Agli estratti si può aggiungere sempre un piccolo pezzetto di zenzero fresco e/o di radice di curcuma.

Bere l’estratto di arancia immediatamente dopo averlo prodotto, per non fargli perdere gusto e valore nutritivo naturale.  

Leggi anche ESTRATTO di RAPA ROSSA, diversi abbinamenti

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.