Crea sito

Pesto di cavolo nero – ricetta rapida

pesto di cavolo nero_ricetta ORTAGGI che passione

Il pesto di cavolo nero è un ottimo sugo per la pasta. Semplice, rapido da preparare e buonissimo. Una salsa invernale dal sapore toscano in alternativa al pesto genovese con il basilico (tipicamente estivo). Ai miei familiari piace tantissimo.

Il cavolo nero è un ortaggio della tradizione toscana, coltivato in tutta Italia, le caratteristiche si possono leggere QUI.

STAGIONE migliore per la raccolta del cavolo nero (o riccio):  da novembre ad aprile
(dopo le prime gelate diventa più tenero e saporito)

 pesto di cavolo nero_Sara Grissino
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni6 dosi
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

la stessa ricetta si può preparare con il cavolo riccio (nome inglese Kale)

Pesto di cavolo nero

  • 80 gfoglie di cavolo nero (piccole e tenere)
  • 25 gfrutta secca mista (mandorle e pinoli*)
  • 20 gacqua di cottura (cavolo nero)
  • 20 gOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale

Ingredienti facoltativi

  • 1/4 spicchioAglio
  • 1 pizzicoPeperoncino in polvere

Strumenti

  • Pentola
  • Tritatutto (o un mortaio)

Preparazione

  1. preparazione pesto di cavolo nero

    PESTO di CAVOLO NERO

    1. Lavare le foglie del cavolo nero ed eliminarne la costa centrale e dura.

    2. Sbollentarle in poca acqua calda per circa 3 minuti o in pentola a pressione per un minuto (chi ha problemi a digerire l’aglio può lessarlo assieme al cavolo nero).

    3. Scolare le foglie lessate e tenere da parte la loro acqua di cottura.

    4. In un mortaio (o in un mixer tritatutto), prima macinare la frutta secca assieme all’aglio (senza anima), il peperoncino e il sale. Poi mettere le foglie del cavolo nero cotte e poca acqua di cottura.

    5. Pestare (o tritare) il tutto e all’occorrenza aggiungere dell’olio extravergine e/o dell’altra acqua di cottura (quella che serve per raggiungere una consistenza morbida e cremosa).

VARIANTI

* come frutta secca (sgusciata o pelata) si possono utilizzare: anacardi, mandorle, nocciole, noci, pinoli, pistacchi…

La ricetta Bimby la trovi qui.

UTILIZZARE con la pastasciutta

Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e condirla con il pesto di cavolo nero diluito con poca acqua di cottura e/o altro olio extravergine di oliva.
Aggiungere un cucchiaio per commensale di formaggio grattugiato e/o pecorino (per i vegani: una spolverata di lievito alimentare).
Rigirare e servire.

variante CRUDISTA – RAW FOOD

Per un pesto di cavolo nero crudo utilizza solo le foglie più tenere e centrali.

SPECIALE come

sugo della pastasciutta, nelle lasagne, sulla pizza, come pinzimonio (deve essere molto liquido), su una fetta di pane…

Per una BRUSCHETTA vegetariana super

Porre sopra a del pane toscano tostato, una fetta di formaggio (tipo caciotta, scamorza, taleggio…) e poi spalmarci sopra abbondante pesto di cavolo nero.

CONSERVAZIONE

Conservare il pesto di cavolo nero in contenitori ermetici e cospargere la sua superficie con un filo di olio extra vergine, per evitare il formarsi di muffe e l’ossidazione.
In frigorifero si conserva per una settimana.
In freezer si conserva per sei mesi.

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2013 - 2019 all rights reserved - ORTAGGI CHE PASSIONE by Sara