Crea sito

Risotto al Radicchio Rosso e Stracchino

Risotto al radicchio rosso e stracchino

Il risotto al radicchio rosso e stracchino è nato da un’idea di Antonella Clerici trovata nel suo libro. Ok, è nato un piatto diverso, ho diminuito le dosi e non ho messo il lardo affettato… non ho cotto il radicchio nel forno… lo ammetto… sono una pessima riproduttrice di ricette, ma il risotto era buonissimo!

Tempo di preparazione:10 minuti

Tempo di cottura: 13 minuti

Porzioni: 2

Ingredienti:

  • 180 gr di riso Arborio (Lovetaly)
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 200 gr di radicchio rosso
  • ¼ di cipolla bianca piccola
  • Brodo vegetale
  • 70 gr di stracchino morbidissimo
  • 1 foglia di alloro
  • Sale

Procedimento:

  • Lavate il radicchio e affettatelo sottile.
  • Pulite il pezzetto di cipolla che utilizzerete.
  • Nel mixer mettete la cipolla e l’alloro lavato.
  • Tritate finemente.
  • In un tegame da risotto mettete il vino.
  • Unite il riso e rosolate con il trito di cipolla e alloro.
  • Cuocete aggiungendo il sale e il brodo che serve, mano a mano che si consumerà il precedente.
  • A cottura ultimata togliete dal fuoco.
  • Unite il radicchio affettato e la crescenza.
  • Mescolate velocemente.
  • Servite caldo.
Print Friendly, PDF & Email

9 Risposte a “Risotto al Radicchio Rosso e Stracchino”

  1. Ciaotesoor come stai?? Ti scrivo oggi per invitarti al mio nuovo contest “I dolci del cuore”, ti aspetto nel mio blog per tutte le notizie in merito!Un bacione e complimenti per il risotto è delizioso!!Imma

  2. Io credo che le ricette si possano modificare a proprio piacimento per cui se non hai riprodotto fedelmente il testo pazienza, di sicuro anche le varianti personali sono molto buone ^_^

  3. Conosco molto bene il risotto al radicchio ed è favoloso, ma l’abbinamento con lo stracchino mi è nuovo, sicuramente lo proverò. Bella ricetta Nonna Papera :))))

  4. Cristina, questa ricetta giunge a fagiolo!Qualche giorno fa parlavo con mia madre del risotto al radicchio, che nessuna delle due ha mai preparato… ma che deve essere proprio buono.In Rete ci sono tante ricette, ma perché andare in giro a cercare… se la Cristina ce lo serve su un vassoio d’argento?!Brava!!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.