panbrioche light

Vi piace il panbrioche? Io lo adoro in tutte le sue forme, chi mi segue da un pò sicuramente ha visto che ultimamente sto sperimentando sempre forme nuove, ripieni diversi …

Dopo mille prove ho trovato il giusto equilibrio tra sofficità e leggerezza, volevo ottenere un panbrioche che fosse si soffice, ma che non contenesse uova nè burro e finalmente ci sono riuscita!

Nella foto che segue vi ho messo la “prova del dito” 🙂 Provare per credere

panbrioche light

Vi consiglio di provare questa ricetta, da quando l’ho provata la prima volta non l’ho più abbandonata e tutte le mie focacce degli ultimi tempi hanno “lei” come base 🙂 Soffice, delicata, profumata ma al tempo stesso leggera….

INGREDIENTI:

300 gr farina manitoba

200 gr farina 00

3 gr di lievito secco (o 12 gr di lievito di birra)

20 ml olio extravergine d’oliva

260 ml latte tiepido

1 cucchiaino raso di zucchero

sale q.b.

 

Per impastare io uso la macchina del pane, la trovo estremamente comoda e veloce, ma se non l’avete va benissimo un comune impastatore o meglio ancora le vostre abili mani 🙂

Inizio col miscelare le due farine, aggiungo il lievito granulare ed il cucchiaino di zucchero (se usate il lievito di birra scioglietelo nel latte), aggiungo anche l’olio ed avvio l’impastatrice, dopo qualche istante inizio ad aggiungere il latte a filo fino ad esaurimento .

Aspetto che la macchina del pane crei una palla e solo a quel punto aggiungo il sale (io ne metto un cucchiaio raso), lascio ancora impastare e lievitare per almeno due ore al buio ed in luogo tiepido ed asciutto.

Per mia abitudine e comodità, preferisco usare poco lievito ed allungare notevolmente i tempi di lievitazione, se ne avete la possibilità potete ridurre il lievito anche a 2 grammi, lasciate riposare poi l’impasto per circa due ore, poi lo lavorate, create il panbrioche che volete e lo lasciate lievitare ancora almeno 3 ore sempre in luogo tiepido ed asciutto.

In genere io impasto ad ora di pranzo ed inforno circa 6 ore dopo, in questo modo posso risparmiare sul lievito ed ottenere un prodotto finale ancora più digeribile 🙂

Se volete vedere cosa ho creato con questa fantastica ricetta, potete dare un’occhiata alla torta di rose salata o alla treccia di panbrioche , intanto vi ringrazio per avermi letta fin qui e vi aspetto nella mia pagina facebook che potete trovare qui 🙂

28 Commenti su Panbrioche light

  1. Ciao, volevo sapere se in questa ricetta la farina 00 e la manitoba potevano essere sostituite con la farina di riso. Grazie

  2. Ciao,sono capitata per caso in questo sito..innanzitutto complimenti per le tue ricette..oggi ho fatto il Danubio con questo panbrioche..l’aspetto é ottimo non vedo l’ora di assaggiarlo!!! 🙂

  3. volevo sapere cosa pensi del lievito madre liofilizzato….l’ho trovato in buste al supermercato e c’è scritto di metterne 35 gr ogni 500 di farina….che dici?

    • Ciao Giovanna, personalmente non ho mai utilizzato il lievito madre liofilizzato, credo che comunque abbia componenti chimici che poi non si discostano tanto dal lievito di birra granulare, ma parlo da profana e sinceramente non saprei darti indicazioni più precise a riguardo. Ultimamente uso spesso il lievito granulare in bustine e devo dire che mi trovo molto bene, sicuramente non è un prodotto esente da agenti chimici, ma a volte capita di non avere il lievito di birra fresco ed allora rimedio così 🙂

  4. Ciao sono di nuovo io!! 🙂 volevo dirti che il Danubio con questo panbrioche era spettacolare e leggerissimo!! Fatto e spazzolato in circa 2 minuti… Grazie per questa ricetta la userò molto spesso… 😉

    • Ciao Ilaria 🙂 Che piacere leggere che il panbrioche ha avuto successo! Anche io, da quando l’ho “adottato” oramai lo uso x tutte le preparazioni rustiche 🙂 Grazie per averlo provato ed… alla prossima ricetta!!!!

  5. Scusami in questa ricetta ho notato che metti 20ml di olio d’oliva mentre nelle altre ricette fatte sempre con questa base hai messo 70 ml qual’e’ la giusta quantita’? Grazie mille

  6. quindi per la stella e il girasole di panbrioche il dosaggio dell’olio e’ di 70g
    vorrei farla e volevo essere sicura grazie

  7. Ciao desidero avere un informazione: ma con questo pan brioche si possono fare delle brioche x la colazione e farcirle a piacere, magari con un po’ di marmellata? Grazie anticipatamente…

    • assolutamente si, l’impasto si presta davvero a mille usi e la tua idea è decisamente buona 🙂 Mi sa che il prossimo weekend proverò a farle anche io. P.S. : puoi anche congelarne una parte 😉

  8. Ciao, finalmente ho provato questa base per una treccia farcita con cotto e formaggio…che dire…è STREPITOSO…morbidissimo fino al giorno dopo (ne era avanzato giusto un pezzetto).
    Volevo farti una domanda…a tuo parere per fare una focaccia farcita divido l’impasto a metà e stendo una parte sotto e una sopra o meglio che quella sopra sia di minore spessore? Non vorrei che il ripieno risultasse tutto sul fondo.
    Complimenti davvero per la tua creatività!

    • Ciao Ingrid, innanzitutto grazie per i complimenti e benvenuta su Mollichedizucchero, per quanto riguarda il panbrioche puoi esattamente utilizzarlo per realizzare una focaccia, gli strati dovranno essere di uguale misura, magari stendili un po’ più sottili perché con questo caldo la pasta tende a lievitare velocemente. 🙂

  9. Ciao e tantissimi complimenti per il tuo blog, veramente bello. Volevo chiederti se volessi fare delle brioche dolci, tipo cornetti, devo aumentare la dose di zucchero o queste dosi vanno bene sia per impasti dolci che salati.? Grazie mille.

    • Ciao Maria, grazie mille per i complimenti e benvenuta su Mollichedizucchero 🙂 Per quanto riguarda la versione dolce io ti consiglio di togliere completamente il sale e di aumentare lo zucchero a 100 gr (magari aumenta un po’ anche il latte giusto per mantenere la stessa consistenza). Se devi farcirle con qualcosa di dolce metti meno di 100gr se devi mangiarle invece senza nulla ti consiglio di provare così 🙂

    • Ciao, non ho indicato tempi e temperatura di cottura perchè molto varia in base al tipo di ricetta ed alla forma che si vuole dare, per una focaccia normale i tempi sono all’incirca di 25 minuti a 180°, ma conviene sempre regolarsi in base al proprio forno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.