Crea sito

Calamarata alla Trabaccolara

Questa ricetta a origini Viareggine, nasce come piatto povero perché veniva realizzato con tipi di pesce di fondale che rimanevano invenduti, come ad esempio la gallinella, lo scorfano ecc, io ho aggiunto le triglie che come lo scorfano sono pesci dalla carne saporita, un primo piatto davvero eccellente.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti

  • 500 gdi pesce a filetti tra scorfano, gallinella e triglie di scoglio
  • 1/2 tazza da caffèdi vino bianco
  • 1 ciuffodi prezzemolo
  • 1 spicchiod’aglio
  • 4pomodorini maturi
  • 1peperoncino secco
  • 4 cucchiaidi olio extravergine di oliva
  • 1/2cipolla di tropea
  • 350 gdi pasta del tipo calamarata

Strumenti

  • 1 Casseruola – antiaderente ampia

Preparazione

  1. 1 Sciacquare e togliere la pelle al pesce (io ho usato i filetti per non avere l’inconveniente delle lische).

  2. 2 Tagliare a tocchetti.

  3. 3 Fare appassire la cipolla tritata con l’aglio a spicchi oppure intero e il peperoncino a metà nell’olio, dopo qualche istante unire i pomodorini tagliati a cubetti.

  4. 4 Aggiungere il pesce, fare rosolare e sfumare con il vino e infine aggiustare di sale.

  5. 5 Cuocere la pasta in abbondante acqua, scolare e mantecare con il sugo e poca acqua di cottura.

  6. 6 Cospargere con il prezzemolo tritato e servire.

Conservazione

Si consiglia di consumare appena pronto.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.