Crea sito

Risotto ai porcini e zafferano ricetta facile e gustosa

riso ai porcini

Rieccomi qui con una ricettina facile facile e tanto gustosa! Oggi ci coccoliamo con un bel primo piatto, raffinato e deciso. Un bel risotto ai porcini e zafferano. Si prepara senza troppa fatica ed è perfetto per ogni occasione, un pranzo domenicale, una cenetta romantica ecc ecc… Per questa ricetta ho utilizzato lo zafferano in pistilli e qui di seguito vi spiego come fare un risotto usando i pistilli o la bustina in polvere. Vediamo insieme il procedimento.

Altre ricette che potrebbero interessarti:
Apericena, ricette facili veloci e gustosissime
Lonza di maiale al latte morbida e succosa
Crostata favola
Conchiglie al forno con macinato funghi e besciamella

Altri articoli che potrebbero esserti utili:
Conversione burro/olio
Dosi pan di spagna, come scegliere la teglia giusta
Come sostituire il latte nelle ricette

riso ai porcini
  • CostoEconomico
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gRiso
  • 200 gFunghi porcini (surgelati o freschi a seconda della stagionalità)
  • Zafferano in pistilli (4-5 pistilli a persona; oppure 1 bustina in polvere)
  • q.b.Cipolle
  • q.b.Vino bianco
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Parmigiano Reggiano DOP
  • q.b.Acqua (o brodo vegetale)

Preparazione

  1. Per preparare il vostro gustosissimo risotto ai porcini e zafferano dovete per prima cosa pensare allo zafferano. Se, come me, utilizzate i pistilli, sappiate che vanno messi in infusione in acqua ben calda, non bollente, almeno un’ora prima.

  2. Questo permetterà ai pistilli di rinvenire e sprigionare tutto il loro caratteristico colore, profumo e aroma. Prendete quindi un bicchiere, riempitelo per metà di acqua calda o brodo e aggiungete all’interno 4-5 pistilli a persona.

  3. Mi raccomando, l’acqua (o brodo) non dev’essere bollente altrimenti finirebbe per alterare le proprietà dei pistilli. Coprite il bicchiere con un piattino e lasciate in infusione per circa un’ora.

  4. Altra cosa importante da sapere è che lo zafferano in pistilli, dopo l’infusione, va aggiunto alle pietanze solo a cottura quasi ultimata perchè il calore, appunto, altera le sue proprietà.

  5. Se invece usate lo zafferano in bustina vi basterà versarla nel risotto senza seguire la procedura dell’infusione.

  6. Trascorso il tempo di infusione procedete pure alla realizzazione della ricetta. Prendete una casseruola abbastanza capiente, versate all’interno qualche cucchiaio di olio d’oliva. Fatelo scaldare per qualche secondo e poi unite un po’ di cipolla tagliata finemente.

  7. Fate appassire la cipolla a fiamma bassa. Unite i porcini (i miei erano surgelati) e fateli cuocere per qualche minuto per far ritirare l’acqua che rilasceranno.

  8. Successivamente versate all’interno il riso e fatelo tostare per qualche minuto mescolando con una spatola. Sfumate poi con un po’ di vino bianco e fate completamente evaporare.

  9. A questo punto aggiungete, un po’ alla volta, acqua calda o brodo (che potete preparare anche la sera prima) per cuocere il riso. Regolate di sale.

  10. A fiamma bassa, quindi, fate cuocere il riso, aggiungendo i liquidi caldi appena si ritirano. A cottura ormai terminata versate i pistilli rinvenuti insieme all’acqua.

  11. Mescolate con un mestolo e, se vi piace, aggiungete una noce generosa di burro, allontanate la padella dal fuoco e amalgamate con un mestolo.

  12. Per finire aggiungete un po’ di parmigiano grattugiato, amalgamate e servite ben caldo il vostro risotto ai porcini e zafferano. Buon appetito e alla prossima ricetta.

  13. P.s.

    Se volete un risotto dal colore giallo più intenso dovete usare più pistilli di zafferano, circa 10 a persona.

    Se preferite un risotto più cremoso dovete aggiungere più acqua (o brodo) durante la cottura e mantecarlo, a fiamma spenta, con burro e parmigiano grattugiato.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...