Pizza napoletana con solo 4 g di lievito

Pizza napoletana ricetta base: sottile, croccante, profumata e gustosa. Un impasto semplice con solo 4 g lievito su quasi un chilo di farina.  Ovviamente richiede una lievitazione lunga ma il risultato premia con una pizza napoletana davvero molto leggera e digeribile. A proposito di lievitazione lunghe, finalmente ho deciso di far nascere il mio  lievito madre, ci pensavo da un anno ma non avevo il coraggio di avventurarmi in un’impresa semplice ma che richiede tanta costanza. A tal proposito ho creato l’evento sulla mia pagina Facebook Il Mio Saper fare e in tanti hanno aderito…adesso non posso più tirarmi indietro 🙂 Siete dei nostri? Vi aspetto!

Pizza napoletana con solo 4 g di lievito blog il mio saper fare

Pizza napoletana con solo 4 g di lievito

Ingredienti per 6 pizze medie

  • 500 grammi di farina manitoba ( la farina manitoba rende l’impasto più elastico)
  • 250 grammi di farina 00
  • 500 ml di acqua
  • 1-2 cucchiai di sale
  • 4 grammi di lievito di birra
  • olio evo q.b.
  • passata di pomodoro q.b.
  • mozzarelle q.b.

Procedimento:

Pizza napoletana con solo 4 g di lievito blog il mio saper fare

  1. Mescolate le farine. Sciogliere il lievito nei 500 ml di acqua.
  2. In una ciotola, a mano o con la planetaria, impastare per circa 5 minuti metà della farina con l’acqua.
  3. Unire il sale e la restante farina, continuare ad impastare per 15 minuti circa.
  4. Il risultato è un impasto appiccicoso, prelevarlo dalla ciotola e infarinarlo. Far lievitare in un contenitore capiente coperto con un panno umido per circa due ore.
  5. Trascorso il tempo, dividere l’impasto in 6 pagnotte e sistemarle separatamente in bustae per alimenti (quelle utilizzate per congelare). Riporre in frigo per un’intera notte.
  6. Togliere le pagnotte dal frigo 4 ore prima di cuocerle.
  7. Fare la pizza: infarinare e stendere sottile la pagnotta con le mani o con il mattarello, adagiare la pizza  su di una teglia rivestita da carta forno e condirla con passata di pomodoro, mozzarella a pezzetti e un filo di olio evo.
  8. In forno preriscaldato a 200/250, posizionando la teglia sul fondo del forno, per circa 10/15 minuti, deve risultare ben cotta. Negli ultimi minuti di cottura si può passare la teglia sotto il grill.
  9. Gustare la pizza napoletana calda.

N.B.: solo dopo la lievitazione delle 4 ore possiamo congelare l’impasto

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette, restare in contatto con me e partecipare all’evento “Lievito Madre”  Da lunedì 10/06/2013 realizzeremo tutti insieme il favoloso lievito madre. Per me è la prima volta, ho deciso di chiamarlo Loti 🙂 Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE.

standart-facebook-ico

Precedente Panini piuma soffici soffici Successivo Girella di pasta sfoglia farcita con spinaci,ricotta e prosciutto

37 commenti su “Pizza napoletana con solo 4 g di lievito

  1. maddalena il said:

    ma una domanda: perchè far stare l’impasto per una notte intera chiuso in una busta di plastica? in quel modo non può neanche lievitare perchè intrappolato in poco spazio. materialmente a cosa serve? Grazie 🙂 e complimenti per il blog

    • loti64 il said:

      Ho seguito la ricetta e le indicazione di una mia amica…credo che la busta di plastica serva a mantenere umido l’impasto, il frigo rallenta la lievitazione…è davvero ottima credimi 🙂

  2. roberta il said:

    si o fatto quella napoletana però ti chiedo se stà 2 notti in frigo cosa succede
    ti spiego ;non o tirato fuori il lievito dal frigo in tempo per fare la pizza era tardi
    ti richiedo cosa succede se la faccio domani
    ciao scusa se sono noiosa

    • loti64 il said:

      Ciao Roberta, fammi capire il lievito sta nel frigo o l’impasto? Non sei noiosa..anzi però voglio capire bene <3 Aspetto notizie 🙂

  3. Patrizia il said:

    Come al solito sei sempre bravissima!!
    Una domanda: posso usare il lievito di birra disidratato? se sì, quanto ne dovrei mettere??
    Grazie mille. Un bacio

    • loti64 il said:

      Ciao Patrizia, lo puoi usare ma l’odore secondo me è più persistente. Io ne aggiungerei meno di mezza bustina 🙂 Fammi sapere,sono curiosa<3

  4. cara marisa, proprio ieri ho provato l’impasto così solo con acqua al 70% , come dice il pizzaiolo che esce alla prova del cuoco, e poi ho fatto lievitare in frigo poer 24 ore. Su 1000 gr. farina 7 gr, lievito e la focaccia è venuta ottima e digeribilissima e poco olio perchè l’ho messo solo all’impasto fatto nella planetaria prima di metterlo in frigo in un contenitore coperto. Ciao, ormai non cambio più modo di fare la focaccia o la pizza.

  5. fra il said:

    ciao vorrei prepararla sabato,ma vorrei capire con esatezza quanto sale devo mettere? un cucchiaio corrisponde a 15 gr di sale e 2 a 30 gr….. aspetto tue notizie….grazie

    • loti64 il said:

      Ciao cara
      molto dipende dai gusti…15/20 g di sale a kg di farina dovrebbe andare bene. Io consiglio sempre di assaggiare gli impasti. Fammi sapere 🙂

  6. vorrei chiederti come mai non viene messo l’olio ? e poi visto che non ho la carta da forno posso ungere la teglia con l’olio? oppure mi consigli di andarla a comprare. infine volevo dirti che ho messo l’impasto a lievitare e quindi suppongo che lo metterò in frigo intorno le 7, per poi uscirlo domani intorno le 16…..secondo te sta troppo tempo in frigo

    • loti64 il said:

      Ciao 🙂
      l’olio dove non viene messo? Puoi evitare la carta forno ma devi ungere bene la teglia con l’olio. Per l’impasto in frigo tranquilla…anche se rimane ore in più non succede nulla 🙂 Fammi sapere cara 🙂

        • loti64 il said:

          Capito…questa ricetta non lo prevede 🙂 ma ti garantisco che è saporita e croccante lo stesso 🙂 un filo olio per condirla ci vuole 🙂 Un bacione

  7. Rosa il said:

    Ciao, complimenti per il blog, volevo una precisazione: quando dici “Togliere le pagnotte dal frigo 4 ore prima di cuocerle” durante queste quattro ore le pagnotte devono stare chiuse nella busta o vanno tolte e messe all’aria coperte con un canovaccio?
    Ti ringrazio

  8. federica il said:

    Ciao Marisa e Buon Anno! ti volevo chiedere qual è la tempistica e modalità per scongelare i panetti una volta congelati ed inoltre se la ricetta può essere adattata anche alla farina integrale. Grazie

      • federica il said:

        …li vorrei congelare perché ogni tanto mi capita di portarmi avanti durante la settimana per il week end e quindi volevo preparare i panetti in anticipo per poi scongelarli all’occorrenza. Si può fare giusto? ho visto che era indicata la possibilità di congelarli dopo la lievitazione finale delle 4 ore. grazie mille di tutto, è davvero bello poter contare su qualcuno per consiglio di cucina (fino a 2 anni fa chiedevo sempre alla mia mamma ma purtroppo lei è mancata…).

        • loti64 il said:

          Ciao cara Federica
          è un pacere per me poterti aiutare <3 Puoi congelare i panetti di circa 200/250 g dopo la lievitazione oppure congelare i panetti già stesi senza condirli, al bisogno scongeli, fai lievitare, condisci e cuoci 😉 Ti aspetto su Facebook 😉

  9. Claudia il said:

    Ciao scusa hai usato lievito di birra liofilizzato o fresco? Io solitamente lo uso secco
    Auguri con la pasta madre ci ho provato per mesi..sembrava bella Mapei era tutto immancabile x acidità…

  10. Marianna il said:

    ciao, posso sostituire il lievito di birra con il lievito madre? In quali quantità? I tempi di lievitazione sono poi gli stessi?

    • loti64 il said:

      Certo 😉 Calcola circa 150 g di lievito rinfrescato su mezzo kilo di farina e una lunga lievitazione sino al raddoppio 😉 Ti puoi regolare come fai di solito per i lievitati 😉 Fammi sapere !

    • loti64 il said:

      I tempi di lievitazione sono più lunghi 😉 devi aspettare sempre il raddoppio e molto dipende anche dalla forza del tuo lievito madre 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.