Crea sito

Lasagne finocchio, arancia e zafferano

Le lasagne finocchio, arancia e zafferano sono le prime dell’autunno. Le ho condite con dei piccoli e ancora timidi finocchi, che ho spadellato con un’arancia a spicchi, miele e zafferano, e poi provolone piccante e besciamella: sono lasagne vegetariane inconsuete e buonissime. L’idea mi è venuta ripensando ad una salsa all’arancio che conosco, fatta con miele e zafferano. Ho usato gli stessi ingredienti per queste lasagne vegetariane, che, tra l’altro, sono molto più digeribili delle classiche lasagne al ragù. Lasciatevi incuriosire dalle lasagne finocchio, arancia e zafferano, e provate a prepararle!
A proposito: per i curiosi (cioè quelli che, come me, sperimentano in cucina) ecco due ricette dolci da abbinare a queste lasagne:
Torta portokalo, ricetta greca all’arancia
e
Crema allo zafferano con lingue di gatto alla cannella.

Lasagne finocchio, arancia e zafferano
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gfinocchi (3 piccoli)
  • 1arancia
  • 1 cucchiaiomiele
  • 1 cucchiainosemi di finocchio
  • 50 gburro
  • 3 cucchiaifarina
  • 700 mllatte
  • q.b.sale
  • 200 gprovolone piccante
  • 150 glasagne sottili all’uovo (8 sfoglie sottilissime)
  • 0.4 gzafferano (1 bustina)

Come preparare le lasagne finocchio, arancia e zafferano

Prepariamo il condimento

  1. Per cominciare, tagliamo a fettine i finocchi ben lavati e mettiamoli in padella con una noce di burro e un cucchiaino di semi di finocchio. Poi aggiungiamo l’arancia pelata e tagliata a spicchi non troppo grandi — e accendiamo una fiamma vivace. Quindi lasciamo cuocere almeno cinque minuti; abbassato il fuoco, uniamo sale, miele e zafferano sciolto in una tazzina d’acqua. A questo punto la nostra priorità sarà permettere ai sapori di mescolarsi bene, perciò spegniamo il fuoco e mettiamo il coperchio.

Facciamo la besciamella

  1. Lasagne finocchio, arancia e zafferano

    Lasciamo sciogliere 30 gr di burro in un pentolino antiaderente, poi aggiungiamo la farina e una presa di sale, facendo tostare un attimo questo composto. Infine, versiamo il latte (meglio se tiepido), colandolo a filo e sempre mescolando con una frusta in modo da evitare grumi. Dopo poco avremo una salsa morbida e cremosa, alla quale (in questo caso) aggiungeremo 200 gr di provolone a pezzetti. Scaldiamo ancora mescolando e, una volta sciolto completamente il formaggio, spegniamo il fuoco.

Montiamo le lasagne

  1. Le lasagne sottilissime che si trovano spesso nel banco frigo sono molto comode. Però devono piacere: alcuni preferiscono quelle più spesse e ruvide, In effetti per il ragù le lasagne ruvide sono senz’altro più adatte, ma per queste ricette veloci e non troppo alte, io preferisco queste altre, fresche e sottilissime che non c’è bisogno di cuocere in anticipo.

    Stendiamo un cucchiaio di besciamella sul fondo di una pirofila e compriamo con un primo strato di lasagne, che ricopriremo con altra besciamella, coi finocchi e poi di nuovo con le lasagne. Così di seguito facciamo cinque strati di lasagne. Il risultato non sarà molto alto perché, appunto, le lasagne sono molto sottili. Aggiungiamo tutto il condimento restante per chiudere, e inforniamo a 180° per venti minuti al massimo.

Parliamo di pasta e verdura

Con la nuova tendenza, che limita la carne e favorisce la verdura, la pastasciutta con la verdura è sempre più presente sulle nostre tavole. Io ne sono felice, perché avendo radici siciliane conosco molte ricette e l’ho sempre mangiata e cucinata. Le lasagne vegetariane in particolare, mi danno grande soddisfazione, come del resto tutta la pasta al forno. Quest’inverno sul mio blog ne vedrete delle belle; per ora mi limito a rimandare i lettori golosi alla ricetta della pasta con le sarde, finocchio selvatico e zafferano. Una bontà che, forse, riusciremo a cucinare ancora una volta prima del freddo.

TORNA ALLA HOME se questa ricetta ti è piaciuta: ne troverai molte altre, vegetariane, dolci e salate. Seguimi su Facebook, dove potremo restare in contatto per scambiare idee e consigli.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.