Crea sito

Filetto di maiale e chutney di pera

Filetto di maiale e cutney di pere

Piatto di carne da primo autunno, il filetto di maiale e chutney di pera mi ha dato grande soddisfazione. Io non cucino molta carne (soprattutto, poca carne rossa, maiale e pollo un po’ di più). Ma il filetto di maiale mi piace tanto, è magro, morbido e si presta a preparazioni aromatiche: in questo caso chutney di pere con uvetta e zenzero. Questo piatto di carne arrosto è perfetto per il pranzo della domenica e, anche se non fa ancora freddo, si accompagna molto bene con il purè di patate. Senza fare primo piatto, potreste accompagnare il filetto di maiale e chutney di pera con un plumcake salato, formaggio e un bel budino fresco, ad esempio il budino persiano.

filetto di maiale e cutney di pera
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il filetto

Servirà uno spago da arrosto.
  • 500 gfiletti di maiale (è uno solo)
  • 100 gpancetta
  • 2 fogliealloro

Per il chutney di pere

  • 300 gpere (6 pere Coscia, per me)
  • 125mela Renetta (1 mela )
  • Mezzacipolla bianca
  • 50 mlsucco di limone
  • 30 guvetta
  • 20 gzenzero fresco
  • 100 mlaceto di mele
  • 2chiodi di garofano
  • q.b.peperoncino (macinato)
  • 30 gzucchero di canna
  • 1 cucchiaiomiele
  • q.b.sale e pepe

Come preparare filetto di maiale e chutney di pera

Il chutney di pera, una volta sul fuoco, cuoce circa lo stesso tempo del filetto.

Arrostiamo il filetto di maiale

  1. Filetto di maiale e cutney di pera

    Cominciamo avvolgendo il filetto con la pancetta, legandolo con uno spago da arrosto e aggiungendo, sopra e sotto, una foglia d’alloro. Quindi facciamolo rosolare a lungo in una padella antiaderente ben calda, rigirandolo bene da ogni parte, fino a che la pancetta non diventi croccante.

    Ci vorranno circa venti minuti e, a quel punto, il filetto sarà cotto. Spegniamo il fuoco e teniamo tutto da parte.

Prepariamo il chutney di pera

  1. Filetto di maiale e cutney di pere

    Sbucciamo e puliamo le pere e la mela, tritiamo la cipolla e grattugiamo lo zenzero. Quindi, in un pentolino versiamo l’aceto, il succo di limone e le spezie che servono e portiamo ad ebollizione. Aggiungiamo ora tutti gli ingredienti che restano, e cioè: frutta, cipolla e zenzero, zucchero e uvetta. Conserviamo il miele.

    Lasciamo cuocere a fuoco basso, fino a quando i liquidi saranno evaporati e la frutta sarà morbida: di nuovo, ci vorranno circa venti minuti. Spegniamo il fuoco, aggiungiamo un cucchiaio di miele.

Infine

  1. Versiamo il chutney sul filetto e mettiamo il coperchio alla padella. Conserviamo il nostro arrosto al caldo per una mezz’ora almeno. Possiamo metterlo in forno a 80°, così da mantenerlo solo tiepido, senza farlo cuocere e senza rovinare il manico della padella. Oppure, come gli antichi, coprire la padella con una coperta piegata. In questo modo i sapori della carne e della frutta si amalgamano.

    Prima di servire in tavola, sleghiamo l’arrosto, tagliamolo a fette e serviamo con il chutney.

Qualche parola sul chutney…e sul filetto

Il chutney (o chatni, se preferite la grafia orientale) si fa con molta frutta e verdura. È una preparazione della cucina indo-inglese, molto buona con le carni e con i formaggi. Questa ricetta è piuttosto semplice: in caso ne abbiate preparato più del necessario, conservatene una parte e mettetela in frigo; una volta freddo, mangiatelo con un formaggio stagionato.

Tra le mie ricette troverete anche un filetto di maiale in crosta. La mia ricetta, primaverile, è con gli asparagi, ma ora è il momento perfetto per sostituirli con funghi porcini e di preparare un piatto straordinario.

TORNA ALLA HOME, se questa ricetta ti è piaciuta: ne troverai molte altre, vegetariane, dolci e salate. Seguimi su Facebook, dove potremo restare in contatto per scambiare idee e consigli.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.