Ravioli cinesi alla piastra

Oggi ti parlo dei ravioli cinesi alla piastra, una ricetta che mi è stata data da una mia amica che è stata in vacanza in Cina ed in paesi limitrofi e mi ha detto che erano ottimi, sono con macinato di maiale, zucchine e carote, dei ravioli asiatici economici, diversi dai soliti e con cottura veloce senza vaporiera.

Amo tantissimo la cucina asiatica e come sai sperimento spesso alcune ricette, le provo e le riprovo fino a quando non vengono perfetti. Ho sempre chiuso i ravioli in modo molto più semplice e per me che ho problemi di tendinite era il metodo migliore. Ora ho capito come chiuderli leggermente inarcati a mezza luna, a breve caricherò anche la video ricetta.

Se ami la cucina asiatica prova queste ricette di ravioli cinesi e giapponesi:

Ravioli cinesi alla piastra
  • DifficoltàDifficile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni18/20 ravioli
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaAsiatica
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per i ravioli cinesi cotti alla piastra:

La base di questi ravioli è quella classica, per il ripieno è una variante che fanno in alcuni paesi poveri, quando hanno poca carne, inoltre ho soffritto con l’olio extravergine d’oliva, poiché non avevo altro in casa.

Per la pasta:

120 g farina
90 ml acqua bollente
q.b. amido di mais (maizena) (per stendere la pasta)

Per il ripieno:

150 g macinato di maiale
zenzero (1 pezzetto)
1/2 spicchio aglio
cipollotto (o cipolla bianca, facoltativa)
50 g zucchina
30 g carota
2 cucchiai salsa di soia
q.b. sale (facoltativo)
1 filo olio di semi (o di riso o di sesamo per la cottura)

Strumenti

2 Ciotole
Cucchiaio di legno
Coltello
Mattarello
Padella di 28 cm
oppure Wok
Spatola
1 Grattugia a trama larga
1 Grattugia a trama fine

Nell’articolo sono presenti uno o più link sponsorizzati.

Io utilizzo da poco queste padelle e mi trovo molto bene, uno dei motivi che te le consiglio, non bruciano, cuociono alla perfezione e sono adatte sia per il gas che per la cottura ad induzione.

Preparazione dei Ravioli cinesi alla piastra :

Ravioli-cotti-alla-piastra

Preparazione della pasta:

Versa la farina in una ciotola, così da facilitare il lavoro. Metti a bollire l’acqua e versala bollente nella farina e mescola con un cucchiaio di legno.

Fai intiepidire e poi lavora quando è ancora caldo, forma un panetto compatto ed elastico senza aggiungere altra farina, all’inizio si appiccica al tavolo è normale. Lavora il panetto per almeno 10 minuti e poi fai riposare per 20 minuti.

Preparazione-della-pasta

Nel frattempo prepara la farcia, puoi utilizzare sia il macinato di suino oppure la carne di maiale macinata a mano, ricorda che deve avere una parte di grasso così da rendere succoso il ripieno dei ravioli.

Versa il tutto in una ciotola ed aggiungi la zucchina e le carote grattugiate con la grattugia a trama grande o tagliate a cubetti piccolissimi.

Aggiungi lo zenzero e l’aglio grattugiati alla grattugia fine.

Se ti piace puoi aggiungere il cipollotto, si sposa bene con questi sapori, ottima la parte verde delle foglie del cipollotto.

Unisci 1 cucchiaio di salsa di soia e mescola con le mani o con un cucchiaio fino ad amalgamare il tutto. Io non metto il sale, perché per me già la salsa di soia* è molto sapida, visto che a volte mi si alza la pressione, se non hai problemi di questo tipo aggiungi il sale a piacere.

Preparazione dei ravioli:

Prendi la pasta e forma un rotolo, dividilo in palline da 10 g cadauna.

Fai riposare per 5 minuti.

Schiaccia le palline e stendile con il mattarello fino a formare un cerchietto di circa 10 cm, se non ti viene preciso, puoi sempre ritagliarlo con un coppa pasta e impastare gli esuberi per realizzarne altri.

Utilizza l’amido di mais per stendere la pasta così non si attacca.

Prendi un poco di impasto e spalmalo al centro, chiudi leggermente a mezza lunga e prendi la pasta della mezza luna che hai di fronte a te dal lato del pollice e portalo sull’altro lato, spostando l’impasto e schiaccia leggermente. Ora prendi un altro lembo, sempre dal lato del pollice e portalo sopra l’indice schiacciando leggermente come in foto.

Questo è il metodo per ottenere il raviolo leggermente bombato e visto dall’alto forma una curva. A breve il video.

Come-dare-la-forma-ai-ravioli-cinesi-alla-piastra

Se invece vuoi utilizzare un metodo più veloce, puoi prendere i lembi del raviolo insieme li schiacci su se stessi, e vengono leggermente piatti, poi metti il raviolo poggiato sulla base e schiacci leggermente.

Cottura dei ravioli arrostiti:

Prendi una padella antiaderente o un wok, scalda un filo d’olio e metti i ravioli uno vicino l’altro distanziati, mentre se fai i gyoza arrosto giapponesi devono essere tutti attaccati.

Fai soffriggere a fiamma minima e poi versa sopra 1 tazzina d’acqua con un cucchiaio di salsa di soia. Copri con un coperchio bombato che aderisce bene, cuoci per 10/15 minuti a fiamma media bassa.

Se il coperchio ha il foro per l’uscita del vapore, chiudilo con un pezzetto di carta assorbente da cucina, così da realizzare una camera d’aria ed i ravioli cuoceranno uniformemente.

Non serve girare i ravioli, l’impasto è così poco che se chiudi bene il coperchio cuocerà perfettamente. Se il coperchio non chiude bene si potrebbero allungare i tempi di cottura, in questo caso cuoci con la fiamma molto bassa.

Una volta cotti servi caldissimi.

Cottura-dei-ravioli

Varianti e consigli dei ravioli asiatici cotti alla piastra:

Come ti dicevo nella cultura asiatica esistono tante forme e tante farciture, se non puoi o non ti piace il maiale, puoi utilizzare la carne di vitello o di manzo. Ho provato anche con la carne di pollo e mi piacciono molto, sono delicatissimi. Ottimi se fritti come i Wonton cinesi.
Di solito non serve aggiungere altra salsa di soia, io non metto il sale nella farcia appunto per aggiungerne altra e ho comprato una salsa di soia* con meno sale, così non mi da noia.

Torna alla Home per vedere le ultime ricette. 

Ti aspetto nei social: FacebookTwitter * You tube Pinterest*InstagramTiktok

Questo blog e tutto il materiale in esso contenuto (foto, testi, pdf, ecc.) sono di proprietà di Eva D’Antonio, ovvero “In cucina da Eva”E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.