Crea sito

Pasta ripiena

Pasta ripiena un piatto per San Valentino che propone due formati di pasta, ravioli a cuore e cappello del prete versione dietetica e versione classica.

Pasta ripiena

Pasta ripiena

Ormai lo sapete che sono a dieta, però la domenica mi è consentita la pasta all’uovo gli spinaci e la carne di vitello, ovviamente in porzioni ridotte, quindi ho sperimentato questo piatto per me, ma raddoppiando gli ingredienti per la pasta lo potete fare per due persone (con il resto degli spinaci e macinato che mi è avanzato ho fatto delle polpettine magre al forno ma la ricetta a giorni). Ma se siete single come me potete dedicarlo alle persone che amate! Non dovete essere impegnati per forza. Ad esempio io lo dedico ai miei fratelli e sorelle ed ai miei genitori che voglio troppo bene, ed anche ad i miei amici! Tanto amore a tutti! E poi chi lo dice che magro vuol dire brutto? Io li ho adorati subito.

Ma ovviamente non tutti state a dieta, quindi un piatto due ricette, variante magra come la mia e variante classica.

Difficoltà: facile

Tempo: 40/50 minuti

Gruppo ricette: I primi

Ingredienti per due persone: Piatto unico (10 ravioli e 10 saccottini circa dipende dallo spessore della pasta)

per la pasta:

  • 200 gr di farina “00”
  • 2 uova meglio se a pasta gialla
  • un pizzico di sale

per il sugo:

se siete a dieta come me: 

  • 120 gr di passata di pomodoro già pronta
  • 30 gr di mancinato di vitello
  • 1/2 bicchiere di acqua
  • poco sale

se invece non siete a dieta potete aggiungere:

  • 1 cucchiaio di olio evo
  • poca cipolla tritata
  • trito di carote e sedano
  • poco vino bianco da cucina

per la farcia:

  • 100 gr di spinaci crudi 
  • 90 gr di macinato di vitello
  • sale e di pepe qb

Preparazione della pasta ripiena:

Preparazione dietetica:

  1. Cuocere gli spinaci in padella con acqua e scolarli ( se non siete a dieta potete cuocerli con poco burro).
  2. Cuocere il macinato in poca acqua calda e sbriciolarlo bene, quando è cotto unirlo agli spinaci in padella cuocendo per qualche minuto girando di continuo.
  3. In poca acqua sbriciolare la carne di vitello ed unire la passata di pomodoro e salare pochissimo, cuocere a recipiente scoperto a fiamma bassissima per 15/20 minuti circa.
  4. Nel frattempo preparare la pasta con due uova e 200 gr di farina più quella che serve per lavorarla. La pasta deve essere elastica e morbida. Fare riposare la pasta per 30 minuti circa.
  5. Stendere la pasta con il matterello per una pasta più spessa e casalinga, se volete una pasta più sottile con la macchina per la pasta. 
  6. Fare dei mucchietti di composto sulla pasta, ben distanziati tra di loro, e coprire con un’altra sfoglia, pressare bene ai lati e tagliare con un tagliapasta a cuore, infarinare il raviolo e lasciarlo riposare. 
  7. Nel frattempo fare i saccottini: stendere la sfoglia sottile e ritagliare dei quadrati (come nella foto in basso), mettere al centro un mucchietto di farcia, bagnare con poca acqua i bordi dei quadrati e chiudere ripiegando i bordi su se stessi e premendo bene alla punta, pressare bene con le mani e spolverare di farina e lasciare riposare.
  8. Cuocere la pasta in acqua bollente salata, nella quale avrete unito poco olio per non fare attaccare i ravioli, passare i ravioli nel sugo e servire insieme ai saccottini con una manciata di sugo sopra, giusto per far capire bene la forma. 

Preparazione della pasta ripiena classica:

  1. Cuocere gli spinaci in padella con una noce di burro.
  2. In un padellino rosolare il macinato e sbriciolare la carne, quando è cotto unirlo agli spinaci in padella cuocendo per qualche minuto girando di continuo.
  3. In una casseruola rosolare la cipolla il sedano e le carote ed unire il macinato sfumare con un po’ di vino sbriciolare la carne e cuocere per qualche minuto ed unire la passata di pomodoro e salare, cuocere a recipiente scoperto a fiamma bassissima per 30/40 minuti circa.
  4. Nel frattempo preparare la pasta con due uova e 200 gr di farina più quella che serve per lavorarla. La pasta deve essere elastica e morbida. Fare riposare la pasta per 30 minuti circa.
  5. Stendere la pasta con il matterello per una pasta più spessa e casalinga, se volete una pasta più sottile con la macchina per la pasta. 
  6. Fare dei mucchietti di farina sulla pasta, ben distanziati tra di loro, e coprire con un’altra sfoglia, pressare bene ai lati e tagliare con un tagliapasta a cuore, infarinare il raviolo e lasciarlo riposare. 
  7. Nel frattempo fare i saccottini: stendere la sfoglia sottile e ritagliare dei quadrati (come nella foto in basso), mettere al centro un mucchietto di farcia, bagnare con poca acqua i bordi dei quadrati e chiudere ripiegando i bordi su se stessi e premendo bene alla punta, pressare bene con le mani e spolverare di farina e lasciare riposare.
  8. Cuocere la pasta in acqua bollente salata, nella quale avrete unito poco olio per non fare attaccare i ravioli, passare i ravioli nel sugo e servire insieme ai saccottini con una manciata di sugo sopra, giusto per far capire bene la forma. 

Ecco alcune foto durante la preparazione: della pasta ripiena

san valentino 1

Pasta ripiena

san valentino

Pasta ripienaPasta ripiena

Nel blog troverete tante altre ricette di primi basta andare in cerca e scrivere secondi oppure direttamente pasta riso timballo o un ingredienti ecc  e cliccare invia, altrimenti se state sul pc potete andare anche dal menù a tendina a destra e cercare la voce, o dal telefonino se avete attivato il tema per cellulari, altrimenti ricerca sempre con la lente di ingrandimento. Che dire ognuno il suo primo piatto! E non solo troverete anche ricette a base di formaggio uova, vegetariano e tant’altro!

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

16 Risposte a “Pasta ripiena”

  1. ma infatti, io evito proprio di esprimermi sulla festa, l’amore andrebbe vissuto anche gli altri 364 giorni 😀 quindi non preoccupiamoci della giornata e veniamo a questa meraviglia! complimenti cara buona fortuna per il tuo obiettivo!!!! buona domenica

    1. Bravissimo! è verissimo! io dedico il piatto a tutti gli innamorati ad i miei fratelli e sorelle che sono molto innamorati ad i miei genitori ed anche a mio fratello Emanuele che è single come me! Ed anche a tutti voi!! a presto! E buona domenica!

  2. Concordo con te e con Giovanni, anche io non guardo il calendario per esprimere l’amore per mio marito e l’affetto profondo per la mia famiglia e gli amici! 🙂
    Questa pasta è splendida, la ricetta fa venire l’acquolina in bocca, complimenti davvero 😉

    1. Grazie tante! peccato che l’ho mangiata da sola! Era una prova, infatti per me ho fatto una porzione, però quando torno a casa li propongo ai miei! Farò tutti saccottini!

  3. Mi piace la forma che hai scelto… e cosa dire del ripieno?? E’ un piatto da provare assolutamente… e poi a me piace tantissimo la pasta fatta in casa!

    1. e si erano particolari! è la prima volta che faccio questo formato, purtroppo a mano senza macchina della pasta, la pasta era leggermente spessa, anche perché oggi ho un gran mal di schiena, ma li rifarò a casa mia per i miei famigliari molto presto! molto particolari! Li ho fatti pensando ad una persona speciale!

    1. ho fatto due varianti, una specifica per la mia di dieta, ed una per chi non è a dieta, anche se in realtà potevo aggiungere un pezzetto di carote e sedano volendo, ma non ne avevo più. Solo che non le posso soffriggere tutto a crudo, infatti mi preparo il sugo con acqua e passata di pomodoro, ma sinceramente mi piace è più leggero e mangio con più gusto solo che vorrei svegliarmi il giorno che finalmente starò bene, perché è difficile resistere a piatti prelibati e a cibi che normalmente mangiano tutti!

  4. Da te ho avuto il primo commento.. a te lascio il mio primo commento! (C’è qualcosa di karmico in questo ;-)). Splendida ricetta, colorata (qualità apparentemente secondaria, ma per me fondamentale) e sicuramente buona (splendida la pasta fatta in casa)! Ma oltre ai pregi indiscussi del piatto, concordo con chi elogia la doppia preparazione… mi butterò anche io sulla dietetica quando proverò a realizzare questo piatto! Bravissima!

  5. che splendido piatto! e confermo che essere a dieta non significa mangiare male! l’anno scorso mi sono messa a dieta per un bel po’ di mesi, ma dopo un po’ non mi sembrava neanche di esserlo, cercavo in tutti i modi di rendere i piatti piacevoli! e il tuo è decisamente uno di quelli!buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.