Crea sito

Ghiotta

Ghiotta un piatto povero di origine abruzzese facile da preparare e soprattutto buono del resto il nome stesso del piatto dice che è ghiotto.

Per l’Italia nel piatto ecco la nuova rubrica di ricette regionali,  come sempre rappresento l’Abruzzo, abbiamo deciso di fare una nuova rubrica per continuare il nostro lavoro di ricerca di ricette e di sapori antichi. Quindi non perdetevi l’appuntamento mensile! Il 20 di ogni mese ci sarà la nuova ricetta della rubrica regionale! E si abbiamo deciso il 20 come le regioni d’Italia!

Inoltre do il mio benvenuto a Carla per la Lombardia; Elena per il Veneto e Filomena per la Calabria. E chi non volesse perdere tutte le ricette dei nostri amici blogger può vedere i link in basso ed anche andare alla nostra pagina di facebook L’Italia nel piatto.

Oggi parliamo di verdure, voglio presentarvi la “Ghiotta” un piatto tipico abruzzese di verdure, somiglia molto alla ratatouille francese. Altri piatti di questo genere sono la Ciabotta o chiamata anche Ciabotto, ed la Tjella molto simile a questo piatto.

Ghiotta

3

Ghiotta  

Ecco a voi il nuovo logo per la nostra rubrica, io rappresento l’Abruzzo come sempre:

Difficoltà: facile

Tempo: 1 ora circa

Gruppo ricette: I contorni

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 300 gr di patate
  • 300 gr di peperoni
  • 200 gr di zucchine
  • olio evo
  • sale qb
  • peperoncino

Preparazione:

  1. Sbucciare e tagliare a fette spesse circa 0,5 mm le patate.
  2. Pulire e lavare le zucchine e tagliarle a rondelle.
  3. Pulire e tagliare i peperoni togliendo la calotta ed i semi e le coste interne bianche, tagliarli a listarelle.
  4. Disporre le verdure a strati alternati in una teglia da forno, irrorando con poco olio ed aggiungere il peperoncino e salare il tutto a strati.

  5. Cuocere a 150/200° circa fino a cottura completa delle verdure, ci vorrà circa un ora ed un quarto, dipende dal tipo di patate e anche dal forno che utilizzate.

Questa ricetta è molto simile alla Tjella che si fa però con la melanzana cipolla pomodori e peperoni sempre con peperoncino e soprattutto prezzemolo che è la pianta che si utilizza di più per la cucina abruzzese, infatti si usa dire “come il prezzemolo” ovvero che si è sempre in mezzo ad ogni situazione. La Tjella è molto simile al Ciabotto per i suoi ingredienti anche se il Ciabotto alla fine è un mix perfetto tra la Ghiotta e la Tjella, ovvero zucchine melanzane pomodori patate cipolla e chi vuole peperoncino. Una vera goduria, l’unica differenza che è cotto in padella.

ghiotta3

ghiotta1

Torna alla Home per vedere le ultime ricette. Ti aspetto nei social: Facebook* Twitter * You tube * Pinterest*Instagram

Questo blog e tutto il materiale in esso contenuto (foto, testi, pdf, ecc.) sono di proprietà di Eva D’Antonio, ovvero “In cucina da Eva”E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. 

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

36 Risposte a “Ghiotta”

    1. ho preparato un piatto semplicissimo, perché la mia regione è così! le verdure semplici ma gustose!! grazie a voi! per essere restati uniti ed aver inglobato nuovi amici!

  1. ma sai che è molto più bello il nome Ghiotta rispetto al suo omonimo francese….mi piacciono molto i colori e le combinazioni!!! evviva le verdure e la nostra bella Italia nel piatto!!!

    ed ancora grazie per il tuo grandissimo lavoro di grafica…bacio

    1. e si è molto meglio! sai la mia regione ha avuto influenze francesi e spagnole. Infatti le scrippelle m’busse ricordano la crepes francese ma in brodo.

  2. Per prima cosa grazie mille per il tuo lavoro, il logo è bellissimo!!!
    E grazie anche per questa ricetta veramente molto GHIOTTA!!!
    Un abbraccio

    1. ahahah vero!!! era buonissima! veramente! ora devo provare la tjella! ma ovviamente ne potrò assaggiare pochissima però per una volta voglio provarla!

  3. Ma che bontà questa Ghiotta 🙂 Complimenti Eva, per la prelibatezza che ci hai proposto e grazie infinite ancora per il tuo contributo alla rubrica.. Hai fatto uno splendido lavoro con i banner e sei sempre carinissima, grazie e un bacione

    1. di nulla grazie a voi! mi spiace solo che questa volta le foto non sono bellissime! ma le ho fatte con la digitale di mia madre e soprattutto non sapevo come presentare il piatto! devo ancora imparare!

  4. Le verdure al forno sono un bel modo per ripartire con la rubrica… e considerato che in casa siamo divoratori di verdura, credo che sarebbe un piatto veramente apprezzato!

    A presto

  5. Eva…sei stata magica con il nuovo logo della rubrica…mi piace davvero molto e grazie ancora!
    questo piatto di verdure al forno è squisito…immagino il suo profumino!!!
    bacionissimi

    1. sei troppo gentile! ho molto da imparare! infatti sto facendo lo stage in uno studio grafico! sperando di imparare! peccato che è solo un mese, potrei anche chiedere di prolungarlo magari!Il grafico è bravo potrei imparare da lui. Per il piatto…si profumava tantissimo, praticamente ha fatto il fumo!

  6. Un piatto gradevole sia per i sapori che per i colori! Ghiotta mi sembra il nome giusto cara Eva! E rende pienamente l’idea. Preparazione ottima, come sempre!!

    1. ahahah e si! diciamo che se lo cuoci senza olio non è la stessa cosa ovviamente, ma se si vuole fare un piatto super light si può fare, magari bollendo prima le verdure

  7. Ciao Eva, ti ringrazio anche qui per il bellissimo lavoro che hai fatto, scusami, sono assente, lo so, ma anche se non commento su fb vi leggo sempre e con attenzione. Il tuo piatto è speciale come tutte le buone cose che ci hai presentato e che ci presenterai. Un po’ di frittata per un assaggio di ghiotta? Bacio a presto

  8. Crissima Eva, per prima cosa ti ringrazio per la tua disponibilità, ti ammito per la tua bravura e ti faccio i complimenti per questa ricetta che, pur vivendo in Abruzzo da 20 anni, non conoscevo, anche nel Molise esiste la ciabotta e si cuoce in padella sul gas, la versione al forno mi mancava!!

    Grazie ancora

    1. E si la ciabotta è la versione fatta in padella che si fa sia in Abruzzo che molise invece questa è una versione fatta al forno molto più leggera

  9. buonissima questa ricetta, me la provo sicuramente anche se in miniatura per via delle patate che per ora non posso mangiare e stai pur sicura che proverò anche tutte le altre evrsioni simili che hai citato. un bacione

    1. come mai! mi spiace che non puoi mangiare le patate! bè anche io le posso mangiare poco per via degli amidi! ma le adoro! a prestoo

    1. Grazie Sabrina! ho una voglia di mangiare un bel piatto di verdure miste! ma non posso per via della dieta! impazzirei a pesarle perfettamente!

    1. è un piacere averti tra i nostri! abbiamo iniziato con il piede giusto! molta collaborazione e voglia di fare!

  10. Eva tesoro altro che ratatouille francese!! qua l’italia batte la francia con un bel distacco!!!
    piatto semplice ma delizioso e sano!!!
    che è la cosa più importante anche.
    BRAVISSIMAAAAAAAAAAAAA
    bacioni amica mia!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.