Melanzane sott’olio

Melanzane sott’olio per la rubrica Cibo e regioni siamo ancora insieme per la nostra rubrica settimanale, oggi parleremo dei piatti freddi vi presento le melanzane sott’olio, come le prepara mia zia Rita. Ci sono molte varianti ma da noi si fanno così, poi c’è chi dopo averle messe in barattolo le fa bollire per sigillare il tutto.

Melanzane sott’olio
Melanzane sott'olio

Vi ripropongo una vecchia ricetta, purtroppo per voi, sono sotto esame e non ho molto tempo per cucinare, e soprattutto tempo per andare alla ricerca degli ingredienti, spero che vi piaccia lo stesso.

Le melanzane sott’olio possono essere servite sulla bruschetta o anche sulla pizza sia bianca che al pomodoro. Si preparano più o meno in tutto il centro/sud Italia, da noi le facciamo in questa maniera, diciamo che è una ricetta di famiglia, ma rispecchia le usanze della mia zona, tra Pescara e Chieti.  Ho trovato anche una versione di melanzane grigliate sott’olio, ma non ho avuto tempo di farle. Inoltre facendo delle ricerche ho trovato molte ricette di piatti freddi abruzzesi, ma molte contenevano le alici, e non le digerisco quindi ho optato per qualcosa di più semplice. Un altro pietanza che si puà preparare con le melanzane è grigliarle e servirle con prezzemolo aglio e succo di limone ed olio, lasciar macerare una notte e poi servire, oppure grigliare le melanzane ed imbottirle di cotto e formaggio o mozzarella e far fondere il tutto e si può servire anche freddo, ma questo è un piatto che più o meno si prepara anche il altre regioni.

Rubrica Cibo e regioni:

Melanzane sotto olio

Difficoltà: facile

Costo: medio

Tempo: 18 ore circa

Gruppo ricette: Le conserve

Ingredienti per 2 barattoli di melanzane:

  • 2 kg di melanzane sbucciate
  • olio d’oliva
  • olio di arachidi
  • vino bianco da cucina
  • aceto bianco
  • 1/2 peperone fresco
  • 2 spicchi d’aglio- sale qtb
  • sale grosso
  • prezzemolo tritato
  • rosmarino tritto finemente

Melanzane sotto olio

Preparazione:

  1. Lavare e sbucciarle le melanzane, tagliarle a strisce di qualche cm ma non troppo sottili,che andrete ad far riposare in uno scolapasta con sotto una pentola per la raccolta dei liquidi,e salare con il sale grosso, ma non troppo.

  2. Personalmente ho salato le melanzane man mano che le versavo nello scolapiatti.

  3. Far riposare per 6/8 ore, poggiando uno strofinaccio con sopra un peso sopra alle melanzane, (pensate che io ho messo sopra alle melanzane un piatto fondo con un telo e poi sopra un anguria piccola!!!).

  4. Passate le ore necessarie versare in una ciotola grande le melanzane e ricoprile con il vino e l’aceto in parti uguali per altre 6/8, poi strizzare bene e lasciare riposare sopra uno strofinaccio per asciugarle bene.
  5. Condirle con aglio, prezzemolo, rosmarino e peperone rosso, tutto tagliato molto piccolo, versare in un barattolo ed unire olio e olio di arachidi in parti uguali fino all’orlo, inoltre fate attenzione a non far creare vuoti d’aria, con un coltello spostate le melanzane all’interno.
  6. Non occorre bollire il barattolo.
  7. Lasciare riposare in luogo buio ed asciutto per almeno 10 giorni, almeno il tempo per farle insaporire.
  8. Le melanzane sott’olio si conservano per almeno un annetto circa.
  9. Inoltre c’è chi fa riposare le melanzane per più tempo, ma io le faccio sempre così e sono comunque buone, un’altra versione è quella delle melanzane bollite, poi scolate e messe in barattolo con olio evo,  ma ormai sono affezionata a questa versione

Ecco tutte le cucine italiane in ordine alfabetico:

CALABRIA:  Caponata di pesce spada  di Rosa ed Io

CAMPANIA:  Fresella di Le Ricette di Tina

EMILIA ROMAGNA: Rifreddo alla bolognese  di Zibaldone Culinario 

FRIULI VENEZIA GIULIA: Bacalà a la triestina in bianco di Nuvole di Farina 

LIGURIA: Condiggion di Un’arbanella di Basilico  

LOMBARDIA: Vitello tonnato di L’Angolo Cottura di Babi

 MARCHE: Insalata di baccalà di La Creatività e i suoi Colori 

PIEMONTE: Carne battuta al coltello di La Casa di Artù 

PUGLIA: Insalata di riso ai frutti di mare di Breakfast da Donaflor

SICILIA: Pomodorini farciti di ricotta di Cucina che ti Passa 

TOSCANA: Insalata di farro della Garfagnana di Non Solo Piccante

UMBRIA: Imbrecciata estiva di 2 Amiche in Cucina 

VENETO: Insalata di polpi e calamari di Semplicemente Buono 

Seguimi anche nella mia pagina di facebook: qui per accedere

Precedente Pane alla rapa rossa Successivo Conchiglie ripiene alla mousse di ricotta e cotto

17 commenti su “Melanzane sott’olio

  1. Complimenti Eva!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Immagino messe sui crostini cosa devono essere…..
    TROPPO BUONE
    Un bacione cara e Buon inizio di settimana

  2. Le melanzane sotto’olio home made mi fanno impazzire, me ne mangerei un intero vaso con dell’ottimo pane… grazie mille cara Eva e in bocca al lupo per l’esame!!

  3. Avere sotto mano un’ottima ricetta per preparare le melanzane sott’olio è sempre conveniente! Questa mi pare una delle più buone che abbia mai letto!!! Appena rimedio due melanzane di quelle che dico io…. (due si fa per dire…) mi piacerebbe proprio provarla! Buono studio, e alla prossima!!!

  4. 2 amiche in cucina il said:

    io non l’avevo vista, una ricetta comoda, prepari d’estate e gusti in inverno, quando le melanzane non ci sono , bacioni

  5. Ottima proposta per conservare le melanzane, anche a noi piace molto preparare conserve, marmellate … per la stagione invernale in cui alcuni tipi di frutta e verdura fresca non ci sono più.
    Ciao.

  6. una variante che non conoscevo..quest’estate preparerò anche questa della zia Rita, mi sembra degna di nota, grazie della condivisione! tanti bacioni!!!

  7. artù il said:

    me la segno….le voglio proprio preparare, appena la produzione delle melanzane nell’orto sarà pronta!!! buoneeeeee

  8. donaflor il said:

    ciao Eva…le melanzane sott’olio sono una prelibatezza! spero tanto di farle quest’anno…pensa che mia madre quando le preparava diceva di sentirsi ricca con queste conserve!
    bacioni

    • incucinadaeva il said:

      spero di farle anche io! e pure le zucchine! il problema è trovare tempo per farle! ciao a presto!

Lascia un commento

*