Crea sito

Carciofi gratinati con friggitrice ad aria

Carciofi gratinati con friggitrice ad aria, un ricetta super buona! Sempre più innamorata della mia Princess xxl – 182055 (se vi va, potete leggere la mia recensione completa su questo piccolo elettrodomestico), oggi vi lascio la ricetta dei carciofi gratinati, morbidissimi dentro e croccanti fuori; molto semplici da preparare, senza sentire odori di fritto per la casa e si sente tutto il sapore dei carciofi. Io li ho preparati con una semplice impanatura, ma se preferite, al pane grattugiato, potete aggiungere del parmigiano grattugiato o aglio in polvere, potete regolarvi in base ai vostri gusti. Se anche voi come me adorate i carciofi e la friggitrice ad aria, non vi resta che provare. Se non avete la friggitrice ad aria, potete cuocerli in forno (anche se ci vorrà un po’ di tempo in più per la cottura), se proprio non volete rinunciare al fritto, potete preparare i carciofi indorati e fritti.

Se volete ricevere le mie ricette, in MODO GRATUITO, tramite le notifiche messenger, potete iscrivervi QUI e cliccare su ‘INIZIA’; potete seguirci anche sulla nostra pagina Facebook e su Pinterest.

Ora prepariamo i carciofi gratinati con friggitrice ad aria!

carciofi gratinati con friggitrice ad aria
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura9 Minuti
  • Porzioni3/4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare i carciofi gratinati con friggitrice ad aria

  • 4carciofi
  • 1limone
  • 2uova medie
  • 1 pizzicosale fino
  • pane grattugiato
  • q.b.olio di oliva (o di semi)

Utili per preparare i carciofi con friggitrice ad aria

  • 1 Friggitrice ad aria – io PRINCESS XXL
  • 1 Coltello
  • 1 Cucchiaino
  • 1 Pentola
  • 2 Piatti

Preparazione dei carciofi con friggitrice ad aria

  1. Per prima cosa è necessario occuparsi della pulizia e del taglio dei carciofi, per questo potete seguire questo tutorial con foto e spiegazione dei vari passaggi da fare.

  2. Dopo aver pulito i carciofi e dopo l’ammollo in acqua acidulata per evitare che anneriscano, possiamo tagliarli in spicchi (circa 8 spicchi per ogni carciofo – dipende dalle dimensioni).

  3. Portare a bollore l’acqua in una pentola, poi salare e immergere gli spicchi di carciofi; cuocere per circa 6-7 minuti, dopodiché scolarli e lasciare raffreddare.

  4. In un piatto sbattere le uova con un pizzico di sale, mentre in un altro piatto versare del pane grattugiato (il consiglio è di versarne poco per volta per evitare sprechi).

  5. Passare i carciofi raffreddati prima nelle uova sbattute poi nel pane grattugiato e ricoprirle completamente. Preparare tutti gli spicchi in questo modo.

  6. Mettere i carciofi nel cestello forato della friggitrice ad aria senza sovrapporli e spruzzare con olio di oliva (o di semi, se preferite).

  7. Cottura: 180° C per 5 minuti, poi 2 minuti a 200° C; girare i carciofi (per una doratura omogenea), spruzzare un pochino di olio e cuocere altri 2 minuti a 200° C.

  8. Poiché ogni friggitrice ad aria può variare in base alle proprie caratteristiche, il consiglio è di controllare lo stato di avanzamento della cottura se si preparano per la prima volta; soprattutto se avete un modello diverso dal mio.

Note e consigli

Per un’impanatura più gustosa, aggiungi del parmigiano o dell’aglio in polvere.

Se non hai l’olio spray, puoi irrorare un filo di olio di oliva.

Se ti interessano altre ricette con la friggitrice ad aria, puoi sbirciare nell’apposita categoria.

Per saperne di più sulla friggitrice ad aria, qui trovate la mia recensione sulla Princess xxl – 182055, mentre potete valutare altre friggitrici ad aria nello shop gz in base alle caratteristiche, le recensioni, il prezzo.

QUI potete trovare 10 ricette con la friggitrice ad aria; QUI invece, tutte le ricette presenti nel mio blog, in ordine alfabetico.

In questo articolo sono presenti link sponsorizzati.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.