Crea sito

Frittella siciliana

La Frittella siciliana è un piatto che dal nome potrebbe trarre in inganno. Non si tratta, infatti, delle tipiche frittelle dolci, che noi isolani chiamiamo Sfinci e che si preparano prevalentemente durante il periodo di Carnevale. La frittella o “frittedda” è una ricetta salata, che può essere utilizzata come antipasto, contorno o piatto unico. Un piatto vegetariano primaverile a base di ortaggi di stagione, reso particolarmente piacevole dal sapore agrodolce che caratterizza molte ricette siciliane. Più gli ingredienti saranno freschi e teneri, più la Frittella ne guadagnerà in sapore, profumi e colore.

vfrittella siciliana
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la Frittella siciliana

  • 300 gfave, fresche, cotte, in padella (già sbucciate)
  • 4cuori di carciofo
  • 200 gpiselli (già sbucciati)
  • 1cipollotto fresco
  • 40 gfinocchietti selvatici ((facoltativo))
  • 25 golio extravergine d’oliva
  • 100 gaceto di vino bianco
  • 60 gzucchero
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.sale
  • q.b.prezzemolo
  • q.b.pepe

Cosa serve per la Frittella siciliana

  • 1 Padella
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Coperchio

Preparazione della Frittella siciliana

  1. Come dicevo prima, più gli ingredienti saranno freschi, più la frittedda avrà un buon sapore. Le fave se verranno cotte poco dopo essere state raccolte sarà ancora meglio.

  2. Mettere l’olio in una padella e lasciare scaldare. Aggiungere il cipollotto sbucciato e ridotto a cubetti e lo spicchio di aglio mondato e tagliato a fettine.

  3. Tagliare il gambo ai carciofi, eliminare le foglie esterne dure e, se presente, la barbetta interna e tagliarli a spicchi non molto grossi. Aggiungerli alla cipolla e lasciare soffriggere anche questi, mescolando subito, in modo che possano ungersi di olio da tutti e lati e rimanere di colore chiaro.

  4. Far cuocere per circa 3 minuti, quindi, aggiungere i piselli e le fave. Continuare a soffriggere ancora un po’ sempre mescolando spesso in moda da ungere di olio tutti gli ingredienti.

  5. Se se ne ha la possibilità o se ne gradisce il gusto, si può aggiungere anche qualche filo di finocchietto selvatico spezzettato cotto in precedenza in acqua bollente salata. L’omissione di questo ingrediente non pregiudica la riuscita della ricetta.

  6. Versare nella padella 300 ml di acqua calda oppure la stessa quantità di brodo di cottura del finocchietto, per rendere il piatto ancora più saporito e profumato.

  7. Aggiungere sale e pepe a seconda dei propri gusti e lasciare cuocere per circa 20 minuti a fuoco moderato, coprendo la padella con un coperchio e rimestando di tanto in tanto.

  8. Se il liquido dovesse asciugarsi troppo aggiungerne un altro pò. Intanto, sciogliere lo zucchero nell’aceto e, una volta che le verdure risulteranno cotte, irrorarle con quest’ultimo.

  9. Lasciare cuocere ancora un paio di minuti a fuoco vivace senza far asciugare completamente il brodetto, quindi, spegnere il fuoco non senza aver aggiunto alla fine un trito abbondante di prezzemolo.

  10. La Frittella con fave piselli e carciofi è pronta: la si può gustare sin da subito calda, ma, se lasciata riposare alcune ore, risulterà ancora più saporita.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.