Cagionetti abruzzesi – ricetta dolce tradizionale

Oggi vi propongo la ricetta dei cagionetti, delle piccole bontà tipiche della tradizione dolciaria teramana.

Si tratta di dolcetti abruzzesi tipicamente natalizi, dalla forma di un raviolo e con ripieno che varia a seconda della zona di produzione, anche se la tradizione lo vuole a base di castagne e cannella.

La mia ricetta è ovviamente quella che mi ha tramandato la mia cara nonnina, che a Natale preparava una quantità industriale di cagionetti per la gioia di grandi e piccini!

Le dosi indicate sono per circa 4 kg di cagionetti, se vi sembrano troppi potete tranquillamente dimezzare le quantità.

cagionetti

PREPARIAMO INSIEME
I CAGIONETTI ABRUZZESI

INGREDIENTI PER LA PASTA
1 kg di farina 00
1 bicchiere di olio di semi
1 bicchiere di acqua
1 bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di zucchero
2 tuorli d’uovo (facoltativo)

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
A base di castagne:
1 kg di castagne
250 gr di mandorle
250 gr di cioccolato fondente
Cannella in polvere q.b.
Buccia di 1 limone grattugiato
Rum (a piacere)

A base di ceci:
500 gr di ceci
30 gr di cioccolato fondente
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di marmellata d’uva (facoltativa)
1 pizzico di cannella

PROCEDIMENTO
Prepariamo la pasta impastando tutti gli ingredienti insieme e lasciando riposare l’impasto (coperto) per 2/3 ore.
Nel frattempo, prepariamo il ripieno.

A base di castagne
Lessiamo, spelliamo e passiamo al setaccio le castagne. Tritiamo il cioccolato.
Lessiamo, sbucciamo e tritiamo le mandorle. Impastiamo il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo.

A base di ceci
Lessiamo i ceci (che avremo messo in ammollo dalla sera precedente per 12 ore) e passiamoli al setaccio. Facciamo fondere il cioccolato a bagnomaria e, una volta intiepidito, aggiungiamolo alla passata di ceci insieme a zucchero, cacao amaro, marmellata d’uva e cannella. A piacere, possiamo aggiungere aroma di rum.
Impastiamo il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo.

A questo punto, stendiamo la pasta in maniera molto sottile.
Aiutandoci con un cucchiaino, mettere un po’ di ripieno sulla sfoglia ottenuta e formiamo dei piccoli ravioli che andiamo a tagliare con l’apposito attrezzo o semplicemente con un coltellino affilato.
Friggiamo i ravioli ottenuti in abbondante olio caldo (attenzione però a non farli dorare).
Scoliamoli bene e poniamoli su carta assorbente per eliminare l’olio in esubero.
Spolverizziamo con abbondante zucchero e cannella a piacere.

I cagionetti sono pronti per essere gustati!

cagionetti

Dal sito ARSSA – Atlante dei prodotti tradizionali d’Abruzzo:
“I cagionetti o calgionetti, in dialetto locale anche “caggiunitt’”, sono tra i più diffusi e noti dolci tipici abruzzesi originari della zona del teramano. Si presentano con una forma simile ai ravioli, dorati in superficie, con una massa un po’ friabile e un ripieno che può variare da zona a zona. Preparati in inverno e particolarmente nel periodo natalizio, prevedono un ripieno composto da un impasto di castagne, miele, zucchero, cedro candito, cioccolato fondente grattugiato, mandorle tostate e macinate, rum, bucce di limone grattato e cannella. Molto diffuse anche altre due varianti di ripieno, che utilizzano i ceci o la classica marmellata di uva, anche detta “scrucchiata”

Precedente Aglio pronto uso - condimento aglio base Successivo Torta Lindt - ricetta golosa al cioccolato

2 commenti su “Cagionetti abruzzesi – ricetta dolce tradizionale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.