Torta Pasqualina – ricetta ligure tradizionale

Torta Pasqualina

La Torta Pasqualina è una torta salata genovese che si prepara per celebrare la Pasqua e la primavera.

E’ una delle ricette più famose e antiche della cucina ligure, già nel 1400 veniva riconosciuta come preparazione legata alla simbologia pasquale, non solo per le uova ma soprattutto per la sfoglia, in origine composta da 33 strati in riferimento agli anni di Gesù.

Oggi in Liguria la torta Pasqualina si trova nei negozi tutto l’anno, io preferisco consumarla in primavera proprio per rispettare la tradizione e la stagionalità delle materie prime.

Da buon blogger (e da buon ligure) voglio condividere con voi la ricetta autentica, per questo ho chiesto alle mie nonnine, entrambi liguri, la loro ricetta.

Ed ecco che in famiglia è scoppiata una sorta di lotta tra chi sostiene che la vera Pasqualina sia con la bieta e chi con i carciofi

Io le ho provate tutte e due e sono buonissime, oggi vi presento la versione di torta Pasqualina con bieta arricchita con spinaci freschi. 

La ricetta originale prevede che si utilizzi la prescinseua (quagliata genovese) ma al di fuori della Liguria è difficile da trovare quindi ho deciso di sostituirla con la ricotta, così che tutti potete prepararla.

La preparazione della torta Pasqualina è molto semplice anche se un po’ lunga. Propongo qui le dosi per realizzare 6 veli di sfoglia, di cui 4 per la base e 2 per coprire il ripieno.

Sfoglia dopo sfoglia la torta Pasqualina conquisterà tutti con i suoi sapori rustici e genuini e sarà ideale per un pranzo in ufficio, un pic-nic all’aria aperta o per il menu di Pasqua.

Siete pronti per prepararla ad amici e parenti? 🙂 

ps. Le dosi sono per una tortiera da 24 cm di diametro, se volete ricavare una torta salata più sottile allora utilizzate uno stampo da 26 o 30 cm.

Mi trovi su Facebook e su Instagram

Torta Pasqualina - ricetta ligure tradizionale
  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per la sfoglia

  • Farina 600 g
  • Acqua 350 ml
  • Olio extravergine d'oliva 30 ml
  • Sale fino 1 pizzico

Per il ripieno

  • Bietole (già pulite) 1/2 kg
  • Spinaci (già pulite) 1/2 kg
  • Ricotta vaccina 500 g
  • Amido di mais (maizena) 1 cucchiaio
  • Uova 8
  • Parmigiano reggiano (da grattugiare) 120 g
  • Pecorino (da grattugiare) 30 g
  • Cipolle 1/2
  • Maggiorana 3 rametti
  • Noce moscata q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

  1. In una ciotola capiente impastate farina, olio, acqua e sale fino a formare una pasta compatta e omogenea, senza grumi. Ricavarne 6 panetti della stessa dimensione e dello stesso peso e metterli a riposare coperti con carta pellicola in frigorifero per un’ora.

  2. Preparate il ripieno cuocendo la bieta e gli spinaci lavati e tagliati grossolanamente in una padella antiaderente insieme all’olio e alla cipolla tritata. Fate insaporire per qualche minuto. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

  3. Mettete a scolare la verdura in un colino per eliminare i liquidi della verdura, poi sminuzzatele su un tagliere e trasferitele in una ciotola.

    Aggiungete due uova, il formaggio grattugiato (90 gr di parmigiano e 30 gr di pecorino), le foglioline tritate di maggiorana, salate e pepate a piacere. Aromatizzat con un pizzico di noce moscata. Amalgamate bene tutti gli ingredienti.

  4. In un’altra ciotola versate la ricotta e lavorate con un cucchiaio. Aggiungete 2 uova e mescolate per fare incorporare le uova alla ricotta. Unite un cucchiaio di amido di mais e il parmigiano grattugiato che vi rimane (circa 40 gr) infine aggiustate di sale. A piacere noce moscata qb. Mescolare delicatamente fino ad ottenere una crema omogenea senza grumi.

  5. Adesso occupatevi della sfoglia. Prendete i panetti e tirateli con il mattarello u un piano infarinato, dovete ottenere una sfoglia sottilissima. Allargatela con le mani e disponetela sul fondo di una tortiera oliata. Aggiungete un cucchiaio d’olio sopra la prima sfoglia e spalmatelo bene su tutta la superficie. Adagiate sopra la seconda sfoglia facendo aderirle bene in modo che non si formino bolle. Se avete voglia ripetere fino a completare 4 strati.

  6. Versate sulla sfoglia il composto di bieta quindi livellando per bene. Versate sopra il composto di ricotta e livellate anch’essa per bene in modo che la superficie resti liscia.

    Con il dorso di un cucchiaio praticate 4 conche (senza spingere troppo) e aprite le 4 uova rimaste all’interno di queste fossette.

    Adagiate uno strato di sfoglia, oliate e adagiare sopra il secondo.  Spalmate la superficie con olio extravergine di oliva. 

  7.  Infornate in forno caldo (statico) a 180 gradi per 50 minuti circa. Se ventilato 170 gradi per 45-50 minuti. Lasciate raffreddare prima di servire. La torta Pasqualina si può serre  sia fredda sia tiepida.

Note

  • Potete conservare la torta Pasqualina in frigorifero ben coperta per 3 giorni. Siccome tende a disidratarsi, consiglio di mettetela in un contenitore ermetico.
  • Si può preparare anche un unico ripieno unendo quello di verdura e quello di ricotta.
  • Potete sostituire la ricotta con stracchino o prescinseua (se la trovate).
  • Potete utilizzare solo la bieta o gli spinaci. Io nell’orto ho tutti e due e nel dubbio scelgo entrambe 😛
  • Esiste anche una variante con carciofi, ma di quella vi parlerò più avanti!

Rimani aggiornato sulle mie novità del blog: seguimi sulla pagina facebook DANICUCINA

e sul mio profilo INSTAGRAM @daniele_danicucina .

Ti aspetto con il tuo LIKE 🙂 A presto!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da daniele, DaniCucina

DANICUCINA. Ricette semplici, gustose e leggere!

Una risposta a “Torta Pasqualina – ricetta ligure tradizionale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.