Crea sito

Pasta alla carcerata

La pasta alla carcerata è un piatto davvero unico, dal gusto forte e piccante ma davvero unico nel suo genere.
Ho cercato di trovare le origini di questo meraviglioso e profumato piatto ma non sono riuscita a trovare delle informazioni valide, certamente il suo nome fa pensare ad un piatto realizzato in carcere, un piatto forse preparato da uomini e forse per questo così ricco e piccante, ma potrebbero anche essere dei luoghi comuni.
Sul web esistono diverse versioni di questa ricetta, alcuni la definiscono anche la “pasta dei carcerati“.
Ad ogni modo gli ingredienti sono pochi ma tutti ben scelti: salsiccia, cognac, pomodoro, peperoncino e panna.
Prepariamola insieme
SEGUIMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK

Pasta alla carcerata
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 360 gPasta
  • 400 gSalsiccia
  • 250 mlPanna da cucina
  • 1Cipolla
  • 250 mlPassata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di cognac
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Prezzemolo
  • 3Peperoncini
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Padella
  • Pentola
  • Cucchiaio di legno
  • Colino / Scolapasta

Preparazione

  1. In una padella ampia versate un filo di olio extra vergine d’oliva e unitevi la cipolla tritata finemente.

    Fatela appassire ed unite anche la salsiccia sbriciolata.

    Fate cuocere la salsiccia e sfumate con il cognac, quindi unite la passata di pomodoro e continuate la cottura per circa 15 minuti a fuoco basso.

    Rigirate spesso.

  2. Nel frattempo fate cuocere la pasta in acqua leggermente salata, secondo i tempi indicati in confezione.

    Potete usare qualsiasi formato di pasta ma vi consiglio di usare un formato corto.

  3. Cinque minuti prima di scolare la pasta, aggiungete al sugo alla carcerata la panna, amalgamate bene per far legare tutti gli ingredienti.

    Quindi scolate la pasta e amalgamatela con il condimento preparato.

    Impiattate la pasta alla carcerata, decorandola con prezzemolo tritato.

    Potete unire il peperoncino direttamente al condimento oppure se qualcuno dei commensali non lo desidera, potrete portarlo in tavola in modo che ognuno possa aggiungere la quantità desiderata.

  4. T’invito a visitare la mia pagina Facebook dove potrai trovare tante ricette sfiziose e alla portata di tutti, lascia un like ed unisciti a noi.
    Seguimi anche sugli altri social, mi trovi su Pinterest – Instagram – Twitter
    Torna alla HOME per le altre ricette
    Leggi QUI se vuoi conoscermi meglio

Pubblicato da cucinaserafina

Salve mi chiamo Maria e questo blog prende il nome della mia mamma, scomparsa troppo presto, ma che spesso rivive nella mia cucina e non solo...Naturalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.