Crea sito

Impasto per rosticceria siciliana

L’impasto per rosticceria siciliana è molto facile da preparare e vi permette di creare tantissime varianti di rosticceria siciliana, le classiche pizzette, i calzoni che a Catania chiamiamo “cartocciata“, i rollè con wurstel tipici del palermitano, o dei semplici panini ripieni detti anche “bombette“. L’impasto che ho preparato io non prevede ne burro ne strutto ma dell’olio extra vergine d’oliva, che rende l’impasto morbido e digeribile.

Ecco la ricetta dell’impasto per rosticceria siciliana, prepariamoli insieme.

SEGUIMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK

Impasto per rosticceria siciliana
  • Preparazione: 10+ lievitazione Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 16 pezzi di rosticceria media
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 500 g Farina 00
  • 50 g Zucchero
  • 50 g Olio extravergine d'oliva
  • 12 g Lievito di birra fresco
  • 250 g Acqua
  • 10 g Sale

Per la farcitura

  • q.b. Passata di pomodoro
  • q.b. Prosciutto cotto
  • q.b. Mozzarella
  • q.b. Wurstel
  • 1 uovo
  • q.b. Semi di sesamo

Preparazione

  1. Iniziate a preparare l’impasto per rosticceria siciliana sciogliendo il lievito in metà dell’acqua leggermente intiepidita.

    Mettete la farina e lo zucchero nel boccale della planetaria, unite anche l’olio extra vergine d’oliva e il lievito sciolto. Azionate la planetaria e fate incordare l’impasto. Aggiungete man mano l’acqua e il sale. L’impasto sarà pronto quando si staccherà dalle pareti della ciotola e s’incorderà al gancio impastatore.

  2. Impasto per rosticceria siciliana

    Potete impastare l’impasto per rosticceria siciliana anche a mano amalgamando tutti gli ingredienti elencati, aggiungendo l’acqua gradatamente e il sale per ultimo.

    Fate lievitare l’impasto per circa due-tre ore o fino a quando non sarà raddoppiato di volume.

    Trascorso il periodo di lievitazione, dividete l’impasto per rosticceria siciliana in piccole parti di circa 50-60 grammi ciascuna. Create delle piccole palline aiutandovi con il palmo della mano e rimettetele a lievitare per un’oretta.

    Quindi iniziate a dare la forma alla vostra rosticceria farcendola a vostro piacimento.

  3. Impasto rosticceria siciliana

    Appiattite leggermente con i polpastrelli le palline con cui volete fare delle pizzette; lasciando i bordi più sporgenti.

    Stendete con un mattarello, formando dei dischi, le palline con cui volete creare cartocciate o bombette ed infine, per creare i rollè di wurstel dovete fare dei cordoncini d’impasto semplicemente stirando le palline con i palmi delle mani contro il piano di lavoro.

  4. Farcite le pizzette con la passata di pomodoro ( vi consiglio di aggiungere la mozzarella solo 5 minuti prima di uscire le pizzette dal forno).

    Adagiate sui dischi per cartocciate una cucchiata di passata di pomodoro, una fetta di prosciutto e un pezzo di mozzarella, chiudete la cartocciata piegandola in due. Nelle bombette invece mettete solo prosciutto e mozzarella e chiudete a fazzoletto arrotondando con le mani. Infine arrotolate i cordoncini d’impasto in metà wurstel per creare i rollè.

    Spennellate le cartocciate, le bombette e i rollè con dell’uovo sbattuto e se volete arricchite con dei semi di sesamo.

    Infornate la vostra rosticceria siciliana in forno a 200° per circa 20-25 minuti.

    Con le dosi indicate vengono fuori circa 15-16 pezzi di rosticceria di media dimensione. Potete anche decidere di fare dei pezzi più grandi o più piccoli. Ad esempio per i pezzi mignon l’impasto deve pesare circa 25-30 grammi, mentre la rosticceria grande va sugli 80 grammi.

    Se avete bisogno di più pezzi sarà sufficiente raddoppiare o triplicare le dosi.

    T’invito a visitare la mia pagina Facebook dove potrai trovare tante ricette sfiziose e alla portata di tutti, lascia un like ed unisciti a noi.

    Seguimi anche sugli altri social, mi trovi su Pinterest – Instagram – Twitter

    Torna alla HOME per le altre ricette

    Leggi QUI se vuoi conoscermi meglio

Leggi anche

Pubblicato da cucinaserafina

Salve mi chiamo Maria e questo blog prende il nome della mia mamma, scomparsa troppo presto, ma che spesso rivive nella mia cucina e non solo...Naturalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.