Trofie al nero di seppia

Trofie al nero di seppia una variante delle classiche trofie di Sori, impastate a mano con l’aggiunta del nero di seppia, sono perfette da condire con un sugo di pesce, come può essere il sugo di cozze, oppure una dadolata di tonno fresco e zucchine.
Come sapete amo tantissimo preparare le trofie fatte in casa, tanto che ho creato un’intera categoria dove raccogliere tutte le varianti particolari e golose di trofie!
Le trofie nere sono davvero particolari, il gusto scuro le contraddistingue dalle altre e le rende davvero uniche!
Se amate le trofie e volete provare questa variante al nero di seppia, non vi resta che leggere la ricetta!

Trofie al nero di seppia
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina 00
  • 250 mlacqua
  • 10 gnero di seppia

Preparazione

  1. Per preparare le trofie al nero di seppia fatte in casa dovete per prima cosa preparare l’impasto.

  2. Sulla spianatoia, versate la farina a fontana e create un buco al centro.

    Diluite il nero di seppia all’interno dell’acqua, e poca alla volta cominciate ad unirla alla farina, mescolando dapprima con una forchetta, poi, mano a mano che l’impasto diventa più consistente, impastando a mano.

  3. Terminate di unire l’acqua e continuate ad impastare energicamente fino a che non otterrete un composto liscio, omogeneo ed elastico.

    A questo punto, cominciate a creare le vostre trofie.

    Prendete dei piccoli pezzettini di impasto e portateli in avanti con il palmo della mano per assottigliarli, poi trascinateli verso di voi con il dorso della mano per creare il classico attorcigliamento della trofia. Potete vedere il video di come si preparano cliccando QUI.

  4. Procedete allo stesso modo fino a terminare l’impasto.

    Raccogliete tutte le trofie al nero di seppia su un vassoio e conservatele in un luogo fresco ed asciutto fino al momento di cuocerle.

    Cuocetele in abbondante acqua salata per circa 5 minuti, quindi scolatele e tuffatele all’interno del vostro condimento preferito.

    Servite ben calde.

  5. CONSERVAZIONE: Conservate le vostre trofie in un luogo fresco ed asciutto per un giorno al massimo.

    Potete far seccare le trofie, oppure surgelarle, dapprima ben distanziate e poi raccolte in un sacchetto gelo per alimenti.

    CONSIGLI E VARIANTI: Potete creare diverse varianti di trofie colorate, come quelle gialle alla curcuma o rosa alla barbabietola!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *