Pane casereccio

Pane casereccio, la classica pagnotta bella grande, piena di mollica, che una volta pronta profuma casa “di buono”. In casa di mia nonna solitamente si trovano focacce di ogni genere, specialmente quelle alla salvia o al rosmarino, ma una bella pagnotta sono sicura che non la disdegna nemmeno lei.
Ottima da servire in tavola a fette o a pezzetti, perfetta per fare scarpetta in piatti con sughi e deliziosa da tagliare a fette e spalmare con qualche crema cioccolatosa.. diciamo che è irresistibile! E se non avete mai provato a fare il pane, bè questa è la ricetta giusta con la quale cimentarsi una prima volta! Perché è semplice, intuitiva, ci vorranno pochi ingredienti e pochi strumenti. E se non avete impastatrice o planetaria, potete anche preparare il tutto con le vostre manine! Quindi preparate il piano da lavoro e cominciamo!

Pane casereccio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Metodo di cotturaBrace
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gFarina Manitoba
  • 150 gFarina 0
  • 50 mlOlio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiainiSale
  • 1 cucchiaioZucchero
  • 3.5 gLievito di birra secco
  • 300 mlAcqua

Preparazione

  1. Per preparare il pane casereccio potete decidere di procedere in due modi, in base alle vostre disponibilità. Potete impastare a mano o in planetaria/impastatrice, in entrambi i modi seguite alla lettera i passaggi per non rischiare di intaccare la lievitazione del vostro pane.

  2. Preparazione in planetaria/impastatrice:

    Versate nella ciotola le due farine, lo zucchero e il lievito disidratato e montate il gancio ad uncino. Azionate l’impastatrice, e dopo due giri a media velocità incominciate ad unire l’acqua tiepida, l’olio extra vergine, e non appena l’impasto comincerà ad incordarsi unite anche il sale.

    Impastate per 5 minuti in modo che il l’impasto si incordi bene e risulti ben liscio ed omogeneo.

  3. Per la preparazione a mano:

    Disponete le farine assieme allo zucchero e al lievito disidratato a fontana su una spianatoia. Cominciate a versare l’acqua mescolata all’olio al centro e incomnicate ad impastare con una forchetta. Non appena l’impasto si fa più sodo, unite il sale e cominciate ad impastare con le mani fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

  4. In entrambe le lavorazioni, a questo punto, disponete l’impasto in una ciotola unta con un po’ d’olio, e praticate una croce al centro dell’impasto. Coprite con un canovaccio pulito e lasciate lievitare per due ore al caldo.

    Se in casa non avete troppo caldo, potete mettere l’impasto a lievitare in forno con la luce accesa.

  5. Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete la palla d’impasto che avrà duplicato il suo volume, ponetela sulla spianatoia e praticate alcune pieghe: stendete leggermente con i polpastrelli l’impasto, poi ripiegate i bordi su se stessi, per due o tre volte. Questo farà si che l’impasto inglobi aria e che quindi il pane risulterà alveolato al suo interno.

  6. Terminate le pieghe, pirlate l’impasto, ovvero donate nuovamente una forma rotonda all’impasto, modellando lo stesso sulla spianatoia con le mani.

    Adagiate infine l’impasto sulla leccarda coperta di carta forno, e ponetelo di nuovo a lievitare per circa un’oretta.

  7. Scaldate il forno a 180 gradi statico, e infornate il pane per circa 20/25 minuti. Al termine della cottura la crosta esterna dovrà risultare croccante e ben dorata.

CONSERVAZIONE

  1. Il pane casereccio si conserva morbido per ben 4 giorni. Basta richiuderlo in un sacchetto di carta.

  2. Una volta secco, potrete grattugiarlo e usarlo in numerose preparazione, come nelle polpette di zucca o nelle crocchette di patate.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.