Conversione peso pasta madre liquida / solida

image (FILEminimizer)Conversione peso pasta madre liquida /solida

In tutte le mie ricette uso la pasta madre liquida, ma se avete una pasta madre madre solida la conversione è semplice ( grazie Alessia che me l’ha insegnata e Mara che l’ha ideata). Vediamo la conversione peso pasta madre liquida /solida nelle ricette.
Peso della pasta madre liquida :2 e il risultato lo moltiplicate per 3.
La pasta madre liquida però ha meno farina di quella solida quindi la differenza di peso la dovete sottrarre alla farina impiegata.
Esempio ho 100 gr di pasta madre liquida e 500 gr di farina
100:2=50  75×3 = 150 gr di pasta madre solida  155-100= 50  500- 75= 450 gr farina da usare.

Ovviamente l’inverso se avete una ricetta con pasta madre e voi avete Li. Co.Li

ex ho una ricetta con 150 gr pasta madre e 500 gr di farina

150 :3 = 50   50X2 = 100 gr Li.Co.Li da usare   150-100=50   500+ 50=550 gr di farina da usare

Cliccate mi piace sulla pag Fb creando si impara https://www.facebook.com/pages/Creando-si-impara/495525933830478

Precedente Baps o scottish rolss a lievitazione naturale Successivo Danubio profumoso

19 commenti su “Conversione peso pasta madre liquida / solida

  1. L’ho trovata, grazie mille, scusami.
    Un’altra cosa, trovi più facile gestire la pasta madre liquida o quella solida?
    Vedere la liquida non si direbbe sia efficace come la solida, inoltre non capisco proprio dov’è la differenza. Saresti così gentile di darmi delle informazioni in merito? Grazie per la tua gentilezza.

    • creandosiimpara il said:

      Io ho la liquida e la solida.. Anche se credo che rinuncerò alla solida perché la liquida la rinfreschi più facilmente, con una forchetta, senza nemmeno pesare oramai, mantengo più o meno sempre la solita consistenza.. Poi ha bisogno di minor cura.l son arrivata a più di 3 settimane senza rinfrescarla e al ritorno trovarla viva ed arzilla, vado meglio ad essiccarla per spedirla o conservarla ( c’è un post in proposito nel blog). Poi quando voglio usare una solida faccio un rinfresco con sola farina della liquida et voilà…

  2. ciao sono sempre io amo il tuo blog la tttua pgina fb ma io volevo chiederti una cosa ho guardato la pag della conversione che mi hai mandato ma io nn ho il lievito madre liquido io ho una pastamadre solida e giacchen nelle tue ricette tu usi la tua pasta madre ma liquida io come faccio a trasformare la mia p m solida in liquida cm la tua?nn ho le dosi e la procedura mi aiuteresti???? grazie e aspetto con ansiaaaaa

    • creandosiimpara il said:

      ciao ci sono 🙂 per trasformarla in licoli devi portarla ad un’ idratazione del 100%. tu hai un pm solida che rinfreschi al 50%, giusto??? Es: 100 pm, 100 farina, 50 acqua. dovresti portare piano piano, aumentando l’acqua di 10 gr per volta ad ogni rinfresco, fino a che non sara’ idratata al 100%. lo puoi fare tranquillamente ad ogni raddoppio…. chiedi se nn hai capito 🙂

  3. Susanna il said:

    Ciao….non sono brava in matematica…mi potresti aiutare….se trovo una ricetta con pm solida e voglio convertirla in lievito liquido…che calcolo dovrò fare?….ti ringrazio in anticipo!

    • creandosiimpara il said:

      l’inverso.. quindi dividi per tre e moltiplichi per 2 e hai peso della liquida. la differenza la sommi in farina!

    • creandosiimpara il said:

      ciao lia!! grazieee per i complimenti!!! una domanda: conosci il gruppo della pasta madre???? li’ ci sono tante persone e magari puoi trovarne una della tua zona, piu’ o meno vicina che te la puo’ regalare… se vuoi ti aggiungo io , basta che mi lasci il tuo nome e cognome…

    • creandosiimpara il said:

      ciao lorena, devi aumentare l’acqua nei rinfreschi, se ora ne metti 50 gr ogni 100 gr di lievito, devi arrivare a metterne 100 gr. fallo gradualmente, nel senso, comincia prima con 20 gr in piu’, ancora 20 gr al prossimo rinfresco, e l’ultimo sara’ con altri 10 gr.. arrivando cosi’ al 100 %.lo puoi fare in una giornata, aspettando il raddoppio della pm ad ogni rinfresco 🙂

  4. Loredana il said:

    Sono capitata per caso sul tuo sito, e sento il piacere di esprimerti le mie sensazioni: è splendido! Veramente ben fatto, ricco di tantissime ricette facili, interessanti, presentate in modo elegante. Quello che più mi ha entusiasmata è la chiarezza con la quale spieghi i procedimenti. Sopratutto la conversione del Li.co.Li e della Pasta Madre Solida ed il suo utilizzo che in altri siti è pur spiegata ma in modo non chiaro. Tu sei stata illuminante! Io uso il Li.Co.Li e spessissimo nelle ricette non è spiegato cosa usano ma si limitano ad indicare Lievito Madre. Sono una entusiasta neofita della Pasta Madre e ti seguirò con immenso piacere sperando presto di diventare anch’io abbastanza brava. Grazie e Buon Lavoro!

  5. kawa700@alice.it il said:

    per la conversione da licoli a pm o viceversa non si nomina la quantita’ di acqua ma solo la farina…come ci si regola con l’acqua?

  6. Ciao,
    Sono contenta di essermi imbattuta in questo sito… siete bravissimi e gentilissimi ( non vi mollo più ).
    Ho provato a fare per la prima volta la pasta madre e dopo 15 giorni di rinfresco una parte l’ ho conservata in frigo e l’ altra ho voluto provarla subito aggiungendo la farina acqua e sale per fare il pane e l’ ho messo a lievitare. Ho notato che dopo 8 ore si è gonfiata… come faccio a sapere se è pronto? Grazie

    • creandosiimpara il said:

      per sapere se il pane è pronto bisognerebbe prendere una pallina di impasto e metterla in un bicchiere d’acqua , quando viene a galla è pronto per essere infornato! ora 8 ore di lievitazione sono tante, anche se la tua pasta madre è molto giovane. Prova a cuocere perchè tempo diventi tutto troppo acido!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.