cazzotti di semola, ricetta lievitata

cazzotti di semola

cazzotti di semola

I cazzotti di semola sono dei piccoli bocconi di pane molto saporiti, un po’ scrocchierelli ma morbidi all’interno.
Ideali da riempire con la mortadella per una cena veloce, ma con con gusto
E’ un pane che si prepara abbastanza velocemente.
Infatti mi ero accorta di non avere il pane per cena… et voilà….
Per chi volesse farli con pm solida: 150 gr di lievito e 350 gr di semola.
Per chi volesse farlo con lievito di birra: preparate un lievitino con 50 gr di farina 0, 50 gr di acqua e 15 gr di ldb fresco. Aspettate il raddoppio e procedete con la ricetta.

Mettiamoci a lavoro con
400 gr di semola
100 gr di lievito madre liquido rinfrescato
250 gr di acqua
1 cucchiaino di miele
8 gr di sale
Prepariamo i nostri cazzotti di semola: mettiamo nella planetaria il lievito con il miele e l’acqua, lasciamo lavorare. Aggiungiamo meta’ della semola, lavoriamo un po’ fino ad ottenere un impasto morbido e senza grumi.
Lasciamo in autolisi per 30′.
Riavviamo la planetaria, uniamo la semola restante, lavoriamo qualche minuto , mettiamo il sale e facciamo incordare.
Facciamo riposare l’impasto per 20′.
Ribaltiamolo sull’asse leggermente spolverata di semola, schiacciamolo un po’ e facciamo le pieghe a libro. Raccogliamolo a palla, copriamo con una ciotola e lasciamo riposare per 20′.
Ripetiamo le pieghe e lasciamo riposare coperto ancora per 20′. Facciamo per l’ultima volta le pieghe e lasciamo coperto a riposare per un’ ora.
Riprendiamo l’impasto, stendiamolo in un rettangolo di circa 20×30 cm e mettiamolo a lievitare per circa 4 ore in una leccarda abbastanza grande spolverata abbondantemente di semola.
Cospargiamo anche la superficie dell’impasto con dell’altra semola, copriamolo con un canovaccio.
Accendiamo il forno a 240′ con un pentolino di acqua, con il tarocco tagliamo a metà per la lunghezza il nostro rettangolo e ridividiamo ancora in tre parti, ottenendo così 6 panini. Distanziamoli aiutandoci sempre con il tarocco, altrimenti in cottura si riuniranno.
Togliamo il pentolino dell’acqua, inforniamo per circa 10′ a 240′, poi abbassiamo la temperatura a 200′ per altri 10′-12′. Facciamo raffreddare e farciamo con la nostra mortadella.
Clicca mi piace in Creando si impara

Precedente impasto salato lievitato per cornetti, pizzette ,focaccine Successivo frittelle di riso, con lievito madre

28 commenti su “cazzotti di semola, ricetta lievitata

  1. Silvia il said:

    Domanda: quando lascio riposare l’impasto per 4 ore lo copro, giusto? pellicola?
    Posso lasciarlo lievitare tutta notte già porzionato e infornare al mattino?
    Grazie mille!! 😀

    • creandosiimpara il said:

      puoi coprire con un canovaccio, per la lievitazione, tutta la notte è troppo, vedrai che in 4 ore sarà pronto per la cottura

      • Paola il said:

        Ciao, intendi prima di cominciare le pieghe, quindi lo tiri fuori dal frigo fai acclimatare poi fai i vari riposi e la lievitazione di 4 ore? Oppure finiti tutti i riposi delle pieghe prima di stendere l’impasto x la lievitazione di 4 ore lo metti in frigo? Io ho fatto la seconda spero di non aver rovinato tutto!! Grazie mille paola

        • creandosiimpara il said:

          la ricetta non prevede sosta in frigo… prepari l’autolisi di 30′, poi aggiungi semola che resta e fai i vari riposi fra una piega e l’altra, ancora di un’ ora, dopodichè formi e lasci lievitare per 4 ore ancora 🙂

          • Paola il said:

            Ciao, grazie x la risposta.
            Che la ricetta non preveda il frigo era chiaro, la tua ricetta è fatta molto bene, ma essendo andata lunga con i tempi e avendo visto questo commento mi son decisana mettere in frigo l’impasto. Solo che non ho capito se, visto che ho messo in frigo dopo aver fatto tutte le pieghe, queste ore di frigo equivalgono alle 4 ore di lievitazione o no. Ossia adesso spiano e faccio lievitare 4 ore? Grazie ancora paola

          • creandosiimpara il said:

            scusa non avevo capito io. si togli dal frigo, lasci acclimatare un’ ora, formi e metti a lievitare le 4 ore. sai che molto dipende dalla temperatura, se vedi che sono pronti prima inforna pure, perchè comunque hanno fatto lievitazione in frigo…..

  2. Silvia il said:

    Ciao, quando parli di semola cosa intendi? quella rimacinata oppure non rimacinata? credi che faccia differenza?
    Grazie … e complimenti per le ricettine

  3. sonia il said:

    ma quando riprendi l’impasto dopo 4 ore il taglio al centro in lunghezza e 2 in larghezza li fai lasciando pio i panini nella telia stessa? se si, durante la cottura non si riuniscono tra loro a mò di focaccia?

  4. Ciao!!! Sto preparando oggi i tuoi bellissimi cazzotti, ma c’è una cosa che non ho capito riguardo la cottura. Quando dici: “Accendiamo il forno a 240′ con un pentolino di acqua” intendi portare il forno a temperatura con dentro un pentolino di acqua già bollente? Poi nel frattempo facciamo le pezzature dei cazzotti e quando inforniamo togliamo il pentolino? Quindi i cazzotti devono cuocere in tutto 20/22 minuti e mai insieme al pentolino? Grazie!

    • creandosiimpara il said:

      ovvio che si, impasti fai i giri di pieghe e metti in frigo fino al giorno dopo, ciotola chiusa con coperchio. togli lasci raddoppiare e formi..

  5. Rossana il said:

    Domani vorrei fare questi fantastici cazzotti e visto i miei tempi ristretti vorrei fare la sosta in frigo la notte. La mia domanda è se devo diminuire la dose del lievito. Grazie e complimenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.