PANE FRATTAU

PANE FRATTAU

Il ciuffetto di basilico sul sugo di pomodoro fresco è la nota di freschezza di quasi tutte le pietanze estive. E’così anche per il Pane Frattau, tipica ricetta sarda preparata col Pane Carasau. Il Pane Frattau, oltre alla freschezza data dalla salsa di pomodoro, è un piatto velocissimo, quindi l’ideale in estate quando non si vuole passare troppo tempo in cucina, ma si ha voglia comunque di mangiare qualcosa di saporito. Si prepara al momento, con pochi ingredienti essenziali: il Pane Carasau, ormai reperibile anche in tutti i supermercati italiani, non solo in Sardegna, il sugo di pomodoro fresco, l’uovo in camicia e una spolverata di abbondante formaggio; in questa ricetta ho usato la Panedda di Latte Arborea, molto saporita.

PANE FRATTAU
PANE FRATTAU

La parola Frattau pare derivi dalla “fretta” nel preparare questa ricetta per una visita improvvisa in un paese della Sardegna, dal Re di Sardegna  e le signore del paese si sono inventate questo piatto, con i pochi ingredienti che di solito avevano a casa, e che il Re pare abbia gradito moltissimo. Questa pietanza comunque nasce in Sardegna, per necessità dei  pastori che dovevano trascorrere  parecchi mesi lontani da casa per pascolare il gregge; le loro donne quindi preparavano il Pane Carasau, che è un pane a lunghissima conservazione (dura anche un anno) e il pastore lo bagnava nell’acqua o nel latte e lo condiva col formaggio. La ricetta poi nel tempo si è arricchita di altri ingredienti come il sugo di pomodoro, il brodo al posto dell’acqua, e dell’uovo in camicia che, a parte la cromia del piatto bello da vedere, da un gusto speciale alla pietanza. Io non so se esista una ricetta specifica per questo piatto; come succede per tante preparazioni culinarie le ricette possono variare da zona a zona, da famiglia a famiglia. Io mi attengo alla ricetta della mia famiglia.

PANE FRATTAU
PANE FRATTAU

Tempi addietro per bagnare il Pane Carasau si usava il brodo di pecora, ma, essendo difficile da reperire la carne di pecora, mia madre lo preparava di agnello che in famiglia piace molto. D’estate comunque suggerisco di bagnarlo appena con acqua che poi, con l’aggiunta degli altri ingredienti, diventa saporito e di facile digeribilità.

Ecco gli ingredienti per la ricetta del Pane Frattau per una persona:

Pane carasau 3 o 4 pezzi di una sfoglia grande

salsa di pomodoro qualche cucchiaiata

1 uovo in camicia (viene saporito anche senza)

formaggio grattugiato qb( io ho usato la Panedda di Latte Arborea)

L’unica piccola difficoltà sta nel preparare l‘uovo in camicia, ma basta imparare una volta e poi diventa facile.

Preparazione dell’uovo in camicia:

Ingredienti: 1 uovo fresco, acqua, sale grosso, aceto o limone.

Mettere sul fuoco in un pentolino capiente l’acqua, il sale ed un cucchiaio di aceto bianco che serve per mantenere il colore bianco della chiara dell’uovo. Aprire l’uovo e metterlo in un piattino. Non appena l’acqua arriva a bollore, con il manico di un mestolo, girare l’acqua per formare un vortice e subito immergere delicatamente l’uovo che si rapprenderà  formando “una camicia” bianca che avvolgerà il tuorlo nascondendolo. La cottura non dovrà superare un paio di minuti altrimenti diventerà sodo. Scolarlo con una schiumarola e porlo su un piatto.

Preparazione del Pane Frattau

Sistemare i fogli di Pane carasau in un piatto, irrorarli di brodo o acqua non troppo abbondante; versare sopra qualche cucchiaiata di sugo di pomodoro; adagiarvi l’uovo in camicia e spolverizzarlo di abbondante formaggio, con aggiunta di un ciuffetto di basilico fresco e profumato. Con una forchetta rompere l’uovo e il tuorlo e tutti gli ingredienti si amalgameranno dando un sapore squisito al piatto.

PANE FRATTAU
PANE FRATTAU

 

Precedente PARDULAS DI RICOTTA Successivo ZUPPA CUATA