Minestrone alla Genovese

Minestrone alla Genovese

Quasi sempre si associa alla parola minestra o minestrone un piatto sano e dietetico ma un pò triste……per me invece non è assolutamente così!


Il minestrone di verdure mi ricorda mia nonna che lo faceva spessissimo ed io l’adoravo, bello “spesso” e con nascoste dentro delle croste di parmigiano!!!


Quello che mi ha sempre affascinato del suo minestrone era il fatto che non importava quali e quante verdure avesse, utilizzava quelle che aveva in quel momento in casa ed il risultato era sempre eccezionale.


Ovviamente io invece vi indicherò delle verdure ben precise e delle quantità, che erano quelle della ricetta originale della nonna, quello che fa la vera differenza a prescindete dalle verdure che sceglierete di utilizzare è seguire i suoi consigli, ed aggiungere un ingrediente fondamentale e vi assicuro che anche i vostri figli andranno matti per il minestrone, e poi non dimenticate c’è la caccia alla crosta di parmigiano!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4 PERSONE
  • CucinaItaliana
151,08 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 151,08 (Kcal)
  • Carboidrati 16,08 (g) di cui Zuccheri 4,73 (g)
  • Proteine 3,84 (g)
  • Grassi 8,80 (g) di cui saturi 1,37 (g)di cui insaturi 1,23 (g)
  • Fibre 3,78 (g)
  • Sodio 1.168,68 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 200 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 100 gpatate
  • 50 gfagioli borlotti (sgranati)
  • 1pomodoro (maturo)
  • 2carote
  • 50 gpiselli (sgranati)
  • 1 costasedano
  • 100 gbietole
  • 1 spicchioaglio
  • 50 gfagiolini
  • 1 ciuffoprezzemolo
  • 1 lbrodo vegetale
  • scalogno (1 piccolo)
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaiopesto alla Genovese
  • q.b.sale

Preparazione

preparazione verdure

  1. Sciacquare le patate sotto acqua corrente, spazzolarle e tagliarle a pezzettini.

    Sgranare i fagioli.

    Lavare il pomodoro e ridurlo a pezzetti, rimuovendo le parti coriacee.

    Pulire le carote, tagliare le estremità ed affettarle.

    Sgranare i piselli.

    Lavare la costa di sedano, rimuovere i filamenti ed affettarla, fare lo stesso con la bietola sotto acqua corrente, rimuovendo la parte coriacea del gambo, e riducendola a pezzetti.

    Sciacquare i fagiolini, togliere le estremità e tagliarli a pezzetti di 3-4 centimetri.

    Lavare i rametti di prezzemolo, selezionare le foglie, tamponarle con carta da cucina e tritarle, assieme allo spicchio d’aglio spellato

preparazione minestrone

  1. Scaldare il brodo.

    In una capace pentola mettere l’olio e lo scalogno tritato grossolanamente.

    Accendere il fuoco e far rosolare a fiamma bassa fintanto che non assume un colore dorato.

    Unire le verdure, un cucchiaino di trito di aglio e prezzemolo e far insaporire 4-5 minuti a fiamma vivace, mescolando continuamente, quindi unire il brodo vegetale e un pizzico di sale grosso.

    Lasciar cuocere per 45 minuti dalla ripresa del bollore, a fiamma bassa.

    Trascorso il tempo indicato regolare di sale ed aggiungete il pesto, mescolate bene affinché si amalgami il tutto.

    Servire con un filo d’olio a crudo e, se piace Parmigiano Reggiano grattugiato, oltre a qualche crostino di pane.

Note

Quello che rende speciale questo minestrone, è che a Genova ed in Liguria in generale siamo abituati ad “arricchirlo” con un po’ di pesto che gli conferisce il suo gusto particolare e delizioso.

Ottimo se servito con dei crostini di pane caldi. Come dicevo mia nonna gli ultimi minuti di cottura metteva nel minestrone a cuocere delle croste di parmigiano reggiano precedentemente pulite che con il calore si scioglievano parzialmente ed era sempre una festa per chi se le trovava nel piatto!

seguimi su Instagram cliccando qui https://www.instagram.com/atavolacontea_/?hl=it

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.