Torta di mele all’antica danese (ricetta veloce e senza forno)

mele danesi 1

Questa torta di mele mi è stata consigliata da un amico svedese che da qualche anno abita in danimarca (if you’re reading this post, hi Tobias :P)
sono sempre curiosa quando si tratta di cucina, e soprattutto di dolci,  gli avevo domandato se c’era qualche ricetta nordica che valesse la pena di provare, e lui mi ha passato questa.
devo  ammettere che il nome  mi ha sopreso un po’! il nome originale è “Gammeldags æblekage” che letteralmente significa “torta di mele dei vecchi giorni” (ho una passione per le lingue nordiche), anche se mi piace tradurlo con “torta di mele demodè” fa più chiccoso 😛
mi ha sorpreso perchè è una torta non torta, ossia non è cotta in forno, non ha la forma di una torta, è un dolce al cucchiaio in pratica.
ricorda il Trifle o la zuppa inglese, ossia un dolce a strati, ma bypassa tutte la complicazioni del pandispagna, della crema, etc.

mele danesi 1 mele danesi 2mele danesi 3è infatti un dolce che si prepara il 7-8 minuti, ed è anche un dolce povero, da fare con pochissimi ingredienti, a basso costo (ad es il pangrattato che un tempo non veniva comprato ma fatto con gli avanzi di pane secco, per non butttar via niente), e secondo me deriva da quello il nome. alla fine la torta di mele c’è, ci sono le mele, il limone, la cannella, la parte “panosa”, la panna (che spesso si usa per accompagnare una bella fetta di torta di mele, sopratutto nei paesi più a nord di noi) ma semplicemente è tutto scomposto e rimontato in altra forma. gli chef direbbero “destrutturato”, ma io non sono uno chef, quindi dico “scomposto” 😛
la ricetta consiglia di montarlo in una ciotola, ma io ho ben pensato di farlo in tazza, monoporzione, una bella monoporzione, ne vengono circa 2 tazze belle grosse, o altrimenti 3 più piccole, dipende dalla dimenzione della tazza!
la ricetta originale “impone” anche di aggiungere dei Macaroon sbriciolati. ho guardato cosa intendesse per macaroon, e non  intendeva ovviamente quelli che vanno di moda ora con il ripieno ma dei biscotti simili a nostri amaretti.  a me non piacciono quindi la prima volta che ho fatto la ricetta ho messo dei semplicissimi biscotti secchi tipo gli Oro Saiwa ed è venuta buonissima, la seconda volta (questa) invece non avevo nessun tipo di biscotto in casa (che vergogna!!!) e quindi non li ho messi, ma è venuta buona lo stesso.
perchè la cosa fantastica di questa torta di mele è che si fa una specie di crumble con il pangrattato, io non sapevo che il pangrattato trattato a questo modo diventasse dolce e croccante, la prima volta che l’ho fatto mi ha lasciato di stucco! è proprio vero che la cucina da paese a paese ha tecniche così diverse!!!
è anche indicato per chi ha intolleranze, visto che è senza uova. e nella ricetta originale c’è scritto che il burro può essere sostituito con la margarina. così volendo, anche la panna, può essere sostituita con la panna vegetale e diventare un dolce totalmente senza derivati animali!

Ingredienti (suddivisi per strati):

– 2/3 mele grandi (300/400 gr al netto degli scarti)
– 2 cucchiai d’acqua
– 100 gr zucchero bianco o di canna
– 1 limone
– cannella
————
– 80 gr pangrattato
– 50 gr zucchero bianco
– 50 burro
– 80 gr biscotti secchi
————
– 200 ml panna
– 2 cucchiai zucchero
– cannella per guarnire

Procedimento:
La ricetta originale dice di cuocere le mele sui fornelli ma impiegano circa 10 minuti, io ho provato nel microonde e in 5 minuti, senza bisogno di essere controllate (se non una volta a metà cottura) sono pronte. a voi la scelta, il risultato è il medesimo.
In una ciotola per microonde (o in una pentola se decidete di farle sui fornelli), mettere  le mele tagliate a cubetti, il succo di 1 limone, la scorza, 100 gr di zucchero e 2 cucchiai d’acqua. Mettere nel microonde, dare 5 minuti a 600 watt e girare a circa metà cottura. (sul fuoco controllare più spesso).
Appena cotte, cambieranno colore, cmq assaggiarle per controllare la consistenza più gradita, aggiungere un pizzico di cannella, e lasciare raffreddare un attimo.

Nel frattempo che le mele cuociono, in un pentolino sciogliere i 50 gr di burro con i 50 gr di zucchero del secondo dosaggio, quando sono sciolti aggiungere il pangrattato, mescolare bene, sempre sul fuoco, per circa 2-3 minuti, finchè il pangrattato non diventa leggermente dorato. Spengere e mettere da parte.
Sbriciolare i biscotti con le mani, oppure pestarli con un batticarne, ma lasciarli grossolani.

Montare la panna con i 2 cucchiai di zucchero a consistenza semimontata.

Adesso montare il dolce così:
In una tazza mettere le mele, poi il crumble croccante di pangrattato, poi i biscotti sbriciolati, infine la panna semimontata e spolverizzare di cannella con le dita (come per mettere il sale) sopra per guarnire.  Volendo si può anche intervallare, e mettere metà mele, poi il pangrattato, di nuovo le mele, poi i biscotti, infine la panna, insomma, come più vi piace montarlo. Il dolce è pronto da gustare!

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI

 

con questa ricetta partecipo al contest “Dolci al cucchiaio de La cucina delle streghe”

6 Comment

  1. Ciao Valentina,
    davvero un dolce particolare e assolutamente da provare!
    Grazie per questa ricetta, l’abbiamo aggiunta al nostro contest e pubblicata sulla nostra pagina fb (a breve anche su g+).
    A presto,
    Silvia e Fabio

  2. undolcealgiorno says:

    infatti! ha affascinato fin da subito anche me, e non ho potuto non provarlo…
    e provare per credere, è anche incredibilmente buono, oltre che pratico e veloce!
    per non parlare del fatto che si fa senza forno, è poco dispendioso, insomma, tutta una serie di qualità da non trascurare 😉
    e poi è un dolce così lontano dalla nostra tradizione…amo provare i dolci stranieri perchè sono sapori nuovi e spesso soprendenti.
    grazie per la possibilità di partecipare al bellissimo contest (tra l’altro penso che ne farò uno a breve anche io con una compagna di un altro blog, vi terrò aggiornati!)
    a presto!

  3. Che bello!! C’è qualcuno che conosce questa ricetta, un cavallo di battaglia perfetto quando si ha poco tempo per cucinare, ma si vuole fare tanta figura!

    Noi la facciamo mettendo anche della fecola di patate nelle mele, per addensarle maggiormente. E’ una vecchia ricetta di famiglia, proveniente da uno zio Danese!!
    http://www.quandopasta.it/2011/11/coppette-danesi-alla-mela/

    Buona!! Complimenti per averla proposta!! : D°°°
    Pasqualino

    1. undolcealgiorno says:

      ma daiiii!!! spettacolo!
      sì è davvero buonissima, infatti l’ho già fatta 2 volte perché mi è piaciuta parecchio, e poi vuoi mettere quant’è veloce da preparare?
      sono contenta di avere trovato qualcuno che la conosce, se non me l’avesse consigliata il mio amico probabilmente non l’avrei mai scoperta e mi sarei persa una chicca della cucina scandinava!
      buono il consiglio della fecola, comunque penso che come in ogni ricetta ci siano mille mila versioni! infatti il mio amico svedese/danese mi ha detto “ma perché hai messo la cannella? non c’è nella ricetta originale!” mentre vedo che nella tua c’è! questo è indicativo del fatto che da zona a zona le ricetta cambiano.
      io l’ho aggiunta perché pensavo che ci stesse bene, e in effetti ci stava da dio!!!! XD

  4. No in effetti la cannella la abbiamo messa noi, non sappiamo se nell’originale c’è perché in famiglia nessuno la metteva perché stupidamente non piace! ; )

    L’importante è che ci sta benissimo!! :D°°

  5. undolcealgiorno says:

    bene! allora avete fatto come me XD
    cannella + mele = abbinamento perfetto!
    io la metterei ovunque, l’adoro!
    l’altro giorno con mia mamma abbiamo trovato un ricetta di pasta con philadelphia, speck e cannella, inutile dire che l’abbiamo provata immediatamente, ed era buonissima!

I commenti sono stati chiusi.