Le ricette di Carnevale: chiacchiere

Bentrovate e bentrovati carissime e carissimi!!!
Oggi comincia lo speciale “Ricette di Carnevale”, che vi terrà compagnia fino a sabato!!!
Come avrete già letto nel titolo, questo post è interamente dedicato ad una delle preparazioni tradizionali di questa festa fantastica ed allegra: le chiacchiere!!!
Protagonista indiscussa della giornata, è la mia carissima amica napoletanissima Luciana Formisano, detta “Lucy”, Pasticciera affermata e Cuoca perfetta!!! Le ho chiesto di poter bisbigliare al vostro orecchio la sua ricetta, che con il gruppo delle amiche del Corso di Cucina by Pk Giordano abbiamo già avuto modo di preparare (sotto la sua direzione) e di assaggiare proprio nello store del patron Aldo Cernelli, a San Giuseppe Vesuviano (Na), alla via Leonardo Murialdo n. 12/14.

Prima di passare agli ingredienti ed alla preparazione, però, voglio presentarvi Luciana con questa mini intervista che mi sono permessa di rivolgerle.
Un bacio a tutte e tutti voi!!!

Luciana, cosa significa, per Te, la Pasticceria?
Un modo per esprimere ciò che sono. quando mi dedico ad un lavoro, che sia una torta od un dolce, lì sono nel mio mondo. Cerco di esprimere la mia passione verso un’arte a me tanto cara

Qual è il Tuo ingrediente preferito?
Diciamo che uno in particolare non c’è! Tutti gli ingredienti sono unici e combinati fra loro danno vita a cose buonissime!!! Faccio un esempio. Prendiamo tre ingredienti semplici come farina, zucchero, uova: messi insieme danno vita ad un impasto base della pasticceria, il “Pan di Spagna”!!!

Situazione tipo. Prepariamo una torta e dopo averla sfornata, implode. Come fare, per rimediare?
Innanzitutto quando avviene ciò, significa che abbiamo lavorato troppo l’impasto; sicuramente la torta al centro sarà cruda ma il contorno no! Quindi, se non abbiamo tempo di rifarla, “coppiamo” (termine tecnico, che significa “utilizziamo un coppapasta”, ndr) al centro della torta, per eliminare la parte cruda e riempiamo il vuoto lasciato nella nostra torta con frutta fresca e ciuffetti di panna: vi assicuro che questo rimedio ha salvato molte torte fatte per un dopo cena, quindi… Non fatevi mancare mai panna e frutta!!!

Napoli è la Tua città: descrivila con la ricetta di un dolce della tradizione partenopea a Te caro
Un dolce a me caro? Eh… Sono gli” struffoli”!!!
“Caro”, perché è un dolce tipico delle famiglie Napoletane nel periodo Natalizio…
Mi riporta alla mia infanzia, quando lo preparavo con la mia mamma!!
La sua ricetta è semplice! 250 gr. di farina 00; 120 gr. di zucchero; 2 tuorli; 20 gr. di burro o strutto; liquore Strega od Anice q.b.; miele e confettini per decorare!

I tuoi consigli, per l’apprendista pasticciere
Innanzitutto, è l’avere una passione per questo mestiere… Non di meno, quello di studiare: bisogna capire e conoscere le materie con le quali si lavora…

Come fare, per gustare le Tue delizie?
Potete contattarmi in privato, al numero 329 26 74 993 oppure su facebook; la mia pagina è “Dolci per passione

Un saluto, alle amiche ed amici del mio blog
Vi abbraccio con affetto e mi raccomando, mettete sempre passione, in Cucina!!!

**********************************************************************************

CHIACCHIERE DI CARNEVALE DI LUCIANA
Tempo di preparazione: 1 ora circa
Ingredienti, per 4 persone
250 gr. di farina 00;
2 cucchiai di zucchero a velo;
2 uova;
1 cucchiaio di brandy (o sambuca od anice);
1 noce di burro;
1 pizzico di sale;
olio di semi q.b.;
zucchero a velo per decorare q.b.

Preparazione
Disponete la farina “a fontana”, su un piano pulito; aggiungetevi prima i 2 cucchiai di zucchero a velo, poi il primo uovo che sbatterete all’interno della fontana con l’aiuto di una forchetta; poi aggiungetevi il sale e l’altro uovo, procedendo come per il primo. Versatevi il burro morbidissimo ed amalgamato anche con le mani ed impastate fino ad assorbire tutta la farina. Dopo aver lavorato bene la pasta spingendo bene con i polsi ed aver ottenuto un composto omogeneo, fatela riposare per 30 minuti a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo, tagliate piccoli panetti alla volta dalla sfera di impasto e stendete bene, con la macchina oppure a mano, in modo da ottenere una sfoglia mediamente sottile; tagliatela – con l’aiuto di una rotella – in tanti rettangoli e praticategli un foro al centro per la lunghezza. Friggete in olio caldo e servite spolverizzando le vostre chiacchiere con lo zucchero a velo. Se amate la versione salata, potete accompagnarle con quenelles di ricotta e cucchiaini di marmellata, su consiglio del nostro amico Chef Enrico Cortese. Buonissime!!!
Buon appetito, dalla vostra Lady e a domani con una nuova ricetta di Carnevale!

Precedente Le ricette della Lady: rotolo al tiramisù Successivo Al pub "The Kilt" di Pomigliano (Na), il 3 marzo, si fa festa con un panino ad alta idratazione
Da oggi finalmente potrai rimanere sempre aggiornata/o sulle mie nuove ricette e non perderti i miei utilissimi consigli di Cucina!
ISCRIVITI ORA ALLA LADY NEWSLETTER