Pan dei morti

Durante la ricorrenza dei morti, ogni città italiana ha  le proprie tradizioni culinarie e non. Giù in Sicilia si usa preparare i pupi di zucchero e la frutta di martorana, inoltre si fanno trovare dei pensierini per i bambini. Qui a Milano invece si usa il pan dei morti, un dolce che ho conosciuto soltanto pochi anni fa e che questa volta ho provato a riprodurre, con un soddisfacente risultato. Mi è piaciuto tantissimo e quindi mi sembra giusto diffondere anche questo dolce speziato e buono, dal sapore di altri tempi. E da voi? quali tradizioni si usano durante la ricorrenza dei morti? Scrivetemelo su Facebook (–> qui).

Pan dei morti
Pan dei morti

Tempo di preparazione: 1 ora

Ingredienti

  • 250 grammi di farina
  • 3 albumi
  • 100 grammi di fichi secchi
  • 100 grammi di uvetta
  • 450 grammi di biscotti secchi
  • 200 grammi di zucchero
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • una manciata di mandorle secche
  • mezzo bicchiere di vino bianco dolce
  • zucchero al velo

Procedimento

  1. Mettete l’uvetta a mollo e lasciarla ammorbidire per una decina di minuti in acqua fredda.  Trascorso questo tempo Scolatela e strizzarla bene.
  2. Sbriciolate i biscotti, quindi tritate le mandorle spellate. Per ultimi sminuzzate i fichi.
  3. Unite tutto con la farina, il bicarbonato e la cannella in polvere.
  4. Montate gli albumi a neve ferma  ed incorporarli agli ingredienti secchi. Con delicatezza, mescolate dal basso verso l’altocon un cucchiaio di legno o un leccapentole (la spatola in silicone in pratica).
  5. Alla fine versate il vino bianco e mescolare per bene.
  6. Lasciate riposare l’impasto per 40 minuti coprendolo con uno strofinaccio.
  7. L’impasto si dovrà presentare omogeneo, se così non fosse, trascorso il tempo di riposo, aggiungete poca farina e zucchero in parti uguali e mescolate tutto.
  8. Preriscaldate il forno a 180° formate dei panetti ed adagiateli su una teglia foderata di cartaforno.
  9. Infornate per almeno 45 minuti o comunque fin quando il pane non è cotto e abbastanza friabile. Sfornate, lasciate intiepidire e spolveratevi sopra lo  zucchero al velo.

Comments are closed.