Confettura di gelsi neri

Confettura di gelsi neri
Confettura di gelsi neri

 

Conoscete i gelsi?

Il gelso è una pianta appartenente alla famiglia delle Moraceae, in Italia abbiamo due specie, Morus alba e M. nigra, rispettivamente gelso bianco e gelso nero, che prendono il nome dal colore dei frutti, che maturano da maggio a luglio per il gelso bianco e da giugno ad agosto per quello nero. Noi abbiamo un piccolo terreno e entrambi gli alberi, e quest’anno quella di gelsi neri ha da deciso di produrre molti frutti, mentre lo scorso anno era stato un poco infruttifero.

Girovagando in rete, ho scoperto che le more di gelso hanno tantissime proprietà, una sorta di medicina naturale! Ho scoperto che sono utilizzate a scopo medicinale sin dall’epoca Romana e trovano un largo impiego nella fitoterapia, anzi risultano utilizzabili non solo i frutti, ma anche le la corteccia, le radici e le foglie.

Confettura di gelsi neri

Le more di gelso sono costituite per l’85% da acqua e contengono proteina e fibra grezza, acidi liberi, ricche di carotene e, come tutti i frutti di bosco, di vitamina B1, B2 e C. Il colore scuro è dovuto al contenuto di sostanze fenoliche della categoria degli antociani, preziosi antiossidanti che ritroviamo in tutti i vegetali di colore nero, viola e rosso. Attenzione, che i gelsi neri macchiano, e pure tanto, e questo colore difficilmente riesce a togliersi dai tessuti.

Dicevo, quest’anno il nostro albero ha deciso di produrre e il mio papà ha raccolto circa 2 chiletti di gelsi neri. Ovvio che non potevo preparare la marmellata! I frutti del gelso vanno consumati a breve giro, deperiscono facilmente e in frigo durano circa due giorni. Con l’altra parte delle more di gelso vi ho preparato un liquore e il resto le abbiamo consumate in macedonia, con acqua, zucchero e Maraschino.

In Sicilia, vi preparano delle fantastiche granite, ma ancora non ho provate a realizzarle. Magari, attendo la prossima raccolta di gelsi neri eheh. In cucina, il gelso è molto utilizzato, oltre che per confetture, anche per gelati, creme e yogurt ma può essere consumato anche tal quale, è molto apprezzato, per il suo sapore e le molteplici proprietà.

Confettura di gelsi neri
Confettura di gelsi neri

E ora vediamo come preparare la confettura di gelsi, ricetta molto utile per consumare questi deliziosi frutti, di modo che possiamo trarre i loro benefici anche nelle stagioni in cui non sarà più possibile reperire i gelsi. Non ho utilizzato il fruttapec, bensì una mela che contiene pectina naturale.

Confettura di gelsi neri

Ingredienti per 3-4 vasetti medi da 200 g

  • 1 kg di gelsi neri
  • 450 g di zucchero semolato
  • succo di 1 limone piccolo
  • mezza mela grande (anche la buccia, visto che contiene pectina)

Preparazione

Lavate i gelsi neri, privateli dei picciuoli, pesateli e metteteli in una casseruola con lo zucchero e il succo di limone, mescolare e far macerare il tutto in frigorifero per circa 2-3 ore, coprendo col coperchio. Si formerà un liquido sciropposo.

IMG_2465
Dopodiché, mettere la casseruola sul fuoco, aggiungete mezza mela con tutta la buccia (per questo deve essere bio), fatta a pezzettini e iniziare la preparazione della marmellata, girando di tanto in tanto con un mestolo. Usare un fuoco medio.

Dopo circa 30 minuti, frullare con un mixer ad immersione per ottenere una marmellata liscia e priva di grumi (opzionale)

IMG_2488
Dopo aver frullato, rimettere sul fuoco e continuare a cuocere finché la marmellata è pronta. Per verificare ciò, occorre fare la “prova piattino“. Prelevare con un cucchiaino un po’ di marmellata e metterlo su un piattino. Inclinare il piattino di 90° e se vedete la marmellata colare subito, allora occorre cuocere ancora la marmellata. Se, invece, la marmellata risulta essere densa e cola piano, allora è pronta. All’incirca, ci vorranno 60-80 minuti totali, a seconda della fiamma del gas, regolatevi in ogni caso.

Versare la marmellata in vasetti ermetici di vetro precedentemente sterilizzati, tappare e capovolgerli immediatamente per creare il sottovuoto.

IMG_2495

********************

Per sterilizzare i vasetti

Sterilizzare i vasetti facendoli bollire in una capace pentola per almeno 20 minuti (tempo che si calcola dal’inizio del bollore), avvolti da canovacci, per evitare che possano rompersi. Farli asciugare a testa in giù, poi girarli per fare in modo che si asciughino anche internamente. Si possono sterilizzare anche in forno, che è molto più comodo, disponendo i vasetti, con l’apertura verso l’alto, in forno a 100° e una volta raggiunta la temperatura desiderata lasciar i barattoli per 10-15 minuti all’interno del forno acceso. A 5 minuti dalla fine, mettete i coperchi, lasciando raffreddare a sportello chiuso.

**********************

A raffreddamento avvenuto, io effettuo un ulteriore passaggio per una completa sicurezza delle conserve casalinghe. Metto i barattoli di marmellata in una capace pentola, avvolgendoli da canovacci e faccio effettuare un ulteriore bollitura, per circa 20-30 minuti, tempo che si conteggia dalla ripresa del bollore.

Far raffreddare in pentola. Dopodichè, asciugare i vasetti di marmellata, etichettarli indicando la data di produzione e conservarli in un luogo fresco e asciutto. La marmellata realizzata in questo modo si conserva per circa 2 anni, se conservata in condizioni ottimali, ovvero in un luogo fresco ed asciutto. Naturalmente, una volta aperto il vasetto, andrà conservato in frigorifero.

Consigli

Per le marmellate potete anche riciclare i vasetti, i tappi però devono essere nuovi per evitare la formazione di muffe. Una volta aperto un vasetto di marmellata, si conserverà naturalmente in frigorifero. Se avete un frigo no-frost o comunque bello freddo, si conserverà 20-25 giorni una volta aperto.

Ed ecco la confettura di more di gelsi neri fatta in casa!

IMG_2541

E  così, dopo quella di nespole, quest’anno la raccolta “Conserve&marmellate” del blog si arricchisce di un’altra ricetta! 🙂

Sono tutte confetture e marmellate biologiche, con frutta e limoni della mia campagna, che genuinità, e mi sento molto fortunata per questo. Si tratta di una marmellata che potrete utilizzare per le vostre colazione e/o merende, spalmata su fette biscottate o di pane casareccio o anche uno dei miei pan bauletto (ricette che trovate sul mio blog)…

Confettura fatta in casa, sana, nutriente e senza conservanti o altri elementi artificiali. E ovviamente potrete utilizzare la confettura di gelsi neri per crostate o biscotti farciti, e altro.

E’ buonissima!

IMG_2535
Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdevi tutte le novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.