Crea sito

Tofu alla Stroganoff.

I sapori arrivano dalla fredda Russia e raccontano di un medico russo, Stroganoff, che curò un’intossicazione di aringhe la zarina Maria con una dieta a base di manzo, panna acida e cipolle ma anche dello chef personale del conte Pavel Stroganoff che aggiunse, con successo, al classico manzo in fricassea la panna per assecondarne i gusti.
Scegliete voi da quale leggenda farvi suggestionare di più.
…io mi sono lasciata affascinare dal successo culinario dello chef che con un guizzo di creatività decise di stravolgere una ricetta classica senza lasciarsi intimidire.
Provate allora a proseguire nell’opera di stravolgimento della tradizione sostituendo il manzo con del tofu biologico di ottima qualità che ben saprà adeguarsi ai sapori decisi delle cipolle stufate, dei funghi champignon e della panna acida.
…e come quello chef francese di un tempo avrete lo stesso successo servendo un delizioso tofu alla Stroganoff.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
4 panetti di tofu al naturale da 125 gr. l’uno

300 gr. di funghi champignon
1 cipolla bianca
100 ml. di panna di soia
qualche goccia di succo di limone
olio extra vergine di oliva q.b.
salsa di soia q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Tofu alla Stroganoff

(altro…)

Frittata dolce di frutta alla vaniglia.

Sono una focosa sostenitrice del panino con la frittata, meglio se di cipolle; per me non c’è nulla di più irresistibile di due fette di buon pane leggermente tostato in cui racchiudere un bel pezzo, alto e succulento, di frittata.
…il salato per me la spunta decisamente un po’ su tutto.
C’è da dire che complice Sedici: l’alchimia dei sapori mi sono lasciata tentare e sedurre dall’abbinamento uovo-vaniglia ma non volendo proporre quella che di primo acchito avrebbe potuto essere la ricetta con la R maiuscola, ovvero una crema pasticciera liscia, vellutata e splendidamente puntinata dal delizioso “oro nero”, ho deciso di sventolare la bandiera di fan accanita della frittata cedendo, questa volta, il passo alla dolcezza.
La ricetta è di una facilità estrema (forse quasi banale), lo confesso, ma lo stupore di assaporare una frittata dolce ricca di frutta caramellata, dal piacevole sentore agrumato di arancia e preziosamente arricchita dall’aroma unico della Vaniglia Bourbon credetemi tanto scontato non è.
Provatela.
magari tra due fette di pan brioches.

INGREDIENTI PER UNA FRITTATA DOLCE:
3 uova medie
1 mela rossa
1 pera Kaiser
1 arancia non trattata
3 cucchiai di zucchero di canna
20 gr. di burro
40 ml. di panna fresca
1 bacca di Vaniglia Bourbon

Frittata dolce

(altro…)

Plumcake al tè nero e arancia.

Degli agrumi non si butta via nulla!
Polpa, scorze e foglie ci sono amiche.
…si possono forse non celebrare prodotti tanto generosi che la nostra Madre Natura ha deciso di offrirci durante i freddi mesi invernali?
Nel lontano Rinascimento iniziarono ad adornare, non so se preferire gli alberi in fiore o nel momento in cui sono carichi dei loro frutti maturi dai colori del sole capaci di riscaldare anche la giornata più gelida, i giardini delle belle ville della nostra penisola dalla Sicilia risalendo fino alla Liguria per diventare con il tempo frutto da assaporare in tutta la sua deliziosa bontà (se volete scoprirne viaggi, storia e ricette leggete con passione l’articolo che il Calendario del Cibo Italiano ha deciso di dedicare loro nella settimana che li vede protagonisti di doverosi festeggiamenti).
Limoni, lime e arance sono in assoluto i miei preferiti.
E oggi celebro in tutta la rotonda bellezza che la contraddistingue sua maestà l’Arancia che mi accompagna durante tutto il periodo invernale come spuntino di mezza giornata o ricca spremuta per iniziare ogni giorno con la giusta carica di vitamine.
Ma se si parla di celebrazioni bisognerà pur renderle omaggio e così ho deciso di di abbinare il suo sapore all’aroma intenso del tè nero in un plumcake leggero e soffice da gustare senza troppi sensi di colpa.

INGREDIENTI PER UN PLUMCAKE AL TE’ NERO E ARANCIA:
150 gr. di acqua 
6 gr. di tè nero
100 gr. di succo di spremuta di arancia
scorza di 1 arancia non trattata
2 foglie di arancia non trattate
150 gr. di zucchero di canna 
150 gr. di farina di farro
150 gr. di farina integrale
16 gr. di lievito per dolci
6 cucchiai di olio di semi
2 cucchiai di latte di soia
1 pizzico di sale

Plumcake al tè nero e arancia

(altro…)

Formaggi veggie (quando il caglio si fa vegetale).

Quando si dice dare il giusto nome alle cose.
…o meglio alle ricette.
Molto spesso quando escludiamo dalle nostre preparazioni carne o pesce proponiamo ai nostri lettori un piatto a cui “attacchiamo” l’etichetta di vegetariano rischiando di incappare in qualche critica (tra l’altro ben più che lecita).
Se per latte e uova il discorso è piuttosto semplice, basta infatti che si tratti di prodotti non provenienti da allevamenti intensivi, per quel che riguarda i formaggi la questione diventa un po’ più complicata.
Il “bollino veggie“, infatti, vale solo ed esclusivamente per i formaggi che vengono preparati con caglio vegetale (oppure microbico) e non sempre è facile trovare le informazioni che cerchiamo leggendo la semplice etichetta del prodotto che abbiamo intenzione di acquistare.

Ecco una lista che vi faciliterà di non poco la vita durante la spesa.
(altro…)

Focaccia di farro con cime di rapa, zucca e castagne.

Il sabato è da sempre la giornata della pizza o della focaccia.
Da bambina aspettavo con ansia la cena e vedere papà che tornava con i cartoni fumanti delle pizze era una gioia di quelle che ti stampano in faccia un sorriso a trentadue denti (anche se forse nel periodo delle elementari erano decisamente meno).
Poi sono passati gli anni e la pizza è diventato il pretesto per le uscite del sabato sera tra amiche.
Oggi, grazie all’amore per la cucina, tutto si è trasformato nel piacere del mettere le mani in pasta la mattina presto, nell’attesa dell’impasto che cresce lento e nella soddisfazione dello sfornare una teglia che sa di buone cose preparate in casa.
La focaccia di farro con cime di rapa, zucca e castagne è una piacevole coccola lievitata del sabato sera: l’impasto altro e soffice ma dalla crosticina croccante si sposa deliziosamente con la crema di zucca abbondantemente spalmata sulla base il cui dolce sapore va a nozze con il gusto intenso delle cime di rapa.
…i pezzetti di castagne e le generose scaglie di Grana Padano, poi, fanno il resto.

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA DA 24 CM:
per l’impasto:

300 gr. di farina di farro
3 gr. di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
150 gr. di acqua tiepida
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
5 gr. di sale
per la farcia:
150 gr. di zucca
100 gr. di cime di rapa (o in alternativa bietole/catalogna/erbette)
50 gr. di castagne lessate
scaglie di Grana Padano q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
pepe nero q.b.

Focaccia di farro con cime di rapa, zucca e castagne.

(altro…)

1 2 3 88