Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine

Ho un piccolo aneddoto da raccontarvi su queste frittelle di riso.
il mio ragazzo non ama i dolci.
prima che iniziassi a cucinarli non c’era verso di farglieli mangiare neppure con la forza. neppure a imboccarlo come si fa con i bambini piccoli. neppure a chiudergli il naso e infilarglieli in bocca come con una medicina.
poi, quando ho cominciato ad avvicinarmi alla pasticceria, ha cominciato a spiluccare qua e là.
sia stato per senso di pietà per me principiante che avevo bisogno di un incoraggiamento.
sia  stato perché gli faceva brutto dire di no.
o magari perché lo fulminavo con lo sguardo se osava non assaggiare.
o forse forse perché qualche dolcino buono nella mia corta carriera l’ho fatto anche….mettiamo in conto anche questa possibilità!
ma devo ammerlo, mai troppo convinto.
quasi per senso di dovere. o di convincimento indotto.
e soprattutto non si getta mai famelicamente su un dolce come fa un su piatto salato.
tranne che per le frittelle.
queste frittelle.
delle pepite dorate che nascondono un tesoro di morbido ripieno alla crema di riso.

Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine

hanno qualcosa di speciale che gli scatenano la golosite acuta, quando arrivo a casa con un vassoio di frittelle belle calde, non guarda orologio, non c’è pienezza che tenga, potrebbe anche avere appena mangiato un cinghiale, è più forte di lui, deve scofanarsele. 1,2,3, quattro…cinquemila.
di solito la scusa è “ho appena mangiato, il dolce lo mangio stasera”.
chissà perchè con le frittelle non accade mai.
la caratteristica fondamentale di queste frittelle di riso è che non contengono farina (e quindi niente glutine, sono perfette per i celiaci, essendo il riso anch’esso consentito nella dieta aglutinata).
la mancanza di farina gli dona una consistenza unica.
in pratica si sciolgono in bocca.
l’interno rimane cremosissimo.
infatti quando le facciamo all’hotel dove lavoriamo mia mamma ed io, spesso ci chiedono se le abbiamo riempite di crema, e la risposta è NO!
è semplicemente l’impasto privo di farina, ma ricco di uova e riso che le fa sembrare tali.
in pratica è come se friggeste delle palline di crema.
il contrasto tra crosticina croccante, resa ancora più croccante dallo zucchero in cui si devono rotolare la frittelle, e interno morbidissimo farà impazzire le vostre papille gustative.
garantito!!!
per esigenze fotografiche non ho “rotolato” le frittelle nello zucchero, volevo evitare l’effetto zucchero ovunque, ma l’ho semplicemente spolverizzato sulla superficie per creare un effetto più rustico alla vista!
ma sappiate che vanno “rotolate” affinchè lo zucchero aderisca bene in ogni dove.
queste frittelle in Toscana vengono preparate sia per Carnevale che per San Giuseppe, ossia per la festa del Papà …quindi doppia occasione per poterle gustare.
sono così golose – anche semplici da preparare – che ogni occasione è buona. inutile che ve lo dica, vero?

Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine

 

Ingredienti per circa 25 Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine:

  • 300 gr di riso per minestre (quello con i chicchi piccoli e tondi)
  • 150 gr di zucchero
  • 750 ml di latte
  • 1 e 1/2 bicchiere d’acqua
  • 60 gr di burro
  • sale
  • limone
  • arancia
  • 3 uova
  • olio per friggere q.b.

Procedimento:

Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà - senza glutine
Frittelle di riso per Carnevale o per la festa del Papà – senza glutine

 

Per ottenere le giusta consistenza è meglio cuocere il riso la sera prima e poi completare le frittelle il giorno dopo.
Mettere in una pentola capiente, tutto a freddo, il riso, l’acqua, il latte, lo zucchero, il burro, un pizzico di sale e la scorza di 1 limone.
Cuocere il riso molto bene, non deve rimanere al dente, fino a che non ha assorbito tutto il liquido.
Se, una volta ritirato, dovesse essere ancora crudo, aggiungere un goccio d’acqua e proseguire la cottura.
Mettere in una ciotola, far raffreddare, e riporre in frigo fino al giorno dopo. In questo modo il riso si gonfierà un pochetto, diventerà sodo e avrà la consistenza perfetta per le queste frittelle (foto 1).
Il giorno seguente prendere le uova, separare i tuorli dagli albumi, aggiungere subito i tuorli al riso e mescolare fino ad amalgamare bene il tutto. Unire anche la scorza dell’arancio grattato (foto 2).
In una ciotola montare bene a neve gli albumi, poi unirli al composto mano mano, mescolando con delicatezza per non smontarli (foto 3).
Mettere una padella con abbondante olio sul fuoco, attendere che raggiunga la giusta temperatura (potete fare la prova mettendo un chicco di riso dell’impasto nell’olio, se frigge e viene a galla l’olio è caldo) e con un dosagelato cominciare a creare delle belle frittelle tonde (foto 4).
Metterne non più di 5 a volta, perchè sono delicate e non devono essere cotte troppo.
Le frittelle devono assumere un bel colore dorato, quando sono cotte sollevatele delicatamente con una schiumarola e mettetele su un vassoio con carta assorbente.
Con questa dose otterrete circa 25 frittelle di riso. Il numero dipende molto da quanto è grosso il vostro dosagelato.
Io ne ho due, uno fa delle palline più grosse e ne ottengo circa 20, uno più piccole (che preferisco come dimensione) e ne ottengo circa 25.
Rotolare le frittelle dentro un piatto con zucchero semolato e servire belle calde.

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI

2 Comment

  1. zia consu says:

    Non posso crederci che una come te abbia trovato un compagno che non ama i dolci..è un vero sacrilegio con tutte le bontà che realizzi!!!!
    Frittelle da svenimento..sono una delle poche cose fritte che riesco a mangiare con gusto 🙂

    1. undolcealgiorno says:

      ehehe dice che gli opposti si attraggono no?
      anche io le adorooooo! questa versione senza farina poi…è una bomba! provare per credere!!!!
      a volta quando le prepariamo mangio l’impasto così a crudo perché è buonissimo!!!

I commenti sono stati chiusi.