Ragù di Pasta di Salsiccia

DSC_0030pf copiaQuesto Ragù di Pasta di Salsiccia, può anche essere fatto con le salsicce aperte e liberate dal budello. Sostanzialmente è la stessa cosa. Trovando inutile acquistare le salsicce per poi prenderne la carne trita e condita, facciamo da noi, eventualmente potremmo adeguare il condimento ai nostri gusti. Abbiamo pensato di condire con questo ragù degli Gnocchi di Patate, se occorresse, trovate la nostra semplice ricetta di sole patate e farina, cliccando.

Per preparare ragù sufficiente a condire qualsiasi pasta per quattro commensali di buon appetito occorre una mezz’oretta il giorno prima, per preparare e condire la carne, e poi due orette per la cottura. Gli ingredienti sono:

  • tre etti circa di Carne di Maiale di secondo taglio
  • un etto circa di Ventresca fresca, modulando la quantità di grasso in base a quello già presente nella carne
  • quanto pensate che basti di Sale fino, polvere di Peperoncino piccante (Paprika o Pimenton piccante), polvere di Peperone dolce (Paprika o Pimenton dolce), semi di Coriandolo, semi di Finocchiello e/o Finocchio ed altro che vi piacerebbe trovare in una salsiccia
  • uno spicchio di Aglio
  • un mazzetto di Prezzemolo
  • meno di mezzo bicchiere di Vino Rosso
  • una bottiglia da tre quarti di Salsa di Pomodoro
  • un cucchiaio di Concentrato di Pomodoro

La carne potreste prenderla anche tritata, meglio però tritarla grossolana da se con l’uso di due coltelli e poi battendola con essi. Non occorre che sia minutissima, anzi, vero che vi piace di più la salsiccia a grana grossa, quella che in Puglia si chiama “a punta di coltello”? Aggiungere al trito tutto ciò che è in elenco dal sale al vino, impastare il tutto benissimo e lasciare riposare, ben coperto ed in frigo, nella parte meno fredda. Questo lavoro è meglio farlo il giorno prima, anche due, per dar tempo ai gusti ed i profumi di amalgamarsi. Il giorno dopo non dobbiamo far altro che mettere la carne speziata in un tegame, il nostro è di terracotta, con un filo d’olio o un cucchiaio di strutto, questo sarebbe meglio, fate voi. Rosolarla per bene ed aggiungere la Salsa di Pomodoro e il Concentrato, fatti in casa, a suo tempo vi diremo come, aggiungere anche, specie se la salsa, come la nostra, è molto densa un bicchiere d’acqua, quella con cui generalmente si sciacqua la bottiglia della salsa. Portare ad ebollizione a fiamma alta, quindi abbassare e far continuare una cottura appena percettibile. Sarà pronta dopo almeno un’ora e mezza, meglio due. Con questa salsa condire la pasta facendo seguire solo un pochino di Canestrato Pecorino Pugliese appena grattugiato.

DSC_0043pf

Sud Italia in Cucina all’EXPO 2015

Seguiteci anche su Facebook, cliccando qui andrete alla nostra pagina, se vi pare lasciate un “Mi Piace” – In Facebook trovate anche un nostro gruppo
C’hama mangià josc . . . mamm ce croc stu mangià

Siamo anche su Twitter e in Google+

INDICE FOTOGRAFICO di tutti gli articoli pubblicati

Precedente Carciofi Arraganati - Carciofi Gratinati Successivo Seppia Lessa in Insalata