Crea sito

CACCIUCCO DI CECI

CACCIUCCO DI CECIRicetta di Piero Benigni – Si tratta di una zuppa della cucina popolare toscana, fatta con ceci, bietole e pomodoro. Semplice e buona, è facile da realizzare e piace a tutti. Va servita ben calda, con fette di pane tostato e un giro d’olio d’oliva.

Il termine cacciucco, nel dialetto toscano, ha anche il significato di mistura, guazzabuglio, ed è quello applicabile al nostro caso. A scanso di equivoci, il cacciucco di ceci è un piatto tutto verdure, senza pesce, salvo un’acciuga salata per dare profumo.

Cacciucco di ceci
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 g ceci già cotti o 170 g da cuocere
  • 200 gbietola
  • 300 gpassata o polpa di pomodoro
  • 1cipolla media
  • 2 spicchiaglio
  • 1acciuga salata
  • q.b.brodo vegetale se necessario
  • pane raffermo

Strumenti

PER IL CACCIUCCO DI CECI VI SERVIRANNO

  • Tegame
  • Tagliere
  • Mestolo
  • Fornello

Preparazione

PROCEDIMENTO

  1. SOPRA: Il soffritto al fuoco

  2. SOPRA: L’aggiunta della bietola

  3. SOPRA: L’aggiunta del pomodoro



  4. SOPRA: L’aggiunta dei ceci

  5. Cacciucco di ceci

    SOPRA: Volendo, si passano una parte dei ceci

  6. SOPRA: Il piatto a fine cottura

    PREPARAZIONE

    Per realizzare questo piatto potrete lessare i ceci voi stessi, oppure usare quelli già cotti del commercio. In questo caso, prendetene di quelli con abbastanza brodo di cottura.

    Il risultato migliore si ottiene comunque lessando quelli secchi, perché col loro brodo di cottura assicurano il massimo del sapore.

    Andranno messi in ammollo la sera prima e poi cucinati il giorno dopo. Lessandone 170 g da secchi ne otterrete, da cotti, 400 g netti senza il brodo di cottura. Potete trovare la dettagliata spiegazione di come si lessano cliccando il link LESSATURA DEI CECI in fondo alla ricetta, tra i LINK UTILI.

    Una diffusa variante della ricetta prevede di passare al passaverdure qualche cucchiaiata dei ceci, mettendo poi la crema ottenuta insieme ai ceci stessi. Il sapore ne guadagna.

    La bietola che userete potrà essere cruda o comprata già lessata, anche surgelata, fermo restando il fatto che se la cuocete voi stessi avrete sempre qualcosa di più in termini di gusto.

    Lavate bene e mondate la bietola, se usate di quella cruda, poi tagliatela a striscioline. Dissalate l’acciuga senza lavarla, spinatela e tritatela. Tostate il pane, almeno un paio di fette a porzione.

    Tritate l’aglio e la cipolla, che deve essere medio-piccola, e metteteli a soffriggere con 4 cucchiai di olio di oliva. Unite l’acciuga e, se vi piace, un po’ di peperoncino.

    Dopo 10 minuti aggiungete la bietola e un po’ di brodo di cottura dei ceci. Coprite e fate stufare. In alternativa, se non usate bietola cruda, aggiungete quella già cotta o anche la surgelata.

    Fate insaporire per 5 minuti poi aggiungete il pomodoro. Rimestate bene, fate riprendere il calore e mettete a punto di sale.

    Fate cuocere per circa 20 minuti, poi aggiungete i ceci col loro brodo di cottura e proseguite ancora 10 minuti.

    Se usate ceci che hanno poco liquido, bagnate con un po’ di brodo vegetale, anche fatto al momento con dado o granulare.

    Alla fine aggiustate di sale e di pepe e servite caldissimo, accompagnando col pane tostato come ben mostra la foto.

LINK UTILI PER IL CACCIUCCO DI CECI

la cucina di piero

https://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/cacciucco-di-ceci/

https://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/lessatura-dei-ceci/

Chi volesse approfondire la conoscenza della cucina toscana, può consultare i siti:

Wikipedia Cucina toscana

Regione toscana alimentazione

Affiliato al blog c’è il gruppo di condivisione cucina di piero e amici: iscrivetevi e partecipate con le vostre esperienze, ricette e foto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.