Crea sito

Castagnole di ricotta – dolce di Carnevale

Nella saga dei dolci fritti, per festeggiare in allegria il Carnevale, non possono certo mancare le castagnole di ricotta, quelle in cui la ricotta è, appunto, l’ingrediente principale!

Ci sono tante versioni di castagnole di ricotta e, secondo il mio modesto parere, molte chiamate impropriamente così, vista la modesta quantità di ricotta presente.

Nella mia ricetta originale troverete anche il modo più semplice per poterle realizzare senza neanche sporcarvi le mani.
L’unica raccomandazione per l’ottima riuscita delle castagnole di ricotta è che si utilizzi ricotta di ottima qualità.

Se come me amate i dolci carnevaleschi provate anche le PASTARELLE DI CARNEVALE,  la PAGNUCCATA, I BRACCIALETTI NICOSIANI, IL CANNOLO SICILIANOLE SIRINGATE DI RICOTTA.  Inoltre, con gli IMPASTI BASE delle frittelle di Carnevale potrete cimentarvi nel realizzarne di nuove secondo l’estro della vostra fantasia.

CASTAGNOLE DI RICOTTA V
  • Preparazione: 5 più il tempo di riposo Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

Per le castagnole di ricotta

  • 200 g Ricotta di pecora
  • 80 g farina (io di Kamut)
  • Un cucchiai Zucchero semolato
  • Un uovo medio intero
  • Un tuorlo di uovo medio
  • Un pizzichi di sale
  • La Scorza grattugiata di un'arancia (non trattata)
  • 3 cucchiai rum
  • Mezzo cucchiaini Cannella in polvere
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

Per preparare le castagnole di ricotta basta una forchetta

  1. In una ciotola versate la ricotta sgocciolata e schiacciatela con una forchetta (mi raccomando, deve essere molto asciutta, se necessario, fatela sgocciolare dentro il frigo per un paio di giorni); unite lo zucchero, la farina, il sale, la scorza dell’arancia e la cannella; lavorate con la forchetta fino ad ottenere un impasto omogeneo e senza grumi.

  2. In un piatto sbattete l’uovo intero, il tuorlo ed il rum; incorporateli al composto di ricotta amalgamando per bene (se le uova fossero molto grandi ed il composto rimanesse troppo liquido aggiungete altra farina fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente).

  3. Coprite la ciotola con pellicola da cucina e fatela riposare in frigorifero per almeno 3 ore (se avete poco tempo potete lasciarlo 20 minuti in freezer, deve raffreddarsi senza congelare). Potete preparare l’impasto la sera e friggere le castagnole di ricotta la mattina dopo.

  4. In un tegame non troppo largo e alto almeno 5 cm versate l’olio per la frittura portandolo alla giusta temperatura (175°C); se non avete il termometro fate la prova: tuffandovi un pezzettino di mollica di pane deve venire a galla e dorarsi, se diventa nero vuol dire che l’olio è troppo caldo.

  5. Trasferite il composto di ricotta in una tasca da pasticciere tagliando la punta in modo che abbia un diametro di 2 cm, schiacciate fino a far uscire 2 cm di composto, tagliatelo con la lama di un coltello unta nell’olio e fate cadere l’impasto direttamente nell’olio caldo, poco alla volta; procedete così fino ad esaurire il composto.

  6. Scolate le castagnole di ricotta man mano che si dorano; appoggiatele su carta assorbente da cucina e servitele cosparse con lo zucchero a velo fatto cadere da un colino a maglie fitte o, in alternativa, fatele rotolare sullo zucchero semolato aromatizzato a piacere o cospargetele di miele

Servite le vostre castagnole di ricotta

  1. CASTAGNOLE DI RICOTTA O

Consiglio

Se non disponete di una tasca da pasticcere potete usare un cucchiaio da tavola immerso per un attimo nell’olio bollente, riempiendolo per 3/4 con il composto di ricotta e spingendo il composto con la punta di un altro cucchiaio, anch’esso unto, dando forma di una pallina grossa come una noce.

Volendo potete realizzare dell castagnole più grandi tagliando la tasca da pasticcere più in alto e, se vi piace, farcirle con della crema (pasticcera, diplomatica o di ricotta).

Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook ed il mio profilo Pinterest.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.