Gnocchi di patate fatti in casa

Oggi è giovedì e quindi … Gnocchi di patate fatti in casa. Questa è la ricetta ormai super collaudata di mia mamma. Anche se spesso lei procede ad occhio, (si sa, le mamme sono così), ho cercato di tradurre le sue “stime” in quantità precise.

Classico primo piatto della cucina italiana, gli gnocchi piacciono davvero a tutti, grandi e piccoli e, per la loro consistenza, si prestano a qualsiasi tipo di condimento.
Come tutta la pasta fresca però, andrebbero consumati in giornata, anche se in realtà è possibile congelarli. L’unico accorgimento per apprezzarli al massimo è di tuffarli ancora congelati nell’acqua bollente: seguite i mie suggerimenti in fondo alla ricetta.

Adesso vediamo insieme come realizzarli. Preparate gli ingredienti che incominciamo.

Alcuni suggerimenti: Gnocchetti speck panna noci e rucola, Gnocchetti con salmone gamberetti e pistacchi, Gnocchi viola con toma d’Alba e grana padano, Gnocchi alla sorrentina, Gnocchi di patate al Castelmagno,

Gnocchi di patate fatti in casa
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni4 – 6
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per gli Gnocchi di patate fatti in casa

  • 1 kgpatate
  • 150 gfarina 0 (ho usato la farina di tipo 1)
  • 1uovo
  • 2olio extravergine d’oliva (2 gusci di uovo – utilizzate metà guscio di uovo come misurino)

Strumenti

Preparazione degli Gnocchi di patate fatti in casa

  1. Realizzare gli Gnocchi di patate fatti in casa è molto semplice.

  2. Per prima cosa, fate lessare le patate con la buccia in acqua abbondante fredda, non salata, per circa 20 – 25 minuti.

  3. Controllate la cottura con i rebbi di una forchetta. Se entra senza forzare, sono pronte.

  4. Se usate la pentola a pressione, quando inizia a fischiare contate 12 minuti.

  5. Una volta cotte, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate.

  6. Mettete le patate schiacciate in una ciotola e fatele raffreddare per almeno 10 minuti.

  7. Aggiungete la farina (un pò alla volta), l’uovo e l’olio extravergine di oliva (2 gusci colmi). Utilizzate una metà dei gusci d’uovo come misurino e riempitelo 2 volte.

  8. Impastate velocemente, giusto il tempo di fare incorporare bene gli ingredienti. Se l’impasto è troppo molle, aggiungete un pò di farina.

  9. Formate una palla e cominciate a formare i vostri gnocchi.

  10. Su un piano da lavoro leggermente infarinato, tagliate un pezzo dall’impasto e assottigliatelo creando un cordoncino, largo quanto un pollice.

  11. Tagliate il cordoncino in tanti pezzetti, larghi circa 2 cm. Se volete, aiutatevi con un righello, anche se non è necessario.

  12. A questo punto, procedete a rigare gli gnocchi.

  1. Potete procedere aiutandovi con una forchetta, facendo scorrere velocemente l’impasto, senza però premere troppo.

  2. All’inizio sembra difficile, ma una volta presa la mano vi verranno tutti perfetti.

  3. Oppure potete utilizzare l’apposito attrezzo in legno, questo, spolverato leggermente di farina.

  4. Il procedimento comunque è lo stesso.

  5. Man mano che date forma agli gnocchi, poneteli in un vassoio di carta leggermente infarinato e distanziati tra loro.

  6. Prima della cottura, lasciateli asciugare per circa una mezz’oretta e poi buttateli nell’acqua bollente salata.

  7. Gnocchi di patate fatti in casa

    Eccoli pronti!

  8. Gnocchi di patate fatti in casa

    Buon appetito e … alla prossima ricetta!

Consigli e suggerimenti per la cottura

Fate cuocere gli gnocchi di patate in una pentola abbastanza capiente con abbondante acqua salata. Appena l’acqua bolle immergete gli gnocchi, facendoli scivolare delicatamente dal vassoio, cercando di evitare di toccarli con le mani. Aiutatevi con una spatola. Non è necessario mescolare. Se lo fate rischiate di romperli. Piuttosto, aggiungete nell’acqua un filo d’olio di oliva.

Gli gnocchi sono cotti non appena salgono in superficie. A quel punto, scolateli con una schiumarola e poneteli direttamente nella padella con il condimento.

Se invece avete congelato gli gnocchi, tuffateli direttamente congelati nella pentola con l’acqua bollente e procedete normalmente.

Conservazione

Consiglio di consumare in giornata gli gnocchi fatti in casa. Non metteteli però in frigorifero. Se ne avete fatti tanti, piuttosto congelateli in questo modo. Posizionate gli gnocchi di patate distanziati tra loro su dei vassoi di carta leggermente infarinati.

Ponete poi i vassoi in freezer. Una volta congelati, trasferiteli all’interno di sacchetti di plastica per alimenti: occuperanno meno posto. Fatelo però solo se gli gnocchi sono ben duri, altrimenti rischierete di fare un pasticcio: gli gnocchi morbidi si attaccherebbero e perderebbero la loro forma.

Quali patate preferire

Le migliori sono quelle a pasta gialla, preferibilmente quelle vecchie e farinose. Se potete evitate quelle nuove: risulterebbero troppo acquose e quindi richiederebbero più farina, con un risultato poco soddisfacente.

SE VI PIACCIONO LE MIE RICETTE, POTETE SEGUIRMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK QUI OPPURE SU PINTEREST QUI O ANCORA SU INSTAGRAM QUI

Seguitemi su @maniinfrolla e condividete le vostre creazioni con l’hashtag #maniinfrolla. Entrerete nella mia gallery!

“Links sponsorizzati presenti nella ricetta”

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.