TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

TuttoFood Milano è la fiera internazionale dedicata al food & beverage. Dal 6 al 9 maggio 2019, ben 2.900 brand provenienti da 43 Paesi hanno scelto di presentare le loro novità proprio in questo evento. Una vetrina imperdibile per chi vuole affacciarsi al mercato italiano, ma anche un’occasione esclusiva per
chi punta all’esportazione. Un’opportunità per spingere e far conoscere quella che è l’eccellenza dell’alimentare Made in Italy. Arrivata alla sua sesta edizione, quest’anno è toccato anche a me esserci. Vi racconto quello che è stato il mio TuttoFood Milano

TUTTOFOOD MILANO 2019

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

Tragica sveglia alle 3.00 del mattino, un volo Bari/Milano alle 6.00 e una lunga corsa in una metro gremita di persone, tutte dirette a Rho.
Alle 10.00, dopo aver superato i controlli, arrivo finalmente in fiera dove mi aspettava Giulia che, con tanta premura, mi ha subito fornito la guida e segnalato quello che era in programma per il secondo giorno di TuttoFood.
Ormai non mi rimaneva che spaziare tra le tantissime aree espositive, assistere alle Academy, a coinvolgenti showcooking e degustare di tutto e di più.


La giornata non poteva non iniziare con un’energica colazione presso lo stand Di Leo preparata dallo Chef Seveso con biscotti integrali e mousse di formaggio cremoso con granella di pistacchi. L’obiettivo dello chef era stupire il palato con un piacevole contrasto tra il dolce del biscotto e il salato del formaggio. I protagonisti principali della mia colazione sono stati i Fattincasa integrali con crusca e farina 100% integrale. Ovviamente, questa è solo una delle creazioni dello chef: il suo piano lavoro, infatti, presentava gli ingredienti più vari. Da stecche di cioccolato fondente a frutti di bosco freschissimi, frutta di stagione, marmellate e petali di fiori commestibili. Affianco a questa magnifica esposizione di ingredienti c’erano gli immancabili biscotti Di Leo.
Ero quasi restia ad allontanarmi, curiosa di vedere cos’altro aveva in serbo lo chef, ma mi aspettava uno showcooking!

ricette il mio saper fare


A questo punto, rinvigorita da una sana colazione, mi sono letteralmente precipitata nell’area Academy dove grandi chef interpretavano e sperimentavano i prodotti di alcuni espositori.
Primo showcooking della giornata era quello tenuto dallo chef Biassoni, che ha parlato di “contaminazioni culturali”, inteso come incontro di due tradizioni culinarie geograficamente opposte, unite in un solo piatto.

Alle ore 12.00 il Consorzio Gorgonzola ha organizzato lo showcooking con il simpaticissimo chef Antonino Cannavacciuolo, che ha proposto delle deliziose e filanti crocchette di melanzane. Vi svelo velocemente anche come prepararle: basta friggere le melanzane lunghe, dividerle in tre parti, svuotarle e farcirle con un composto di purea di patate, gorgonzola, prezzemolo e pomodori tritati. Dopo averle impanate vanno fritte in olio caldo e servite. Non preoccupatevi! Vi prometto che a breve troverete la ricetta dettagliata sul
mio blog. Le crocchette erano così invitanti che era impossibile non addentarle. Purtroppo, avrei dovuto prestare più attenzione al ripieno di gorgonzola, in quanto è inesorabilmente sgorgato dalla crocchetta, finendo sul mio trench preferito. Senza paura, però, in quanto la macchia è stranamente sparita.
Giuro di non aver mangiato il ripieno dalla manica della mia giacca! Lo chef, poi, si è prestato ad una sessione di selfie impazziti, tra cui trovate anche il mio!

chef Antonino Cannavacciuolo
crocchette di melanzane

A TuttoFood Milano, camminando tra gli stand dell’area espositiva, può capitare anche di imbattersi nello Chef Alessandro Borghese, che si aggirava nei pressi del padiglione 5, subito dopo aver terminato il suo live showcooking organizzato da Pasta Armando.

Un veloce assaggio di gustosissimi gnocchi al pesto dell’azienda Buona Compagnia Gourmet, morbidissimi senza comunque perdere consistenza in cottura. La novità presentata in fiera sono i rigatoni di patate a basso contenuto di grassi con tutta la leggerezza delle patate ma con l’energia della pasta.

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

Immancabile un buon calice di Lambrusco della Cantina Quistello e una rinfrescante Red Frozen, ovvero una granita di Lambrusco del Vicariato. La granita è stata una vera rivelazione: dolce, dissetante e fresca. Quando l’espositore ha notato il mio stupore di fronte a quello che io pensavo essere un’innovazione, mi ha confidato che è semplicemente una ricetta della sua mamma. La Cantina Sociale Coop. di Quistello è una cooperativa di produttori viticoltori in zona Oltrepò mantovano, zona di produzione dell’unico
lambrusco lombardo nelle versioni rosse e rosate. Ho avuto modo di assaggiare anche la riduzione di mosto che rappresenta una valida alternativa all’aceto balsamico. Immaginate la mia felicità mentre pensavo
alle cartellate natalizie immerse in questa bontà.

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

Continuando a curiosare, scopro uno gnocco fritto surgelato pronto da friggere. Bolloso, fragrante e tanto buono, servito con salumi, nutella e salse

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

Mi dirigo nuovamente nell’area Academy per non perdermi uno showcooking che prevedeva assaggi di ‘onesti’ (così definiti dagli chef) piatti pugliesi e lucani. Cosa c’è di più tradizionale e onesto della pasta con fagioli e lenticchie? L’obiettivo dell’azienda Valdoro è quello di promuovere la genuinità delle materie prime più semplici e basilari: una buona semola e del buon olio possono essere affiancati a ingredienti altrettanto semplici, per ottenere, comunque, un piatto finale gustoso e raffinato. Citando lo chef: quando hai delle materie prime eccellenti, l’unica cosa che puoi fare è rovinarle.

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

Nel frattempo, si erano fatte le 17.00, che in quel di Milano si traduce automaticamente in happy hour. Per pura coincidenza alle 17.01 mi son trovata davanti allo stand di Beltion, dove il simpaticissimo Andrea ha
preparato un profumato Aperol Spritz. Chiacchierando, si è anche offerto di creare un drink personalizzato: ‘Il Mio Saper Fare’, che si prepara con Opera White, ginger beer e succo di limone.


Un ultimo giro per gli stand dove vengo rapita dal Ciocosushi cioè delle praline prodotte artigianalmente, con tanto di bacchette fatte di cioccolato fondente!

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE


Infine, raggiungo una vecchia Fiat 500, che mi riporta a casa.

TUTTOFOOD MILANO 2019 con IL MIO SAPER FARE

Entrare in contatto con gli espositori, che non vedono l’ora di poterti raccontare la storia della loro azienda, descrivere i loro prodotti e invitarti all’assaggio, è stato per molto entusiasmante.
Ringrazio GialloZafferano per questa opportunità vissuta con tanta allegria
assaporando il meglio !

Per tornare alla HOME 

Per non perdere le nuove ricette seguimi anche su Facebook  QUI  e clicca MI PIACE. Grazie mille!

Precedente ARROSTO alle SPEZIE ricetta con salsa gustosa Successivo PASTA al sugo di MELANZANA e Ceci ricetta vegetariana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.