Confettura di peperoni fatta in casa

Confettura di peperoni fatta in casa ricetta facile, golosa e un tantino insolita. Non è usuale preparare la confettura di peperoni ma vi invito a provarci. La marmellata di peperoni ha un gusto accattivante che ben si combina con formaggi, piatti salati ma anche spalmata su fette di pane tostato non è male. L’aceto la rende meno stucchevole, assicura una buona conservazione e dona un bel colore brillante. Vanno bene i peperoni rossi polposi e anche i gialli. Vediamo insieme come procedere.

Confettura di peperoni fatta in casa ricetta marmellata il mio saper fare

Confettura di peperoni fatta in casa

  • 1 kg di peperoni rossi
  • 500 g di zucchero semolato
  • 50 ml di aceto di vino rosso
  • 1 pizzico di sale
  • 2 chiodi di garofano se graditi

Procedimento dettagliato:

Confettura di peperoni fatta in casa ricetta marmellata il mio saper fare

Lavare per bene i peperoni sotto acqua corrente, eliminare il picciolo, i semi e le parti bianche interne. Tagliarli a pezzetti .

In una pentola mettere i peperoni e unire lo zucchero, l’aceto e il sale.

Cuocere su fiamma media e mescolare continuamente fin quando lo zucchero si sarà sciolto.

Continuare la cottura per circa 50 minuti mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi. Se dovesse formarsi della schiuma, eliminarla con la schiumarola.

Trascorso il tempo, frullare la confettura di peperoni nella pentola stessa con un mixer ad immersione. Si può anche evitare se è gradita una confettura meno cremosa.

Verificare la cottura della marmellata con la prova piattino, quindi versare un cucchiaino di confettura su un piattino tenuto precedentemente in congelatore. Inclinare il piattino e, se le gocce non colano, la confettura sarà pronta.

Trasferire la confettura ancora calda nei vasetti sterilizzati e richiudere con i coperchi. Capovolgere i vasetti per la formazione del sottovuoto e lasciarli raffreddare cosi.

Quando i vasetti saranno freddi procedere con la sterilizzazione: sistemarli in una pentola capiente contrastandoli con dei canovacci, riempirla di acqua e portare a bollore. Calcolare circa 30 minuti dal bollore, spegnere il fuoco e far raffreddare in acqua. Questa sterilizzazione dei vasetti pieni permetterà una lunga conservazione della marmellata senza rischi. Sistemare i vasetti in un luogo fresco e buio etichettando con la data di produzione e nome della conserva.

La sterilizzazione si può evitare conservando i vasetti, chiusi ermeticamente, in frigo.

Una volta aperti i vasetti vanno tenuti in frigo. E’ consigliabile riempire piccoli vasetti da consumare in pochi giorni dopo l’apertura.

Vi segnalo anche la ricetta dei PEPERONI alla PUGLIESE, cliccare QUI

PEPERONI alla PUGLIESE ricetta CONTORNO ANTIPASTO il mio saper fare

Per tornare alla HOME 

Per non perdere le nuove ricette seguimi anche su Facebook  QUI  e clicca MI PIACE. Grazie mille!

SEGUITEMI anche su INSTAGRAM, basta cliccare QUI

Precedente Pastella alla birra in bottiglia per fritti perfetti Successivo Pesto di melanzane per pasta e crostini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.