Crea sito

Pasta artigianale con peperoncino e colatura di alici

Pasta con peperoncino e colatura di alici

Ciao!

Oggi vi propongo una ricetta semplice, ma ricca di materi prime preziosissime: la “pasta artigianale con peperoncino e colatura di alici”.

Per il mio compleanno, la mia cara cugina Letizia, che ringrazio con tutto il cuore, mi ha regalato dei prodotti tipici della cucina calabrese e non solo. Oggi voglio presentarvene alcuni, perché credo che dovremmo sapere apprezzare di più alcuni nostri prodotti italiani che sono unici al mondo, non solo per la loro bontà ma anche per l’alta qualità. Il primo prodotto è un tipo di pasta di sfarinati di grano duro della rinomata ditta calabrese “La Struncatura”; mentre il secondo è la colatura di alici di Cetara, tipica invece della regione Campania e soprattutto della costiera amalfitana. Ho unito così i due ingredienti, per creare un piatto semplice e dal sapore unico nello stesso tempo.

La pasta “La struncatura” e la colatura di alici di Cetara

Ecco qui di seguito alcune informazioni su questi due ottimi prodotti.

  • La Stroncatura, in dialetto calabrese struncatura, è un piatto tipico della città di Gioia Tauro, e più in generale della Piana omonima, attualmente diffusa in tutta la Calabria. La componente principale è un impasto ottenuto dai residui di farina e crusca della molitura del grano. In particolare, il frumento integrale le conferisce il suo aspetto ruvido e grossolano. Grazie alla forma e alla sua particolare consistenza, trattiene molto bene il condimento. Anticamente questa pasta veniva prodotta in casa utilizzando le “scopature” di magazzino, cioè raccogliendo da terra i residui misti di farina e crusca durante le operazioni di molitura del grano. Il colore era ovviamente scuro e la stroncatura veniva messa in vendita a prezzi molto bassi o addirittura sottobanco in quanto vietata per motivi igienici. Talvolta risultava di sapore fortemente acido e veniva data in pasto a maiali e galline. (da internet)
  • La Colatura di Alici di Cetara prodotta dall’azienda Delfino Battista è una delle più pregiate della costiera amalfitana ed è un must della cucina campana. Le alici vengono pescate dal 25 marzo al 22 luglio lungo la costiera amalfitana e, una volta ripulite di testa e interiora, vengono poste in recipienti di ceramica con abbondante sale marino per un giorno intero (24h). Successivamente, le alici vengono trasferite nei “tersigni”, ovvero delle piccole botti di rovere, dove vengono disposte a strati alternati con abbondante sale marino. Sulla superficie viene posto un coperchio di legno con dei pesi per esercitare pressione sugli strati di alici: con il passare del tempo, affiorerà del liquido sulla superficie del tersigno che verrà versato in appositi recipienti ed esposti alla luce diretta del sole, in modo tale far evaporare l’acqua ed aumentarne la concentrazione. Trascorsa l’estate, il liquido concentrato viene nuovamente versato nei tersigni insieme ad alcune alici e ciascuna botte viene forata sul fondo: in questo modo, il liquido “cola” lentamente, goccia a goccia, insaporendosi maggiormente in quanto attraversa nuovamente gli strati di alici. Come operazione finale, la colatura così ottenuta viene filtrata in panni di lino, in modo tale da eliminare le impurità ed ottenere un prodotto limpido e saporito. (da internet)

La colatura di alici viene utilizzata come sostituto naturale al sale, ha un sapore molto intenso ed è anche ricca di vitamina A. Cliccando qui potete anche guardare un bellissimo video di pochissimi minuti sulla produzione di questo prodotto veramente speciale.

Ecco la ricetta per realizzare la pasta con peperoncino e colatura di alici. Per questo piatto quindi, non verrà utilizzato il sale, né per il condimento e né per la cottura della pasta, dal momento che utilizzeremo la colatura di alici.

procedimento

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 g di pasta di sfarinati di grano duro “La Struncatura”
  • 2 cucchiai di colatura di alici
  • 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • prezzemolo q.b.
  • peperoncino calabrese piccante q.b.
  • 2 spicchi d’aglio
Ingredienti per la ricetta

Mettere una pentola piena d’acqua sul fuoco per la cottura della pasta.

Nel frattempo preparare il condimento della pasta. Tritare bene sia l’aglio che la punta di un peperoncino calabrese. Ovviamente le quantità di peperoncino varierà in base al gusto.

Tritare l’aglio e il peperoncino per il soffritto della pasta

Prendere una padella e mettere a cuocere a fuoco basso il trito di aglio, peperoncino, olio e la colatura di alici.

Soffritto con olio, aglio, peperoncino e colatura di alici

Nel frattempo fare un trito di prezzemolo, che verrà aggiunto alla fine nel condimento della pasta.

Ingredienti per la pasta

Mettere a cuocere la pasta, senza salare l’acqua, per circa 9 minuti. Aggiungere il prezzemolo al condimento a base di peperoncino e colatura di alici.

Cottura della pasta e del condimento

Scolare la pasta e mantecarla nel condimento preparato.

Scolare la pasta e condirla con il sugo a base di colatura di alici

La pasta artigianale con peperoncino e colatura di alici è pronta per essere gustata. Il sapore della colatura di alici rende profumatissimo questo piatto; mentre la ruvidità della pasta e il suo ricco sapore avvolgeranno pienamente il condimento preparato.

Pasta artigianale con peperoncino e colatura di alici

Buon appetito!

Anna

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Una risposta a “Pasta artigianale con peperoncino e colatura di alici”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.