Crea sito

Panini integrali con lievito madre

Ciao! Per tutti gli amanti del lievito fatto in casa e non solo, oggi vi lascio la ricetta dei “PANINI INTEGRALI CON LIEVITO MADRE”. Sentire il profumo del pane appena sfornato nella nostra cucina, secondo me è una delle sensazioni più belle! Gli aromi che vengono sprigionati dalla crosta del pane appena cotta fa proprio “casa” e mi rende felice. Se anche per voi è la stessa cosa, perché non provate? Questa ricetta può essere realizzata anche con il lievito di birra. Per chi invece volesse conoscere tutto il mondo del lievito madre ed iniziare questa meravigliosa avventura, vi invito a leggere il mio post sul LIEVITO MADRE appunto.
Qui di seguito tutti gli ingredienti e tutto il procedimento per preparare i panini integrali con lievito madre.
Vi aspetto come sempre anche su Instagram, Facebook e Pinterest.
Alla prossima ricetta!
Anna

  • DifficoltàAlta
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4 panini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 glievito madre (rinfrescato con rapporto 1:1:1 il giorno prima)
  • 250farina 0
  • 200 gfarina integrale
  • 200 mlacqua
  • 2 cucchiaiolio di oliva
  • 1 cucchiainosale
  • 1/2 cucchiainozucchero

Preparazione

  1. Il giorno prima prendere 100 g circa di lievito madre e rinfrescarlo aggiungendo 100 ml di acqua e 100 g di farina. In questo modo rinnoverete il lievito madre con rapporto 1:1:1. Il giorno dopo, quando il lievito sarà raddoppiato, prendere 300 g di lievito rinfrescato. Aggiungere a quest’ultimo l’acqua e lo zucchero.

  2. Al lievito madre sciolto in acqua unire le farine poco alla volta e continuare a mescolare. Infine aggiungere anche l’olio e per ultimi il sale.

  3. Continuare ad impastare a mani su una spianatoia, fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.
    Lasciar lievitare l’impasto in una ciotola coperta per circa 2 ore.

  4. Riprendere l’impasto e dividerlo in 4 parti uguali. Stendere con le mani ogni parte fino a raggiungere un rettangolo stretti e lungo.
    Da un’estremità arrotolare l’impasto steso fino ad ottenere un cilindro. Sigillare bene tutti i bordi del panino.

  5. Disporre i panini su una teglia ricoperta con carta da forno e lasciar lievitare per almeno 3-4 ore.

  6. Trascorso tale tempo, incidere dei tagli sulla superficie dei panini.
    Preriscaldare il forno a 220°C in modalità statico. Infornare i panini ed abbassare la temperatura a 190°C. Cuocere per 30-40 minuti. Poi capovolgere i panini e cuocere alla stessa temperatura per altri 10 minuti.

I miei consigli e i miei link

Al posto di 300 g di lievito madre, si può utilizzare un cubetto di lievito di birra (25g ).

Se utilizzate il lievito di birra, al posto del lievito madre, ovviamente i tempi di lievitazione si accorceranno a circa 3 -4 ore in tutto.

PER SCOPRIRE DI PIU’:

Se ti interessa leggere tutto sul LIEVITO MADRE, clicca QUI.

Se sei interessato ad altre ricette di PANE E LIEVITATI, clicca QUI.

Seguimi anche su FACEBOOK – L’OSTERIA DI ANNA- e clicca MI PIACE sulla pagina per rimanere aggiornato su tutte le ricette.

Seguimi anche su INSTAGRAM – @losteriadianna

Mi trovi anche su PINTEREST – LOSTERIADIANNA

Per tornare alla HOME PAGE clicca QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.