Crea sito

Pane bianco con lievito madre

Ciao! Desiderate un pane sano e buono, con il gusto e il profumo di quello di una volta? Allora provate la ricetta del “PANE BIANCO CON LIEVITO MADRE“.
La preparazione è un pò lunga, dal momento che si utilizza il lievito madre (per tutte le informazioni clicca qui), ma seguenti tutti i passaggi qui sotto riportati, vi assicuro che non ve ne pentirete. Fatto una volta questo pane, non ne potrete più fare a meno! Provare per credere!
Grazie ancora per seguirmi e aspetto come sempre i vostri commenti/consigli/domande.
A presto! 🙂
Anna

Pane bianco
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione4 Ore 15 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni1 pane
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gLievito madre (oppure 1 cubetto di lievito di birra )
  • 500 gFarina 0
  • 300 gAcqua (calda)
  • 12 gSale
  • q.b.Semi di sesamo (per decorare – facoltativo)

Preparazione

  1. Ingredienti

    Prima di tutto rinfrescare il lievito madre tre ore prima con un rapporto 1:1:1 (es. 150 g di lievito madre, 150 g di acqua e 150 g di farina).

  2. Impasto pane

    Trascorso tale tempo, iniziare a preparare l’impasto del pane unendo prima il lievito madre, l’acqua e la farina. Solo alla fine aggiungere il sale all’impasto.

  3. Impasto

    Impastare e formare un impasto omogeneo e lasciarlo riposare per circa 3-4 ore (io in forno solo con la luce accesa).

  4. Pieghe

    Riprendere l’impasto, senza impastarlo nuovamente e senza toccarlo troppo. Formare delicatamente un rettangolo e poi piegarlo nella sequenza che vedete riportata nell’immagine.

  5. Lievitazione

    Riporre l’impasto in un cestino o in uno stampo da plumcake e lasciarlo lievitare tutta la notte nel forno spento.

  6. Cottura

    Scaldare il forno e una teglia a 250°C. Trasferire poi il pane sulla teglia calda e ricoperta con la carta da forno.

    Creare un taglio sul pane nel senso della sua lunghezza e decorarlo con dei semi di sesamo.

  7. cottura pane

    Infornare il pane e abbassare la temperatura a 220°C e cuocerlo per 25 minuti.

    Poi abbassare la temperatura a 200°C e cuocerlo per 20 minuti ed infine a 180°C per altri 10 minuti.

    Se l’impasto del pane dosevve risultare ancora umido lasciarlo 30 minuti in forno acceso a 50°C.

  8. Pane bianco

    Il pane sarà pronto quando risulterà ben dorato fuori. Buon appetito!

I miei consigli

Potete sostituire il lievito madre con il lievito di birra.

Al posto della farina 0, potete utilizzare la farina Manitoba o farine di tipo 1 o 2.

tempi di lievitazione possono variare in base alle condizioni che avete dentro casa (temperatura e umidità). Se le ore suggerite non dovessero essere sufficienti a far lievitare bene l’impasto, prolungate ulteriormente la lievitazione. 

Al posto di un pane intero, potete realizzare anche dei panini. In quel caso i tempi di cottura saranno più brevi, ma dipenderà sempre dalla grandezza dei panini, dal tipo di impasto che avete ottenuto e dal vostro forno.

Se avete bisogni di consigli, scrivetemi pure sui miei canali social!!! 🙂

PER SCOPRIRE DI PIU’:

Se ti interessa leggere tutto sul LIEVITO MADRE, clicca QUI.

Se sei interessato ad altre ricette di PANE E LIEVITATI, clicca QUI.

Seguimi anche su FACEBOOK – L’OSTERIA DI ANNA- e clicca MI PIACE sulla pagina per rimanere aggiornato su tutte le ricette.

Seguimi anche su INSTAGRAM – @losteriadianna

Mi trovi anche su PINTEREST – LOSTERIADIANNA

Per tornare alla HOME PAGE clicca QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria

Ciao a tutti! Mi chiamo Annamaria, per gli amici Anna, vivo ormai da diversi anni nella bellissima città di Ravenna, ma sono calabrese. La mia passione per la cucina nasce da piccolissima. Ricordo ancora che a soli cinque-sei anni chiedevo sempre alla mia carissima nonna Maria "Prepariamo una torta?", costringendola a volte ad uscire di casa per andare a comprare gli ingredienti, se mancavano. Sono stata sempre curiosa in cucina e tutte le volte che mia mamma cucinava o si cimentava in una nuova ricetta, io non la mollavo e facevo sempre mille domande. Direi che le cose, ad oggi, non sono molto cambiate..anzi la passione per la cucina è rimasta. Oggi a testare le mie ricette c'è il mio ragazzo, Matteo, il quale ogni tanto si lamenta non dei miei piatti ma di qualche chilo di troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.